Quella notte del ’92 in cui Giuliano Amato prelevò dai conti correnti degli italiani. Senza avvisare

Giuliano_Amato_9-10 luglio 1992. La notte in cui il governo Amato prelevò il sei per mille da tutti i depositi bancari. Tutti.
Una data che in molti ricordano e che è tornata in auge proprio oggi, dal momento in cui è cominciata a circolare la notizia delle intenzioni di un prelievo forzoso da parte dell’attuale governo sul modello di quello avvenuto nel 1992.
In realtà il Consiglio dei Ministri che si è concluso stasera ha escluso tale possibilità: nessun prelievo sui conti correnti né interventi sul patrimonio. Per ora è stato approvato un maxi-emendamento al ddl di stabilità, attualmente all’esame in Senato, ma non è ancora tramontata l’ipotesi di un decreto legge, su cui però sarebbe contrario il capo dello Stato Giorgio Napolitano.

In ogni caso, domattina alla pre-riunione del G20 a Cannes, al cospetto di Angela Merkel e Nicolas Sarkozy stranamente assurti al rango di arbitri supremi (ma con quali meriti?), Berlusconi avrà perlomeno un documento da esibire.
Scampato il pericolo dell'”esproprio” dei risparmi in banca, vale la pena ricordare quando e come è avvenuto l’ultimo prelievo forzoso, con la sinistra al governo, premier Giuliano Amato.
Nella notte tra il 9 e il 10 luglio 1992 il governo di allora attuò un prelievo improvviso del 6 per mille su tutti i conti correnti, senza alcuna avvisaglia. L’autorizzazione arrivò tramite un decreto legge di emergenza emanato addirittura il giorno dopo: l’11 luglio.
Era un momento di crisi (strano, non c’era Berlusconi), la lira era aggredita dalla speculazione, i mercati si accanivano e bisognava fare qualcosa.

Quel qualcosa si è tradotto in un decreto intriso di misure tra le più disparate. Aumento dell’età pensionabile, patrimoniale sulle imprese, “minimum tax”, ticket sanitari, tassa sul medico di famiglia, imposta straordinaria sugli immobili pari al 3 per mille della rendita catastale rivalutata.
Il prelievo sui conti correnti, in assoluto la più impopolare tra le manovre contenute nel decreto, portò alle casse dello Stato 11.500 miliardi di lire.
L’imposta “straordinaria” sugli immobili ben presto si rivelò ben poco straordinaria, ma diventò l’Ici, abolita solo nel 2008 dal governo Berlusconi, ben 16 anni dopo. Ecco come è nata la tassa più odiata e considerata iniqua dagli italiani.

In totale, manovra di luglio più finanziaria del ’92 furono un salasso da centomila miliardi di vecchie lire. Ma non servì a nulla: oltre ai danni di un’economia italiana sull’orlo della recessione, la beffa della lira costretta ad uscire dal Sistema Monetario Europeo. Tre mesi dopo quella manovra di luglio, Giuliano Amato si dimise lasciando lo scranno a Carlo Azeglio Ciampi.

Corsi e ricorsi storici, ma la sostanza non cambia: c’è chi oggi paventa la possibilità di prelevare sui conti correnti, suscitando indignazione, e poi non lo fa. E chi ieri l’ha fatto senza neppure dirlo.

Riccardo Ghezzi

Riccardo Ghezzi1205 Posts

Giornalista pubblicista, scrive di sport e politica su testate locali piemontesi. Appassionato di politica da sempre, ha un unico pregio: non essere mai stato di sinistra in vita sua

Commenta con il tuo account social

54 Comments

  • caelsius Reply

    2 novembre 2011 at 11:46 pm

    Salve. Stando alle cifre che danno indicazioni fredde, ma oggettive ed ineludibili, Giuliano Amato è stato il peggior premier di tutti i tempi, caricando sulle spalle degli italiani un indebitamento accresciuto del 20 % in meno di 2 anni di suo “governo”. Per quanto riguarda l’Euro non spetta alla Merkel ed a Sarkozy preservare la moneta, ruolo che spetta alla BCE, come succede per esempio alla Federal Bank USA, o alle banche centrali giapponese ed inglese. Per svolgere la tutela della moneta, nessuna banca centrale è assoggettata alla politica, ma gode di piena autonomia, e spesso agisce in modo non conforme ai desiderata dei governi. Quindi, la salvezza dell’Euro può solo venire da Draghi. Qui siamo fiduciosi in merito, perchè mentre Trichet si “consultava” col capo di Parigi, Draghi è italiano per sbaglio, essendosi formato in Inghilterra ed avendo acquisito lo spirito di gente che ha una attenzione maniacale per i conti pubblici. Caelsius

  • andream Reply

    3 novembre 2011 at 4:27 pm

    Ma perché, secondo voi il governo Amato del ’92, che era sostenuto dalla DC, dal PSI di Craxi, dal PSDI, cioè da tutte quelle forze i cui reduci hanno formato lo zoccolo duro berlusconiano, era un governo “di sinistra”?

    • Qelsi

      Qelsi Reply

      3 novembre 2011 at 4:31 pm

      Per loro stessa ammissione

    • caelsius Reply

      4 novembre 2011 at 10:36 am

      Caro Andrea Am, perchè fai domande alle quali potresti risponderti da solo? La DC è formalmente dispersa in due raggruppamenti: il DS , vedi Franceschini vice segretatrio, e Rosy Dindi, presidentessa, sinistra DC, quella che sta a sinistra dei comunisti, quella più veemente e pericolosa. L’altra nell’UdC, che non mi pare stia nello zoccolo berlusconiano. Dei psdini sinceramente non c’è traccia in giro, mentre il PSI ed addirittura il PLI sono ricicciati con la raccolta delle firme sulla legge elettorale, e prima ancora col referendum sull’acqua, quello che ora consente a De Masgistris di comprare l’acqua a 18 centesimi al metro cubo, rivendenola a 60 centesimi ai comuni limitrofi che pagano l’acqua il triplo dei napoletani. Tutto pattume di sinistra, cocco, robetta vostra. Ciao, Caelsius

      • stefano Reply

        4 novembre 2011 at 7:05 pm

        veramente il vicesegretario del PD è Enrico Letta ma era anche lui Dc quindi non fa differenza, era solo per farti notare che ne so più di te. Poi, Formigoni era della DC. Rotondi era della DC. Frigerio, condannato durante tangentopoli e candidato in puglia da Forza Italia con un nome diverso per non farlo riconoscere era della DC, Gianni Letta è d’ispirazione democristiana, Osvaldo Napoli era della DC, Maurizio Lupi era della DC… ce ne sono un sacco della DC, tutti riciclati dappertutto.

        • Riccardo Ghezzi

          Riccardo Ghezzi Reply

          4 novembre 2011 at 7:16 pm

          Stefano, bentornato. Imparati i congiuntivi? Puoi cambiare tutte le mail che vuoi, ma i tuoi commenti non sono né spunti per confronti né utili in qualche modo. Solo spam e provocazioni gratuite. Come tale, anche quelli mandati da questa mail torneranno a finire nel filtro spam, così potrai fare il martire e dire che non siamo democratici.

    • blackmacigno Reply

      13 settembre 2012 at 4:19 pm

      E il PDS non fece una piega, non criticò il prelievo. Il “compromesso storico” era una formula che aleggiava tra Dc/PDS.da qui Berlusca non sopportò l’indecisione e l’arroganza della sinistra e scese in campo nel ’94.

  • Nessuno Reply

    11 novembre 2011 at 9:38 am

    A sentire i sinistrosi il 90% dei politici della s
    Prima repubblica sono confluiti tutti in Forza Italia il restante 10 ( di immacolati chiaramente) si è sparso nelle restanti formazioni. Questi sono talmente dementi danno capire o non voler capire che come in tutto il marcio c’è sia da una parte che da un altra e che essere ex DC non voglia per forza di cose essere ladri!

  • emiliana Reply

    1 maggio 2012 at 9:38 pm

    era tanto che girava intorno a Monti, come un avvoltoio sulla spalliera, ad elemosinare un posto di lavoro ben retribuito, in effetti con SOLI 31000 € al mese, come può fare ad andare avanti!! Ed ecco finalmente che gli si è presentata l’occasione: spending review. Così oltre alla banda Monti dobbiamo pagarci anche il Signor Amato, il Signor Bondi…, si tassa, si taglia, MA NON SI PRENDONO DOVE SI DOVREBBERO PRENDERE.. QUANTO POTRANNO ANDARE AVANTI ANCORA QUESTI ELEGANTI E PER NIENTE PONDERATI TECNICI? Ricordo a tutti che prima di tagli e tasse ci sono da recuperare: 50 miliardi € in Svizzera, 98 miliardi accertati di evasione fiscale dai Concessionari Monopoli di Stato e Slot Machines. E poi I RESPONSABILI DI QUESTI DANNI DEVONO RESTITUIRE: 250 milioni di euro per il ponte sullo stretto, il Mostro della Maddalena (inutilizzato), le case costruite intorno all’Aquila in puro cemento, anziché casette in legno, l’inutile e dannosa TAV. Quantificare spesa e danni all’ambiente per tutte queste rovine d’Italia! Altro che ASSUMERE GIULIANO AMATO!

  • carlo Reply

    13 settembre 2012 at 7:05 pm

    ANCORA ESISTE STO’ CACASOTTO DE MERDA. HA INCULATO ANCHE PARECCHI MILIONI HAI DIPENDENTI DELL ‘ ENEL . COLLOCANDO LE AZIONI ENEL MOLTO DI PIU’ DEL DOVUTO E DOPO DUE MESI SONO CROLLATE RIMETTENDO CAPRE E CAVOLI,

  • THE JACKAL Reply

    5 marzo 2013 at 4:45 pm

    Probabilmente i followers non ricordano
    LA CRISI INIZIA PERCHE’ SOROS SPECULA SULLA NOSTRA MONETA
    LA CAUSA DI QUESTA SPECULAZIONE E’ DOVUTA AL FATTO CHE IL GOVERNO AMATO
    NON GARANTISCE IL DEBITO DELL’EFIM
    INOLTRE, IL MESE DI LUGLIO ED AGOSTO ACCUMULA 90.000 MILIARDI DI DEBITO
    PER CONTRASTARE LA SPECULAZIONE
    I SINDACATI NON VOGLIONO CHE SVALUTI LA LIRA
    RISULTATO? VI DO SOLO QUALCHE ESEMPIO
    SUPERBOLLO PATENTI E PASSAPORTI
    I.S.I. poi I.C.I.
    SUPERBOLLO SULLE AUTO
    PRELIEVO FORZOSO SUI CC
    BOLLI SU CC E TITOLI
    ED INFINE?
    svalutammo al lira!

    PIUTTOSTO CHE PASSARE DA IDIOTA
    MEGLIO ESSERE IDIOTI!

  • lucy Reply

    5 marzo 2013 at 7:39 pm

    sempre la solita storia. amato se ne andò per incapacità? adesso piange perchè sul web viene accusato di prendere 31.000 euro di pensione dicendo che 20.000 li da in beneficenza.ma speriamo. si inorgoglisce parlando del suo curriculum. nel 92 ci massacrò davvero e oggi ha ancore delle pretese ma stesse a fare il pensionato e basta. vorrei sputare altri veleni ma è meglio di no

  • Gigi Reply

    21 marzo 2013 at 5:13 pm

    Precisiamo che all’ ICI i comuni e regioni hanno applicato una tassa su stipendi e pensioni equivalente al doppio di quello che pagavo di ICI –

  • FaustoB Reply

    30 marzo 2013 at 9:07 pm

    E stranamente INPS pagò le pensioni il giorno prima … così il prelievo fu a carico dei pensionati anziché a carico del INPS

  • alfredo Reply

    22 aprile 2013 at 8:10 am

    I cittadini italiani si rifiutano di essere rappresentati da un personaggio miliardario che specula sui risparmi delle famiglie italiane come fece nel 92 .

  • giancarlo Reply

    22 aprile 2013 at 4:59 pm

    … se ci provassero ancora…. mi armo e qualcuno paghera’… cazzo

  • giancarlo Reply

    22 aprile 2013 at 5:04 pm

    mai una volta che si senta… i politici si sono tassati del 75% per far fronte a x emergenza… devono pagare sempre gli stessi, mi auguro che non ci provino un altra volta perche’ vi giuro che qualcuno paghera’ caro…

    • MadMikeStyle Reply

      7 dicembre 2014 at 11:08 am

      Mai una volta che si senta che UN SOLO politikante abbia rinunciato ad un solo fottutissimo (in tutti i sensi) stipendio mensile… per REGALARLO ad una famiglia fra tante… alla faccia della miseria!!! Una loro probabile quanto certa risposta buffa e perculatrice, potrebbe anche essere : “Ma poi pare brutto a quella famiglia sì ed alle altre no…”… 😮 😮

  • IO Reply

    25 ottobre 2013 at 11:54 am

    Questo CRIMINALE dopo il PRELIEVO FORZOSO è stato PREMIATO dalla DEUTSCHE BANK con la nomina di CONSULENTE.

    • MadMikeStyle Reply

      7 dicembre 2014 at 11:03 am

      I famosi o meglio famigerati “consulenti”… che vengono stra-pagati per far cose normalissime… Tutti collusi col sistema.

  • Renzo Rossetti Reply

    6 settembre 2014 at 12:35 am

    gli italiani non sono come i francesi rivoluzionari, o come gli spagmoli che hanno conquistato il mondo. la prendono del deretano senza l’ausilio della vaselina. e si lasciano affievolire dal fascino femminile, alle quali piace il colore africano.

    • antonio di padova Reply

      3 dicembre 2014 at 2:41 pm

      in due righe hai colto in pieno la mentalita’ italiana. se potessi ti farei presidente della reppublica…

      • MadMikeStyle Reply

        7 dicembre 2014 at 11:10 am

        Una sintesi così tragicamente pittoresca… sul nostro popolo storicamente senza spina dorsale… farebbe di Renzo un ottimo presidente con le idee chiare!!! Cosa che …qui da noi… non sarebbe bene accetto… 🙁 Qui da noi solo menzogne ed inclinazioni politiche e golpes e collusioni ed insabbiamenti…

  • federicodofana Reply

    13 settembre 2014 at 12:38 am

    non è vero che non hanno avvisato: basterebbe andare a vedere i movimenti bancari ( prelievi, evidentemente) fatti dagli amici degli amici nei giorni precedenti, dio li fulmini !!

  • francesco Reply

    18 settembre 2014 at 8:46 pm

    Ma non si vergognano i sinistri, lo volevano anche presidente della repubblica, questo è un sanguisuga , dracula gli fa un baffo stu piezz e merda giancarlo hai ragione, io mi sono rotto il cazzo di pagare solo tasse per ingrassare queste merdacce che non si privano di niente e speriamo in una bella ribellione così ne vedremi delle belle, come godrei.

    • MadMikeStyle Reply

      7 dicembre 2014 at 11:15 am

      Cosa dici? Vergogna? Cos’è??? Ma forse secoli fa…
      😮 😮
      Senza spina dorsale, storicamente conquistati da tutti i popoli mediterranei e non… Ma figuriamoci, che popolo!!! Cmq non temete che qualcun altro (oltre a Mr.B.) lo riproporrà a Presidente… così ci facciamo ancor più compagniélli della lokomotiva d’Europa, che a suo tempo lo premiò per averci fatto quel FURTO vigliacco e NON essere stato PUNITO da NESSUNO, né allora né oggi!!!

  • paolo Reply

    1 dicembre 2014 at 3:19 pm

    Il vero responsabile di questo prelievo forzoso fu il finanziere Soros che con una manovra speculativa svalutò la lira de 30% . Amato fu costretto a trovare una soluzione in tempi rapidissimi che per altro fu inutile. Sono anni e anni che questo squalo di nome Soros spadroneggia nell’economia mondiale e su di lui pendono due condanne all’ergastolo da parte del governo Russo e quello, mi sembra delle Filippine o comunque un paese asiatico senza che riescano a prenderlo. Non ho intenzione di difendere Amato, ma lui è solo il capro espiatorio della colpa e responsabilità di Soros senza che nessuno alzi la voce per denunciarlo. http://www.huffingtonpost.it/2013/05/12/george-soros-lo-speculato_n_3262351.html

  • guido Reply

    14 dicembre 2014 at 5:00 pm

    Maledetto Amato;mi avevano appena accreditato il mutuo ipotecario per continuare la costruzione della casa e in una notte si prese il 6/%° di 60.000.000 di un mutuo peraltro contratto in ecu con interessi del 12%iniziali che,grazie alle sue misure arrivarono al 30%;se solo penso a tutte le notti che non mi ha fatto dormire…e magari ce lo ritroviamo pure Presisente della Repubblica!!!Andate a vedere quanto percepisce ogni mese di tributi vari;vi viene la rabbia in corpo da fare una strage!!!

    • giuseppe Reply

      14 dicembre 2014 at 8:22 pm

      nel 1992 ci fu lesproprio dello 0,6%, di Amato (su depositi retroattivi di 6 mesi), ora si vocifera che verso Natale, o poco dopo Renzi lo farà del 5 o 10%, gli speculatori stanno tornando!!!! Augurandomi che cio’ non avvenga, possiamo solo imprecare chi come Amato ci esproprio’ dei nostri soldi, ma non é stato molto differente Monti con l’IMU, Letta e Renzi con la TASI.

  • giuseppe Reply

    14 dicembre 2014 at 8:28 pm

    Antonio Tajani ha rinunziato a 400mila Euro, che gli spettavano come ex-Commissario Unione Europea, non ha ritirato l’assegno. Anche Berlusconi dava in beneficenza il suo stipendio e se non sbaglio anche Antonio Martino.

    • TEO Reply

      15 dicembre 2014 at 10:14 am

      Ma se a berlusconi abbiamo sempre pagato gli avvocati in quanto li ha portato tra gli onorevoli (sic): Taormina, Longhi, Ghedini…Italiani cominciate a ragionare con la testa per il vs. interesse e non per prese di posizione politica

      • giuseppe Reply

        15 dicembre 2014 at 9:39 pm

        Avvocati eletti nel 2013 sono una schiera di 110 parlamentari, 72 alla Camera e 38 al Senato.
        Parlamentari di sinistra che dobbiamo mantenere in carica o con vitalizi:
        Avv.Vincenzo Maria Siniscalchi comunista, Avv.Giuliano Pisapia comunista (avv.di De Benedetti), Avv.Dario Franceschini (Ministro Beni Culturali),Avv.Giuseppe Berretta,Avv.Fulvio Bonavitacola del PD,Avv.Cinzia Capano del PD,Avv.Mario Cavallaro del PD, Avv.David Faviae (IDV),Avv.Aniello Formisano(IDV), Avv.Francantonio Genovese del PD, Avv.Dario Ginefra del PD ex-pci-ds ecc.,Avv.Alberto Losacco del PD,Avv.Pier Fausto Recchia del PD,Avv.Nicola La Torre del PD ex comunista, avv.Luigi Lusi del PD,Avv.Tiziano Treu del PD quello che ha fatto la legge sotto il governo Prodi, che un sindacalista poteva andare in pensione con il massimo dello stipendio, pensione gonfiata dei sindacalisti, D.Lgs. 564/1996,onde per cui Bonanni si é appena rubato legalmente 336mila euro all’anno, Avv.Luigi Zanda del PD ed altri ancora, ma come vedi non muoio dal livore per questa gentaglia, trovo insopportabili Pisapia (pessimo Sindaco) e Tiziano Treu (x la legge truffa sui sindacalisti).
        Rosicare fa male e si va fuori tema, Amato…..

  • Emanuele mallo Reply

    21 gennaio 2015 at 9:58 pm

    vuoi vedere che il sorcio diventa presidente della repubblica

  • mario Reply

    23 gennaio 2015 at 6:00 pm

    mi vergognerei di essere italiano se diventasse presidente della repubblica persona infidabile.

    • Giovanni Reply

      5 novembre 2015 at 8:58 pm

      Ma chi se ne importa, facciano quello che gli pare con i soldi di questi miscredenti, io guadagno 500€ al mese da 20 anni e vivo mangiando alla Caritas, sono un LSU della Provincia di Napoli Città Metropolitana, è così dura da vivere questa vita che meriterei un premio solo per lo sforzo impegnato a restare vivo, chi se ne frega di questa massa di farabutti miscredenti italiani, Allahu akbar, Dio è il più grande e quando si leverà per il bottino, come promette nelle Sue scritture, allora si che sapremo la verità, su tutto!

  • Maria Reply

    24 gennaio 2015 at 7:21 pm

    Be se hanno tanti bisogno portano tutti gli stipendi di consiglieri comunali regionali provinciale parlamentari senatori e quanto altro a massimo 2000euro mese se a qualcuno non sta bene si dimette e prende la pensione solo quando avrà 40 anni di contributi. Se di dimettono ci saranno pure dei bravi laureati preparati a prendere il loro posto e magari se fanno andare bene le cose possiamo pure permettergli un premio di produzione.

    • massimo giovannini Reply

      25 gennaio 2015 at 1:01 pm

      giusto il senso ma non la sostanza. i consiglieri comunali prendono eno di 2000 euro (molto meno) i consiglieri provinciali non esistono piu il risparmmio su regionali e nazionali sarebbe minimo

    • Micaela Reply

      25 gennaio 2015 at 10:07 pm

      Concordo pienamente e poi lo stipendio solo se vanno in aula a lavorare

      • gabriell Reply

        26 gennaio 2015 at 1:02 pm

        e per giornata di lavoro, non per l’intero mese

    • gabriell Reply

      26 gennaio 2015 at 1:04 pm

      concordo con Maria, un po’ di sana economia come in ogni famiglia normale, degna di questo nome

    • Gianni Reply

      27 gennaio 2015 at 11:48 pm

      concordo pienamente. Soprattutto nelle regioni a statuto speciale, veri e propri stipendifici, in cui si assume senza ritegno i coniugi e vari familiari.

  • marco Reply

    25 gennaio 2015 at 9:06 am

    se togliessero una percentuale come lo 0,6% , a TUTTI, compresi i politici, nn vedo il dramma…togli una percentuale, quindi tutto proporzionato..se uno ha 3000 euro da parte sono 18 euro..se uno ha 300000 da parte, tolgono 1800 euro..il problema è che nn se li tolgono loro…forse spingono la gente a far girare l economia e nn mettersi i soldi fermi in banca…capisco anche chi ha appena ricevuto i soldi di un mutuo e questo nn sarebbe giusto, capisco anche chi ha i soldi sotto al mattone e a questo il prelievo del 0,6% nn toccherebbe, pero alla fine sta tutto li…se le cose si fanno in fiducia la gente accetta, siccome sono squali, qualsiasi manovra si propone, viene vista di malomodo (in finale colpa loro se nn si sono meritati la fiducia del popolo italiano)

    • gabriell Reply

      26 gennaio 2015 at 1:00 pm

      Marco, il prelievo lo fece già amato nel luglio ’92 e, tanto per renderlo più salato, ci aggiunse l’ICI, imposta straordinaria che doveva durare un anno e ne durò 16 finché Berlusconi la abolì. Se leggi l’articolo di QELSI, troverai anche le conclusioni: l’Italia si impoverì, la scelta fu inutile e massacrante. La storia economica invece insegna che quando negli Usa ci fu la crisi economica degli anni ’30, il Governo dava soldi alle famiglie perché spendessero e così aiutassero le imprese! Da noi, e l’Europa docet, tutto il contrario. E’ proprio vero che la storia non insegna niente

  • Sergio Ricci Reply

    26 gennaio 2015 at 7:27 am

    Perché, della riforna pensionistica non
    ne vogliamo parlare?

  • Daniele Reply

    30 gennaio 2015 at 7:57 am

    Bello che parliate di “sinistra al governo”
    Era un governo del vecchio pentapartito, ridotto a quattro forze per la defezione dei Repubblicani (La Malfa aveva rotto con il pentapartito già a partire dal precedente governo Andreotti).
    Adesso abbiamo scoperto che il quadri/pentapartito era “la sinistra”.
    Reinventiamo la storia.

    • Riccardo Ghezzi

      Riccardo Ghezzi Reply

      30 gennaio 2015 at 10:08 am

      I governi del quadripartito erano governi di centro-sinistra, se l’hai scoperto solo ora è un problema tuo

      • Daniele Reply

        30 gennaio 2015 at 3:38 pm

        Centro-sinistra, non sinistra.
        Ed era un centro-sinistra per modo di dire, dato che includeva anche tutte le correnti di destra della balena bianca (dorotei, corrente primavera, nuove cronache e compagnia), spesso maggioritarie e che arrivavano al limite del MSI, se non oltre.

        • Riccardo Ghezzi

          Riccardo Ghezzi Reply

          30 gennaio 2015 at 4:23 pm

          L’Italia è stata governata da governi di centro-sinistra, ma in realtà molto spostati a sinistra, dal 1963 al 1994. All’inizio fu il quadripartito con l’esclusione del PLI di Malagodi, che si era appunto opposto allo spostamento verso sinistra e in senso statalista degli esecutivi. Poi venne il pentapartito, con il PLI che però non era più quello di Malagodi ma si era spostato decisamente a sinistra.
          Quello di Amato del 1992 era invece un quadripartito con il PLI ma senza il PRI. E con 7 ministri del PSI e 2 del PSDI, quindi ben 9 ministri dei due partiti di sinistra. Poi 12 ministri della Dc, di cui solo tre delle correnti “di destra” (A. Fontana, Vitalone e Scotti, quest’ultimo poi sostituito dal futuro senatore a vita Colombo).

          Le correnti di destra della Dc “spesso maggioritarie” sono una tua invenzione. Ma anche se così fosse, non si sono mai opposte a trent’anni di governi Dc-sinistra.

          • giuseppe

            30 gennaio 2015 at 11:25 pm

            purtroppo devo dare ragione a Ghezzi, il PLI, si era spostato decisamente a sinistra con Valerio Zanone, e tranne le correnti di destra del partito, circa il 30%, era social-liberale. Egidio Sterpa, Raffaele Costa, Antonio Martino, Alfredo Biondi erano i miei preferiti.
            Mi ricordo che quando sono stati eletti Margareth Thatcher e Ronald Reagan, solo una frazione di liberali si complimento’ per la svolta liberale anti-statalista dei due Stati.
            Il Pentapartito, padrino Donat-Cattin, era un contenitore di tutto e di piu’, ma fui felice lo stesso perché riportava i comunisti all’opposizione almeno di facciata, visto il fallimento della linea Moro-Andreotti.

  • Pizze e pizzette con farina di segale e…. | Ricetta ed ingredienti dei Foodblogger italiani Reply

    7 luglio 2015 at 4:06 am

    […] di noi si sono allarmati memori del prelievo forzoso del 6 per mille avvenuto di notte e senza che nessuno ne fosse informato nel lontano 1992 durante […]

  • Per non dimenticare, quella notte del ’92 in cui G. Amato prelevò dai conti correnti degli italiani. Senza Avvisare Reply

    9 febbraio 2016 at 4:10 pm

    […] Corsi e ricorsi storici, ma la sostanza non cambia: c’è chi oggi paventa la possibilità di prelevare sui conti correnti, suscitando indignazione, e poi non lo fa. E chi ieri l’ha fatto senza neppure dirlo. FONTE […]

  • Per non dimenticare, quella notte del ’92 in cui G. Amato prelevò dai conti correnti degli italiani. Senza Avvisare | Misteri e Controinformazione - Newsbella Reply

    9 febbraio 2016 at 5:07 pm

    […] Corsi e ricorsi storici, ma la sostanza non cambia: c’è chi oggi paventa la possibilità di prelevare sui conti correnti, suscitando indignazione, e poi non lo fa. E chi ieri l’ha fatto senza neppure dirlo. FONTE […]

  • Brexit - Pagina 30 - FobiaSociale.com Reply

    5 luglio 2016 at 8:45 am

    […] I governi nazionali le porcate non le fanno, santi subito (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); […]

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it