Arrestati in India i due Marò italiani: è ora che il governo faccia sul serio

Di Rosengarten, il - # - Replica

Sinora, nella vicenda dei due Marò della Enrica Lexie  il governo Monti si è comportato con incredibile superficialità. Ha ritenuto con colpevole ingenuità che la vicenda si potesse risolvere parlandone amichevolmente con le autorità indiane.
Neanche è servito a metterli sull’avviso lo spregio di tutte le regole internazionali e di procedura penale, nonchè l’evidente malafede con cui le autorità indiane si sono comportate nei riguardi dei due marò: la pretesa di condurre un procedimento penale di cui non hanno la giurisdizione; l’inganno con cui hanno attratto la nave italiana in trappola, chiedendole “cortesemente” di collaborare entrando nel porto di Kochi solo per procedere al riconoscimento del battello pirata; il sequestro successivo della nave; il sequestro di due militari italiani sul quadro operativo, un vero e proprio atto di riprovevole ed immotivata aggressione; la non ammissione, solo parzialmente rientrata, di esperti italiani del ROS alle perizie balistiche.
Quando un aereo alleato dell’USAF (United States Air Force) tranciò nel 1998 il cavo della funivia del Cermis causando la morte di 20 persone, trattandosi di militari americani i responsabili della strage vennero consegnati per competenza alle autorità statunitensi per essere processati negli USA.
Qui addirittura il fatto, se mai accaduto, si è svolto in acque internazionali, e gli indiani si arrogano il diritto di processare due militari italiani in servizio attivo senza nulla in mano per farlo e senza neanche averne la competenza territoriale. E’ chiaro che stiano facendo un gioco duro al quale non si può rispondere porgendo l’altra guancia. Il principale errore commesso, dal quale siamo stati facili profeti a mettere in guardia il governo, è stato quello di scendere sul terreno degli indiani, facendoci coinvolgere nel merito di una questione che, se li riguarda, è solo come eventuale parte lesa.
Avremmo dovuto evitare di parlare dei fatti, ma pretendere la restituzione senza condizioni della Lexie e dei due Marò per affidarli alla giustizia italiana alla quale spetta la competenza di valutare quanto accaduto, come del resto sta facendo pur tra mille difficoltà e senza poter interrogare i protagonisti. Ci siamo anche fatti sfuggire l’occasione di una visita del ministro Terzi per sottoscrivere un accordo di collaborazione commerciale prima di arrivare al quale si sarebbe dovuta porre la pregiudiziale della soluzione della vicenda Lexie. Adesso, gli odierni sviluppi del caso con l’arresto dei due soldati italiani per un periodo fino a tre mesi di cui ci giunge eco dall’India, ci fa prendere atto che ci siamo infilati con dilettantesca superficialità in un vicolo cieco. Ora c’è il problema di non urtare la suscettibilità dei “sequestratori”  per evitare ritorsioni e maltrattamenti, o peggio, dei due ostaggi italiani, per il rilascio dei quali è facile aspettarsi che gli indiani chiedano un ingente riscatto.
Ma si può accettare che i rappresentanti di una presunta democrazia si comportino peggio dei pirati che combattiamo? Allora ripetiamo, c’è solo una via che porta ad una rapida ed indolore soluzione della vicenda, quella delle Nazioni Unite e delle pressioni internazionali da far esercitare sugli indiani da Paesi amici, a cominciare da Francia, Germania, Regno Unito, Russia e Stati Uniti. Nel frattempo si chieda l’urgente convocazione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU perchè esamini la vicenda ed emetta una risoluzione di condanna dell’India, intimandole l’immediato rilascio e senza condizioni dei due Marò. Questa è una brutta ferita che prima si cura, ed il più a fondo possibile, e meglio è. Monti, si fidi di noi che abbiamo sinceramente a cuore la sorte dei due militari e proceda con decisione prima che la situazione le sfugga completamente di mano.

Ne approfittiamo per pubblicizzare un’iniziativa proposta dal Giornale.it: inviamo tutti una mail all’ambasciata indiana, all’indirizzo che vedete sulla foto

Riproduzione riservata - ©2012 Qelsi Quotidiano

Lascia un Commento




Tema e Design di Painterweb, Licenza. Script powered by Wordpress
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: