Ecco i pensionati che non hanno mai pagato i contributi, tra loro il Presidente Napolitano

NapolitanoCon la legge Mosca pensioni da 70 milioni di lire al mese…
L’attuale presidente della Repubblica e l’ex presidente del Senato (Napolitano e Marini) beneficiano della legge Mosca, così chiamata dal nome dell’esponente della Cgil, Giovanni Mosca, che ne fu il relatore.
” La legge nacque (nel 1974) con buoni propositi, quelli che lastricano la via dell’inferno: sanare la situazione di un centinaio di persone che nei decenni successivi al dopoguerra avevano prestato la loro opera nei sindacati o nei partiti senza che a loro nome fossero stati versati i contributi all’Inps.
La pratica andava per le spicce: bastava la semplice dichiarazione del rappresentante del partito o del sindacato e all’interessato veniva versata la pensione, oltre naturalmente gli arretrati a partire dal 1948.
Via via prorogata, della legge Mosca hanno finito per avvantaggiarsene qualcosa come 40mila persone. Con un costo per lo Stato e dunque per i contribuenti calcolato, per difetto, in 25mila miliardi di vecchie lire.
Molte persone, pur senza averne i titoli, approfittarono della legge Mosca per ottenere una pensione a costo zero e, salvo qualche caso isolato, le inchieste finirono per insabbiarsi.”

Beh sapete chi usufruìsce di tale legge?

Tra i beneficiari della legge Mosca, molti bei nomi della politica e del sindacato, gran parte dei quali ancora in attività:
Armando Cossutta,
Achille Occhetto,
Giorgio Napolitano,
Sergio D’Antoni,
Pietro Larizza,
Franco Marini,
Ottaviano del Turco,
la scomparsa Nilde lotti.
..e sapete a quanto ammontava la loropensioncina?
70.000.000 di vecchie lire … AL MESE!!!!!!

Dimenticavo, sono circa 38000 sanguisughe, che ci costano 16 miliardi di euro all’anno.

 

 

Fonte

Redazione

Redazione1910 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

71 Comments

  • BESTKING Reply

    19 settembre 2012 at 10:27 am

    Che dire speriamo che possano screpare presto….così i contribuenti possono tirare un sospiro di sollievo….e con loro anche gli altri che godono di pensioni privilegiate……

  • luca rosetti Reply

    19 settembre 2012 at 12:00 pm

    BOLOGNA / Dipendenti e funzionari di Pci, Dc, Cisl e Lega Coop
    devono rispondere di falso e truffa
    Alla sbarra 111 ladri di pensioni Inps

    Alla sbarra i truffatori bianco-rossi dell’Inps. Sarà celebrato dal 7 febbraio 2000, nell’aula bunker del carcere della Dozza, il processo a ex dipendenti di partiti, sindacati e cooperative e ai loro referenti citati a giudizio dalla procura di Bologna per falso ideologico e truffa ai danni dell’Inps consistita in artifici per ottenere pensioni di anzianità o vecchiaia in base alla Legge Mosca. Il Tribunale ha fissato le date dopo che il pm Claudio Caretto ha emesso il decreto che chiama in giudizio 111 persone tra dipendenti fittizi e funzionari compiacenti, quasi tutti di Pci, Dc, Cisl e Lega Coop.Utilizzando, per l’accusa, la possibilità di riscattare con la Legge Mosca gli anni prestati presso partiti, sindacati e coop, in più di 100 avrebbero usufruito di pensioni che non gli spetterebbero perché in realtà non potevano aver prestato servizio: la maggior parte dei rinviati a giudizio erano partigiani alla macchia o in carcere (alcuni accusati di omicidio), altri erano soldati, altri ancora studenti, alcuni delle scuole medie.
    Fra i politici i nomi noti sono gli allora dc Emilio Rubbi, Giovanni Bersani e Virginiangelo Marabini (anche nella veste di pensionato), il senatore dei Ds Giancarlo Pasquini nella sua ex veste di presidente della Lega Coop bolognese, come Gualtiero Ferretti, e Rino Bergamaschi, ex segretario Cisl provinciale. Mancano quasi tutti i nomi dei funzionari del Pci: i titolari di pensioni ottenute grazie ad attestati di quel partito, spiegano gli inquirenti, non si sono presentati o si sono rifiutati di rispondere. Non è chiaro se per disciplina di partito o per scelta difensiva.
    Allo scopo, il procuratore capo di Bologna, Ennio Fortuna, ha replicato al senatore Pasquini che aveva detto di non essere stato mai interrogato sulla vicenda e che se lo fosse potrebbe dimostrare chiaramente la sua estraneità ai fatti contestati. Fortuna risponde che Pasquini il 21 giugno firmò la notifica con cui veniva invitato all’interrogatorio previsto il 28 e che invece mandò, tramite avvocato, una lettera in cui annunciava che si sarebbe avvalso della facoltà di non presentarsi e dunque di non rispondere.
    L’inchiesta a Bologna è nata nel ’95 dopo che il pm di Grosseto Pietro Federico l’aveva avviata, mandando poi stralci alle procure delle città interessate. A quanto risulta, Bologna è la prima a concludere. Altri uffici hanno rinunciato, perché per tale tipo di indagini occorre una grande quantità di uomini e mezzi, non ovunque disponibili. Più di mille posizioni sono state vagliate: 200 si sono chiuse per la morte degli interessati, 700 per carenza di prove.

    • Vitto Reply

      21 settembre 2012 at 5:05 pm

      Quello della Legge Mosca è una trovata dei parlamentari insediatisi in parlamento dopo la guerra, perchè non avevano i contributi, fra questi signori che parlano bene e razzolano male vi sono tutti i grandi, cosi almeno loro credevano di essere,dal 1948 in poi anche se la legge è stata promulgata dopo molti anni, però si deve sapere che tutti i vecchi e nuovi militanti che hanno o che prestano ancora oggi servizio gratuito ai partiti e anche ai sindacati senza remunerazione possono usufruire di tale legge senza versare una Lira o un Euro in barba a chi la pensione se la guadagna.Questa legge Mosca è da abrogare ma nessuno la vuole eliminare perchè toglierebbero la possibilità ai loro parenti e amici di usufruirne e di prosciugare le casse dell’INPS.

  • luigi Reply

    19 settembre 2012 at 2:40 pm

    Non ci sono commenti ,solo una parola L A D R I

  • Alessandro Ribichesu Reply

    19 settembre 2012 at 2:50 pm

    Tutte queste persone disoneste e infami che hanno immiserito la Nazione, laddove ancora possono, si erigono a moralizzatori e pretendono che i sacrifici siano sempre gli altri a farli e loro continuano imperterriti la loro attività di imbonitori nei confronti di chi non può difendersi e, altro non gli rimane che chinare il capo e dire sì. Ma, credo, si sia trapassato ogni limite e che non si possa più sottostare a tante vessazioni.

  • Alexribbi Reply

    19 settembre 2012 at 5:05 pm

    nesun commento a tanta spudoratezza e hanno anche il coraggio di chiedere sacrifici alla povera gente e loro? continuano impertrbabili a scialaquare tutti i giorni il sangue degli Italiani. LADRI, PASSITI, DELINQUENTI.

  • giuliano Reply

    19 settembre 2012 at 10:03 pm

    speriamo che il padreterno se li chiami a vita eterna così risparmiamo per i pensionati veri .maledetti ladri

  • Riccardo Tucci Reply

    20 settembre 2012 at 7:31 am

    Facciamo un bell’elenco intanto, poi al momento opportuno lo useremo bene.

  • Vincenzo Arlia Reply

    20 settembre 2012 at 2:01 pm

    Si guarda la pagliuzza e non la trave!!! Si contestano pochi milioni di Euro, e si lasciano indisturbati i miliardi di euro che i partiti ed i loro politici rubano ai cittadini. Sono daccordo che certe cariche dello stato devrebbero dare il buon esempio, ma non condivido chi li usa come capro espiatorio, così si fa solo facile demagoggia.

  • Paolo Pacifici Reply

    21 settembre 2012 at 12:56 pm

    Sarebbe interessante e un tantino più corretto se venissero pubblicati i nome dei 38000 che usufruiscono di tale “agevolazione” per non chiamarla con il nome più appropriato: FURTO di stato.
    Grazie

  • Anticasta Reply

    21 settembre 2012 at 6:32 pm

    Legge da cancellare immediatamente. Di questi tempi i REGALI non si fanno piu’.

  • vicentini vincenzo Reply

    28 settembre 2012 at 7:57 pm

    Che si può dire,purtoppo in Italia non esiste la pena di morte e quindi ogni cattivo proposito non è attuabile.Resta il fatto che queste cose ci amareggiano e ci avvelenano la vita facendoci vergognare di essere Italiani.Ancora di più quando penso all’attività sindacale svolta senza nessun compenso per oltre 30 anni,e leggo i nomi di tanti illustri sindacalisti mi viene veramente il vomito.D’Antoni,Marini,del Turco,Napolitano e tutti gli altri ma non vi vergognate?quando anziani devono vivere con delle pensioni ridicole facendo ogni sorta di provazioni.Spero solo che se qualche fulmine deve cascare addosso a delle persone sappiano a chi.

  • socialista Reply

    2 ottobre 2012 at 12:44 am

    vi sembra verosimile che le persone citate abbiano una pensione di settantamila euro? è falso, imbecilli!!!

  • claudio63 Reply

    2 ottobre 2012 at 12:47 pm

    Sareste credibili se quell’elenco fosse stato completo, destra e sinistra, da berlusconi a d’alema, così non vale niente….

  • m Reply

    3 ottobre 2012 at 7:23 pm

    semplicemente SCHIFOSIIIIIIIIIIIIII

  • mirca ghietti Reply

    6 ottobre 2012 at 5:11 pm

    sono disgustata ma come mai di queste cose non se ne parla mai in tv o sui giornali in modo che tutti possano leggere o sentire queste notizie? e gli altri che fanno parte di questo gruppo chi sono ? Certo che è facile dire al popolo “abbiate pazienza, faremo tutti insieme i sacrifici richiesti per un futuro migliore” ma perchè ci prendono così in giro? forse dobbiamo imparare a diventare tutti disonesti o forse loro potrebbero cominciare a diventare più onesti? Boh chissà cosa è meglio per il nostro futuro?

  • Vincenzo Arlia Reply

    7 ottobre 2012 at 5:21 pm

    Io credo che sia inutile continuare a lamentarci, il mogugnio non ci porta da nessuna parte, bisogna cominciare a fare i fatti. Sapete cosa ha detto Borsellino?? Ha detto che la matita nella cabina elettorale e più efficace di una lupara, cominciamo a votare chi da qusi 15 anni si batte per queste cose, come il PSI. Non vi pare che i partiti che ci hanno governato ne abbiano fatte abbastanza??????

  • marisa Reply

    8 ottobre 2012 at 4:10 pm

    non capisco perche nessuno abbia requisito i fondi di questi usurpatori contribuendo a rovinare la nostra italia, noi abbiamo lavorato giorno e notte sempre pagato le tasse , è adesso non abbiamo neanche i soldi x mangiare e dobbiamo anche pagare x quello che hanno rubato anche il sig napolitano,

  • sandro Reply

    13 ottobre 2012 at 6:41 pm

    ma sono tutti di sx a beneficiarne?

  • Lùigi Reply

    15 ottobre 2012 at 3:35 pm

    Non merita neanche alcun commento

  • Eugenia Reply

    16 ottobre 2012 at 6:46 pm

    Un plotone di esecuzione è ciò che ci vuole per i ladri e i criminali di stato che, per i loro assoluti benefici, affamano il paese tartassandolo di inique tasse e, per attuare meglio i loro piani criminosi, ci hanno traghettato, a nostra insaputa, direttamente nel famigerato patto di stabiltà, cioè lo scellerato trattato del MES, che a noi impone sacrifici enormi con perdita di sovranità, mentre per questi traditori e i partiti complici, solo enormi vantaggi con l’immunità assoluta per tutti i loro crimini. Poi dicono che c’è la crisi ma i loro stipendi e privilegi sono stratosferici…e continuano a crescere a disnisura, a questo punto credo che una guerra cruenta sia indispensabile e necessaria per cambiare radicalmente questo sistema di corrotti e di mafiosi.

  • Eugenia Reply

    16 ottobre 2012 at 7:05 pm

    Non vedo perchè io debba essere moderata e aggiungo, le tasse quando sono ingiuste non vanno pagate perchè sono una tangente, più se ne pagano e più rubano, senza contare che i vari politici, ministri e consiglieri delle vari sedi regionali, comunali, enti pubblici ecc..ecc, oltre a farsi da soli gli stipendi faraonici con tutti gli annessi e connessi, perseverano nel mestiere che gli riesce meglio, cioè rubare soldi pubblici e oltre a ciò sono i primi ad evadere le tasse. Che esempio possono dare ad un cittadino?…allora sarebbe meglio legalizzare il crimine in generale, il furto con scasso, lo spaccio di droga e lo stupro, cosa che già hanno fatto…siamo diventati il terzo mondo a causa di una gestione del sistema corrotto e in odore di mafia. Devono andare in galera e la legge deve confiscargli i beni rubati al popolo e il denaro imboscato nelle varie banche estere…

  • Xenia Dominis Reply

    22 ottobre 2012 at 2:03 pm

    Trov questo una vergogna

  • Xenia Dominis Reply

    22 ottobre 2012 at 2:03 pm

    Tovo che sia una vergogna

  • renata Reply

    25 ottobre 2012 at 2:43 pm

    POI NOI ANDIAMO A VOTARE QUESTE BRAVE PERSONE ????
    E ci meravigliamo se ci prendono per PECORE , non è ora di mettere un freno a queste cose IO NON VADO A VOTARE , non mi sentirò una pecora e nemmeno una traditrice . Perchè prima o poi salteranno fuori TUTTI sinistra compresa , gia una segretaria di Bersani e il …Vendola , calma e, come dice il saggio, siediti sulla riva del fiume , vedrai il tuo nemico passare…….io aspetto di vederli passare TUTTI

  • michele Reply

    28 ottobre 2012 at 5:55 pm

    mandiamo qualche camikaze in parlamento quando ci sono tutti e facciamo piazza pulita una volta per sempre sti porci devono crepare tutti sono tutti corrotti e ladri pensano solo alla loro poltrona e la povera gente non sa come arrivare a fine mese !

  • Giuliano Reply

    28 dicembre 2012 at 6:27 pm

    SETTEMBRE/OTTOBRE 2010 CLIENTE DI AUTOGRIL TRUFFATO A TERNI NORD GLI DICONO CHE IL BIGLIETTO IL MILIARDARIO AMMONTAVA A CINQUECENTO EURO INVECE IL BIGLIETTO AMMONTAVA ALLA SOMMA DI CINQUECENTOMILA EURO, L’IGNARO CLIENTE ANZIANO NON SI ACCORGEVA DELLA TRUFFA E RIPRENDEVA IL VIAGGIO.
    CHI HA INCASSATO IL BIGLIETTO ? E DOVE ?

  • Giuliano Reply

    28 dicembre 2012 at 6:32 pm

    FATE GIRARE IL COMMENTO COME UNA CATENA DI SANT’ANTONIO, QUESTI TRUFFATORI DEVONO ESSERE SCOPERTI NON MERITANO DI STARE AL PUBBLICO.

  • michele Reply

    7 gennaio 2013 at 9:05 am

    Scavando nel mondo dei PAPPONI della politica ti rendi conto che non hanno nessuna moralità o interesse per il nostro Paese ma pensano solo a fotterci denaro nostro in in maniera vergognosa Quello che stupisce e che nonostante le denuncie tutto prosegue come prima come se tutto gli sia dovuto
    . BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  • Italiani Democratici Reply

    19 gennaio 2013 at 8:34 am

    CONCETTO DI INQUITA’
    Questo è il concetto di iniquità che hanno applicato “tutti” i nostri politici/dirigenti/tecnici/consulenti plurimandatari etc…., Per primo c’è da fare presente e ricordare che non si è mai impostato un tetto massimo agli stipendi, privilegi e pensioni del settore pubblico, che non si è mai revocata la possibilità di cumulo per 2 o più pensioni del settore pubblico (come per due o più mandati elettorali) e che si è ben lontani da porre un tetto “decente” agli stipendi (che dovrebbero essere conseguenza della reale pruduttività di un individuo ed in caso di mancata produttività, danneggiamento o addirittura fallimento del sistema dovrebbero conseguentemente ridursi sino al risarcimento dei danni ), ed alle buonuscite dei managers e dirigenti del settore pubblico, collusi al sistema.
    In questo caso l’INIQUITA’ è alla base di uno “SBAGLIATO DIRITTO AQUISITO”, per cui chi ha pagato contributi enormi è solo perché ha intascato stipendi enormi, “pagati dai contribuenti” (quindi da noi dalla nostra produttività, dalla nostra redditività) attraverso tassazioni da loro imposte. Questi si sono arrocati il diritto a ricevere stipendi, privilegi, pensioni e buone uscite enormi (nonostante i danni prodotti al sistema). Sono in sostanza riusciti a ribaltare il concetto di equità nel rapporto di lavoro e produttività, tra, datori di lavoro (NOI) e dipendenti (LORO), andando contro ogni logica di mercato in cui i DIPENDENTI guadagnano (indipendentemente dalla produttività o danni generati), più dei propri DATORI DI LAVORO. Una perversione che dura da oltre cinquant’anni.

  • elio strobietto Reply

    22 agosto 2013 at 4:13 pm

    Sempre un grande il nostro presidente vedere http://www.youtube.com/watch?v=8L-e5Cvm-wQ

  • Cannavo' Michele Reply

    22 agosto 2013 at 4:55 pm

    Ecco perchè non vogliono che si tocchi loro la pensione ” d’oro ” !!

  • Maria Monterosso Reply

    23 agosto 2013 at 1:43 pm

    TUTTI A CASA E SENZA UN CENTESIMO!!! PER CHI DOVESSE FARE RECLAMO BISOGNEREBBE RICHIEDEREI RIMBORSI PASSATI IN LIRE ED IN EURO! QUESTO E’ IL PAESE DEI BALOCCHI? NO, degli allocchi che ci siamo sottomessi alla politica (sporca,peraltro) ed ad un dittatore che ha accontentato i vicini d’avventura spartendosi la torta. Non c’è mai stata differenza fra destra e sinistra, ma, solo fra casta e popolo!

  • ettore biancone Reply

    23 agosto 2013 at 3:49 pm

    Saluti a voi,35 anni di fondo volo (ass.di volo Alitalia capo cabina principale)massima aliquota di tasse,costretto alla pensione nel 2006 a 54 anni,con due figli in età scolare,da quando sono in pensione oltre il blocco degli scatti,mi sono state tolti circa 300 euro, add.comunale e regionale,un figlio disoccupato nonostante varie competenze,una figlia,lavoro di responsabilità e stipendio da apprendista, media lavorativa 12 o13 ore al giorno…è possibile tutto questo…mi dicono che sono un forunato!Ho iniziato a lavorare a 14 anni,lavoravo e studiavo,sette anni di lavori vari..a quei tempi lo stato non ti tutelava,esattamente come adesso,sette anni di contributi non mi furono versati,di cosa vogliamo parlare?Di chi non sa che cosa significa LAVORARE,poi dici,hanno miglioratola qualità della vita?No,si sono semplicemente arricchiti su le nostre lacrime,maledetti.

  • massimo Reply

    23 agosto 2013 at 4:12 pm

    peccato,che abbiano beccato solo berlusconi

  • pierangelo bregoli Reply

    23 agosto 2013 at 6:12 pm

    la colpa e nostra che siamo dei pecoroni che ci lamentiamo e poi quando e ora di votare votiamo sempre per i vecchi politici perche speriamo sempre di avere un vantaggio personale oppure lo abbiamo gia avuto e speriamo di procurarlo anche ai nostri discendenti
    siamo un popolo di parassiti

    • elio strobietto Reply

      25 agosto 2013 at 8:13 am

      per cortesia parla in prima persona

  • chicco Reply

    23 agosto 2013 at 6:34 pm

    …solo per una questione economica e NON personale: SPERO CHE CREPINO PRESTO, SIA LORO CHE LE LORO CONSORTI (c’è sempre la reversibilità!)

  • Paolo Reply

    23 agosto 2013 at 7:09 pm

    Niente contributi niente pensioni!!,tanto con tutti i soldi che hanno rubato non ne hanno bisognoo.

  • Rossella Catelli Reply

    24 agosto 2013 at 11:55 am

    E io ammalata di cancro riscuoto 400 euro al mese …va beh !

  • Giuliano Busato Reply

    24 agosto 2013 at 1:02 pm

    …mi hanno appena risposto sulla “Tribuna di Treviso” che tutti i lavoratori DEVONO versare o aver versato i contributi pensionistici…a me hanno appena chiesto oltre 85.000 euro per 26 settimane di lavoro effettuato nel lontano ’76/’77 come apprendista fanciullo…vedi l’articolo…

    https://fbcdn-sphotos-d-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/q77/s720x720/577276_10202133975054632_2056974200_n.jpg

  • corrado Reply

    24 agosto 2013 at 5:31 pm

    non sarebbe meglio metterli tutti appesi a testa in giu? il primo della lista dovrebbe essere napolitano ,colui che ha distrutto l”italia e gli italiani, consegnando il nostro paese allo straniero.d”altronte era questo che volevano i comunisti, e lui dopo tanti anni ci è riuscito.TRADITORE DEVI ESSERE CONDANNATO PER ALTO TRADIMENTO VERSO LO STATO E VERSO IL POPOLO ITALIANO.

  • corrado Reply

    24 agosto 2013 at 6:11 pm

    non c”è moderazione nel parlare per un popolo affamato ,non c”è moderazione per anziani che dopo aver lavorato una vita intera sono costretti a vivere di stenti, per genitori che non sanno cosa dare da mangiare ai loro figli,avere paura nel camminare per strada, aver paura di stare in casa , non c”è moderazione nel parlare che i migliaia di extracomunitari arrivati vengono trattati con i guanti bianchi e noi trattati come le bestie, MA HA CHI APPARTIENE QUESTA TERRA A LORO O A NOI? tutti i sacrifici fatti dai nostri avi a cosa sono serviti? a ingrassare gli extracomunitari e i politicanti? siamo in uno stato comunista, un sistema dittatoriale e il vostro presidente ne approfitta e gode pensando al suo amico togliatti. carnefice di decine di migliaia di soldati italiani in russia nell”ultima guerra,non abbiamo piu ne pratria ne onore,ci hanno fatto deridere da tutto il mondo.abbiamo due miei fratelli marò prigionieri da un anno in india e non sono capaci di riportarli in patria,LO DICA A NAPOLITANO QUEI DURE RAGAZZI FANNO PARTE DELLE FORZE ARMATE ITALIANE; IN ALTRI TEMPI SAREBBE STATO TUTTO DIVERSO ;IN DUE GIORNI SAREBBERO ARRIVATI IN ITALIA,PERò ! accogliamo i profughi indiani li curiamo li nutriamo gli diamo la casa ,il lavoro, e il sussidio mensile, VERGOGNATEVI TUTTI, NESSUNO ESCLUSO NEL PARLAMENTO:MA DICO SEMPRE IN PRIMIS GIORGIO NAPOLITANO IL COMUNISTA PER ECCELLENZA; se vuole lo faccia arrivare pure a napolitano questo messaggio.poi saprò io cosa dirgli, che vivo con una pensione di invalidità di 270 euro al mese, altro che moderazione,non so se sono stato chiaro? e ho servito la patrià per 2 anni ne btg SAN MARCO. lui dove l”ha servita la patrià?

  • Napolitano, presidente tra i pensionati che non hanno mai pagato i contributi! | teleradio-news ♥ non solo notizie da caiazzo & dintorni Reply

    26 giugno 2014 at 8:49 pm

    […] (Fonti & Aggiornamenti: http://bastacasta.altervista.org/p3187/ – http://www.qelsi.it/2012/ecco-i-pensionati-che-non-hanno-mai-pagato-i-contributi-tra-loro-il-preside… – http://www.ragionpolitica.it/testo.3378.legge_mosca_una_truffa_semidimenticata.html – via NAPOLITANO, MARINI E QUELLA PENSIONE “REGALATA” SENZA AVER PAGATO UN CENTESIMO DI CONTRIBUZIONE – basta casta) […]

  • anna maria Reply

    6 ottobre 2014 at 2:51 pm

    Loro fanno schifo ,ma noi ce lo meritiamo questo andazzo,sappiamo solo piagnucolare ,mai un gesto concreto di protesta .E sarà sempre peggio ,sanno di restare impuniti .

  • mariani antonio Reply

    20 dicembre 2014 at 5:55 pm

    e bella la politica e i politicanti oramai è un mestiere

  • giuseppe Reply

    20 dicembre 2014 at 7:34 pm

    e che dire della Legge Treu, Ministro del primo Governo Prodi, produsse la criminale Legge 564 del 1996 che sta facendo una vera rapina agli italiani:
    con la Legge 564 del 1996, la base per il calcolo della pensione dei sindacalisti è costituita soltanto dall’ultimo mese di stipendio percepito. In questo modo per un sindacalista è sufficiente lavorare pochi mesi, o anche uno soltanto, magari facendosi riconoscere uno stipendio alto, per poi avere accesso per il resto della vita ad una pensione calcolata come se quello stipendio fosse stato percepito per tutta la vita lavorativa. Ma dal momento che in realtà così non è, l’intera pensione del sindacalista pesa sulle spalle dell’Inps, e quindi dei cittadini.
    Bonanni, ex-segretario CISL percepisce 8.593 euro lordi al mese (5.391,50 euro netti.):
    Fino al 2006 era segretario confederale e guadagnava 80 mila euro lordi all’anno. Diventando segretario generale, ha avuto diritto a un aumento del 30%. I salti sono piuttosto veloci, e nel 2009 Bonanni ha guadagnato 255.759 euro (+26% sull’anno precedente), nel 2010 267.436 (+4%), e nel 2011 c’è un aumento del 25%, a 336.260 euro: presentando la domanda prima della riforma Fornero, Bonanni si è potuto basare sulle ultime cinque retribuzioni per calcolare la pensione. Che è più alta di altri ‘colleghi’, come ad esempio Guglielmo Epifani, che guadagna “solo” 3.400 euro netti al mese.
    Come premio al misfatto, Tiziano Treu, grazie a Renzi, é il nuovo commissario straordinario dell’Inps!!!!

    • giuseppe Reply

      20 dicembre 2014 at 7:46 pm

      mi sono dimenticato: la buonoscita di Buonanni é di euro 336mila!!!!
      Buonanni Bonanni è riuscito a sfuggire sia alle modifiche introdotte nel 1995 dalla riforma Dini sia dalla riforma Fornero.

    • giuseppe Reply

      20 dicembre 2014 at 7:49 pm

      mi sono dimenticato: la buonoscita di Bonanni é di euro 336mila!!!!
      Bonanni è riuscito a sfuggire sia alle modifiche introdotte nel 1995 dalla riforma Dini sia dalla riforma Fornero

  • nome Giovanni Reply

    15 gennaio 2015 at 12:08 am

    Saluto a tutti, vorrei chiedervi e se potrei da qualcuno avere una risposta, mio padre essendo in pensione bensi sia quella minima e volendo incrementare il denaro a disposizione per il sostentamento della famiglia vorrebbe lavorare potrebbe? E sopratutto mettiamo che dall’ipotetico lavoro percepirebbe 1000 Euro potrebbe continuare a ricevere la pensione? Grazie a tutti coloro vorranno darmi dei chiarimenti

  • luciano Reply

    20 gennaio 2015 at 10:15 pm

    Ladri …ladri…ladri….una sola parola per definire la quasi totalità dei politici italiani.
    Sveglia, è ora di prenderli a calci in…….ad essere buoni.

  • ALESSANDRO MOSCA Reply

    22 maggio 2015 at 11:50 am

    MI DISPIACE ASSOCIARE IL MIO COGNOME CN GIOVANNI MOSCA DELLA CGIL,QUEL COMUNISTA KE NN SAPEVA COME RUBARE I SOLDI AL POPOLO
    OPERAIO&NON ITALIANO XI LORO PORCI COMODI,ALTRO BEL PERSONAG
    GIO ITALIANO,ALTRO COMUNISTA COME “NAPOLITANO”UN BEL ESEMPIO
    DI ONESTA’,MA QUANDO TOGLIETE TUTTE QUESTE ANGHERIE,MENTRE IL
    POPOLO NN RIESCE AD ARRIVARE ALLA TERZA SETTIMANA!!MA NOI,PARLI
    AMO,PARLIAMO,PARLIAMO,ED A VOI NON VE NE FOTTE UN CAZZO.

  • Carlo Neri Reply

    23 maggio 2015 at 5:29 pm

    La legge è stata approvata con i voti di tutti i partiti in un governo di centrodestra.
    40.000 persone ne hanno beneficiato ma guarda caso pubblicate solo nomi di esponenti di sinistra…complimenti per l’obbiettività!

    • giuseppe Reply

      23 maggio 2015 at 10:47 pm

      Assolutamente falso, la legge é del 1974 cui ne segui una nel 1997 Legge Treu, entrambi le leggi hanno fatto si che dirigenti sindacali, dirigenti di sinistra, funzionari del pci e spazzatura varia, come pci-pds.ds.pd ne hanno usufruito, come falsi partigiani che durante la II G.M. avevano al massimo 5 o 7 anni, catto-comunisti, ecco chi sono i mandanti di queste vergognose leggi, che poi ne abbiano usufruito anche altri é possibile, ma i mandanti sono i catto-comunisti.

    • GIUCOS39 Reply

      10 agosto 2015 at 10:00 pm

      Vede sig. Neri, dare una risposta come quella data a Lei, è veramente una cosa vergognosa.
      E sì perché non è il fatto che fosse un governo di Dx o di Sx che fa testo ma il fatto di dover constatare che tutti coloro che a quel tempo governavano e ci rappresentavano abbiano potuto approvare una legge così iniqua della quale ci obbiamo vergognare.
      Quello che però lei non può contestare è che la maggior parte dei politici e dei sindacalisti che usufruiscono di detta legge appartengono all’area della Sx.
      In definitiva chi l’ha proposta è un rappresentante della Sx, chi ne usufruisce sono in maggioranza di Sx: di che cosa vogliamo parlare?
      Faccio solo qualche considerazione: come mai la legge doveva andare in prescrizione dopo due anni ed invece le omane si sono protratte per oltre venti anni? Non si rende conto che i nostri governanti fanno il bello e il cattivo tempo a loro uso e consumo?
      In definitiva non parliamo di Dx o di Sx.

    • maurizio Reply

      12 agosto 2015 at 7:39 am

      Se conosci qualche nome di spicco della destra non fai altro che dircelo, in ogni caso quello che mi fa incacchiare da bestia è il fatto che la sinistar si è sempre dichiarata moralmente superiore, invece ha sempre e poi sempre rubato al prossimo, al futuro, a noi ed ai nostri figli, ladri patentati di partito, con la parvenza di uomini giusti

      • giuseppe Reply

        13 agosto 2015 at 11:29 pm

        Non può farlo, non ha neanche letto l’articolo, la legge é stata approvata nel 1974, dal centro-sinistra

      • giuseppe Reply

        13 agosto 2015 at 11:30 pm

        intendevo che Carlo Neri non può farlo.

    • Bruno Tomasich Reply

      1 settembre 2015 at 3:03 pm

      nel 1974 non con ci furono governi ci centrdestr e Mosca era di sinistra.

  • giuseppe Reply

    24 maggio 2015 at 12:15 pm

    x Carlo Neri: la Legge Mosca fu approvata nel 1974, non certo da un governo di destra, alla famigerata legge se ne aggiunse quella emanata dal ministro Treu, nel 1997, governo Prodi, se anche qualche esponente si centro-destra ne usufrui, la massa di parassiti sono catto-comunisti, fasulli partigiani (anche bambini che avevano 5 o 6 anni, oppure gente che non era nata,…), portaborse, sindacalisti-parassiti che alla sinistra piacciono, statalisti parassiti e gli attuali governanti del pci-pds-ds-pd. Entrambi le leggi sono da abrograre.

  • seneca Reply

    7 settembre 2015 at 9:55 am

    La chiamano Equità !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Avete dimenticato di enumerare un’altra casta di pensionati, in Italia, che non ha mai versato un euro per la propria pensione. Quelli che prendono l’assegno sociale. un altro sperpero inutile di denaro a favore di milioni di cittadini che percepiscono una pensione simile a chi , invece di contributi ne ha pagati nella propria vita lavorativa , per vedersi liquidare un miserabile assegno da 500,00 € . Vi sembra un paese normale Questo??????????

  • Roberto Zambrini Reply

    30 gennaio 2016 at 12:54 am

    .
    E’ nel patrimonio genetico delle sinistre campare sui denari altrui..
    .

  • Salvatore Messina Reply

    31 gennaio 2016 at 7:29 pm

    presentat arm…onori al presidente della repubblica!

  • antonio Reply

    1 febbraio 2016 at 1:57 am

    Io non faccio distinzione tra destra e sinistra, anche perché oggi le ideologie sono superate. M’interessa che ci sia giustizia, quindi diritti e doveri uguali per tutti. Per simili leggi non ho nessun timore reverenziale nei confronti di coloro che ne hanno approfittato indegnamente.Posso tollerare l’applicazione in prima istanza, ma travisarla no. Ho un grande DISPREZZO per chi strumentalmente ed contro legge ne ha approfittato, dimostrando di essere un gran parassita del popolo. Auspico che venga qualche onesto e privi i non aventi diritto. Inoltre è da abrogare in quanto anticostituzionale

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it