Cos’è realmente il fenomeno Grillo? | di Francesco Alberoni

alberoniPoichè mi sono occupato tutta la vita di movimenti collettivi sono rimasto e sono tutt’ora stupito della leggerezza e superficialità con con la stampa ma anche i nostri scienziati politici hanno affrontato il movimento cinque stelle di Grillo.
Lo hanno classificato come “movimento di protesta” l’espressione della collera della gente per l’inefficienza o la corruzione della classe politica, una sorta di chiassata destinata a finire quando i politici faranno certe riforme o certe leggi indispensabili. Ma questo può essere stato l’atteggiamento degli elettori. Il movimento collettivo è qualcosa di più profondo e strutturato, esiste da anni, ha un cemento ideologico.

Per far capire la differenza fra movimento ed elettori pensiamo a quanto è successo in Germania dopo la crisi del 1929. C’era disoccupazione, miseria, la gente voleva pace, lavoro e benessere ed ha votato per Hitler che glieli prometteva attaccando in modo feroce tanto la destra quanto la sinistra. Però Il movimento nazionalsocialista esisteva da tempo, aveva una ideologia e un programma che Hitler aveva addirittura scritto nel suo libro Mein Kampf. Ma la gente non aveva letto questo libro, non aveva guardato l’ideologia, aveva votato per punire gli altri politici e perchè voleva il benessere. Ma giunto al potere Hitler ha applicato il suo programma. Ebbene anche il movimento a cinque stelle di Grillo ha una ideologia che prevede la distruzione della democrazia parlamentare, la eliminazione dei partiti, dei sindacati mettendo al loro posto la democrazia diretta. È il vecchio programma dell’ anarchia solo che al posto del governo del popolo in piazza c’è il governo del popolo con il web: milioni di persone che si parlano col web, discutono e decidono tutto. La democrazia delle masse. Se si pensa come è difficile mettere d’accordo la gente di un condominio, immaginate cosa vuol dire governare mettendo ogni volta in gioco sessanta milioni di persone.

Alla fine deciderebbero tutto quei pochi che gestiscono il web, che controllano le domande e hanno in mano il governo. Sarebbe una dittatura, anzi un totalitarismo perchè non ci sono organi di controllo. D’altra parte già adesso il movimento ha un carattere totalitario, perchè decide tutto solo Beppe Grillo. E come fa col movimento farebbe col paese. Non fa mistero di volere per se il 100% del potere, il potere totale. Sarebbe il nostro capo onnipotente , il nostro grande fratello. Ma la nostra stampa, i nostri politici non lo prendono sul serio, non hanno capito chi è, cosa vuol realizzare, non ci credono, pensano che scherzi e continuano a litigare fra di loro come fecero nel 1922 liberali, socialisti e popolari quando avanzavano i fascisti di Mussolini.

Francesco Alberoni

Francesco Alberoni12 Posts

È un sociologo, giornalista e scrittore italiano. Nella mia vita ha studiato in modo sistematico i movimenti collettivi. Laurea in medicina a Pavia con una tesi sulla psicologia della testimonianza. Nel 1964, diventa professore ordinario di sociologia. Insegna a Milano, Trento, Catania, Losanna e, di nuovo, a Milano. Nel 1979, pubblica l'opera che lo rende celebre a livello mondiale, Innamoramento e amore, tradotto in oltre venti lingue. Past President dell'Associazione Italiana di Sociologia. Past President del CRS. Presidente dell'ISTUR. Ex Rettore dell'Universita di Trento. Ex Rettore dell'Università IULM di Milano. Past President f.f. del Consiglio di Amministrazione della RAI. Presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia. Editorialista de Il Corriere della Sera.

Commenta con il tuo account social

36 Comments

  • Fausto Reply

    30 marzo 2013 at 4:58 pm

    Il fascismo è nato più o meno in una situazione del genere, ma credo che i tempi diversi non permettano la stessa tipologia di evoluzione del movimanto, almeno lo spero, e comunque meglio stare attenti 🙂

  • Marcello Sanna Reply

    30 marzo 2013 at 4:59 pm

    Sono d’accordo col Prof. Alberoni e mi sono pronunciato in tal senso sin dal 2010. C’è una responsabilità unica ed incontrovertibile sulla nascita di un questo fenomeno psichedelico basato su libri e film di fantascienza. Ed è nostra: del PDL e della Corte dei Miracoli di cui si è circondato Silvio Berlusconi.
    Non abbiamo saputo informare i nostri elettori e simpatizzanti, non abbiamo saputo rafforzare e cementare il nostro consenso, non abbiamo saputo utilizzare le nostre sedi come centri di attivismo politico, non siamo stati capaci di riformare un fisco di derivazione Prodiana (leggi : Visco e Padoa Schioppa), non siamo stati capaci di riportare alla legalità una magistratura schierata e francamente sovversiva, non siamo stati capaci di utilizzare adeguatamente le tecnologie di comunicazione di massa (affidate a incompetenti del calibro di Antonio Palmieri e Michela Vittoria Brambilla), abbiamo lasciato mano libera alla sinistra in materia di gestione ambientale ed energetica.
    Un quadro desolante che avrebbe dato l’estro a Freud per riscrivere il suo “Psicologia delle Masse e analisi dell’Io” ed intitolarlo “Cronaca di un suicidio politico”.

    • Salvatore Reply

      31 marzo 2013 at 6:40 pm

      Non siete stati capaci, non siete stati capaci, non siete stati capaci, ecc ecc. Ma di cosa siete capaci allora? Sono vent’anni che siete incapaci volete altri vent’anni forse…..Credete veramente che la gtente sia disposta a credere alle vostra ormai nota inefficenze ed incapacita se non quelle di portare a termine unicamente quelle di carattere personali…….basta siete OUT…..sapete solo boicottare e sparlare del MOVIMENTO per la vostra evidente paura di perdita del potere ……

      • Marcello Sanna Reply

        1 aprile 2013 at 9:56 am

        Abbiamo tolto l’ICI, detassato la 1° casa e incentivato le ristrutturazioni con miglioramento energetico.
        Abbiamo chiesto il processo breve e il PD lo ha bocciato: il primo a gioirne è stato D’Alema che per Arcobaleno dopo 11 anni non ha visto fissata neanche la prima udienza ed è andato prescritto.
        Abbiamo chiesto la responsabilità civile dei magistrati per fermare lo scempio dei 4 milioni di errori giudiziari e il PD con Fini e Bongiorno lo hanno bloccato.
        Fregandosene dei cittadini innocenti rovinati o ingiustamente incarcerati.
        Abbiamo tentato di eliminare l’IRAP e il PD coi sindacati si sono opposti.
        Abbiamo tentato di riformare la PA eliminando i fannulloni e gli assenteisti (quelli che vedete timbrare a Striscia) e il PD coi sindacati si sono opposti.
        Abbiamo tentato di fermare l’invasione africana e la sinistra si è opposta: dal 2006 paghiamo a questi “migranti” 3 miliardi all’anno TOLTI ALLE FAMIGLIE BISOGNOSE ITALIANE !
        Abbiamo chiesto di dimezzare gli stipendi delle alte carriere di Stato e la sinistra con la magistratura in testa si è opposta.
        Calderoli ha eliminato 10.000 leggi inutili e ridondanti.
        Brunetta stava riformando la blindatura dei contratti pubblici ed è stato fermato.
        C’è ben di più. Ma non mi dilungo oltre. Io ho fatto uno straccio di autocritica. Ma è chiaro che non siamo Dei: diventa difficile governare con una toga sulla spalla e una Corte Costituzionale che impugna qualsiasi provvedimento del Governo.
        Caro mio: prendine atto. Il problema dell’Italia non è Berlusconi ma la sinistra e le sue componenti.
        Non è un caso che sia schifata soprattutto da Grillology.

        • enzo marelli Reply

          4 aprile 2013 at 8:14 pm

          cON LAMAGGIORANZA CHE AVEVATE….MANCANZA DI PALLE?

  • carla Reply

    30 marzo 2013 at 5:13 pm

    Grillo e’ un sovversivo e’ un anarchico,e credo anche drogato,
    vuole il potere assoluto…ma non l’avra’ mai,e’ solo una meteora…
    che passa, ma fa molti danni a tutti!
    Chi vota un robo del genere…credo si sente frustrato,ma gente con un minimo di intelligenza, se ne guardera’ sempre dal votarlo!

    • Salvatore Reply

      31 marzo 2013 at 7:13 pm

      Leggo L’Incoerenza nella forma piu infantile possibile: Qui si giudica assassino ,ladro,sovversivo,statalista,Hitler,dittatore,e tante altri appellativi volti solo al boicotaggio di chi e contro la vostra cecata fede per gente che racchiude tutti questi vostri appellativi ben celati sotto un falso e becero perbenismo ma che nei fatti pratici adotta ben celati da una inesistente e falsa democrazia morta oramai da tempo essendo rimasto solo un termine per fregarci liberta ,dignita e denaro …Ma vivete in Italia o non vedete cio che tutti vediamo .Vedete forse un’Italia florida ,industrializzata ed attiva,dove non ce poverta o disoccupazione ecc ecc ma dove vivete sulla luna .Questi sono i veri dittatori e grillo gli sta insegnando almeno moralmente ad autoriconoscersi ladri ed eesagerati in cio che prendono e sulla loro incapacita da loro stessi dichiarata di non aver saputo governare negli ultimi vent’anni almeno e lo dicono in tv, finora politicizzate dove mai niente del genere era neanche sato sfiorato …Meditate ed usate la coerenza prima di dare giudizi senza ne capo e ne coda le cose vanno ponderate poi valutate ed infine giudicate …Grillo non ha una maggioranza tale da poter fare le cose giuste che ha in programma di fare mentre gli altri sono vent’anni che hanno solo presi per il sedere tutti noi compresi chi continua ancora ad averne fiducia.

    • Marco S. Reply

      1 aprile 2013 at 6:45 am

      “Fa molti danni a tutti?” Gli infami che ci hanno governato e che ci hanno portato al disastro cosa hanno fatto?. Fortuna che “gente con un minimo di intelligenza” si affida ai custodi delle nipoti di Mubarak e a chi dissangua la gente per dare soldi alle banche(rotte e rosse).

    • Roberto Casu Reply

      1 aprile 2013 at 7:36 pm

      brava per la puntuale precisazione ma…. posso replicare se me lo consenti in quanto non lo devi confondere con gli anarchici!!!!

  • AMEDEO CATENA Reply

    30 marzo 2013 at 6:17 pm

    Ma se libertà e democrazia significano tutto quello che abbiamo visto e subìto per circa 60 anni, con l’esito finale che stiamo vivendo, allora ben venga il totalitarismo. Ora la massa degli impotenti ed indifesi è sotto schiaffo mentre i potenti sono sempre più potenti (e sprezzanti), allora ben venga una livella e sotto schiaffo tutti !!!

    • Alberonif Reply

      2 aprile 2013 at 12:13 pm

      Totaliitarismo significa fine di ogni libertà nella tv nella stampa significa polizia segreta che ti arresta di notte ti fa sparire,,significa che vieni condannato senza processo significa che tutti spiàno ne denunciano tutti ,significa. Terrore

  • vincenzo Reply

    31 marzo 2013 at 4:39 pm

    sono perfettamente in accordo…

    • Salvatore Reply

      31 marzo 2013 at 6:28 pm

      “Sotto schiaffo” ci andranno i soliti, noi, quelli che stanno nella stanza dei bottoni danno schiaffi, non li prendono. Il mondo è pieno di totalitarismi, non ne sentiamo il bisogno: prendete la Corea del Nord. Muoiono di fame e i loro capi stanno per scatenare una guerra atomica, e le masse applaudono, non possono fare altro. Considero Grillo un “Masaniello” moderno e penso che farà la stessa fine, anche se mi auguro che alle prossime elezioni chi l’ha votato ci pensi tre volte prima di rivotarlo.

  • Maria Carmen Spano Reply

    31 marzo 2013 at 6:11 pm

    L’analisi di Alberoni è vera. Con Grillo gli italiani rischierebbero di avere una sorta di despota , di dittatore assoluto, contrario al progresso ed al bene dell’umanità. Una sorta di padre eterno. Cave!

  • SHUSHANIG Reply

    31 marzo 2013 at 6:54 pm

    L’Italia è allo sbando ma non tanto quanto la Germania degli anni venti!! Quello che abbiamo in più oggi è che controlliamo e siamo anche controllati!!! Chiedo venia per le parole forti che userò, ma noi da ben 70 anni siamo ancora volenti o nolenti un Paese satellite degli USA, che ci lascia fare i balocchi fini che……..fin che le aggrada!! Al momento che i giochi si potrebbero fare duri…….i duri incomincerebbero a ballare e state quieti, quei duri non saremmo certo noi!!! Il voto dato a Grillo è stato si un voto di protesta, ma è un voto perso in quanto alla fin dei salmi è una compagine scompaginata. E’ una formazione di persone impreparate che con anche abbastanza buona volontà non ha la capacità ne la conoscenza per portare avanti un Paese. Quando, dopo innumerevoli approcci con la destra e la sinistra, dovremo ritornare al voto auspicherei un re- impossesso delle capacità intellettive e la capacità di valutare al meglio il partito e le persone atte a portarci avanti senza tanti scossoni!!!

  • Salvatore Reply

    31 marzo 2013 at 7:20 pm

    Sei forse del PD o del PDL??? Non dirmi che non centra perche e ormai uno sposrt di questi Signori cercare di boicottare e disgregare il movimento non mi meraviglio affatto …Si giudica su supposizioni e fantasmi del passato ma si continua a non vedere che chi ci ha governato fin’ora ha in pieno ed incorporate tutte queste allusioni che volete a tutti i costi affiancare alla figura del movimento. Questi sono i verio dittatori che coperti da una falsa democrazia e mascherati da un falso e becero perbenismo ci fregano da sempre…….Buon Lavoro e che lo sia innanzitutto coerente e reale….

    • Qelsi Blog

      Qelsi Blog Reply

      1 aprile 2013 at 8:12 am

      Cioè tu non sai chi è Francesco Alberoni?

  • Antonio G. De Padova Reply

    31 marzo 2013 at 8:56 pm

    condivido l’analisi di Alberoni e spero proprio che tutto cio’ non avvenga. Abbiamo l’esperienza, alcuni indiretta, altri diretta, di quello che e’ successo il dal 1920 in poi. In germania Hitler, In Italia Mussolini.
    Dapprima entrambi saliti con l’appoggio e l’entusiasmo delle folle. Chi non ha visto i documenti LUCE di piazza Venezia quando e’ stata dichiarata la guerra a Francia e Inghilterra. E sappiamo tutti cosa e’ successo dopo.

    Spero tanto che finche’ vivono le generazioni che hanno vissuto direttamente questa storia, queste cose non accadano piu’.

    AGDP

  • Claudio Raia Reply

    31 marzo 2013 at 10:31 pm

    analisi condivisibile ma mi chiedo se e’ meglio una dittatura che rimetta un po di ordine o continuare a subire tutte le ruberie, il nepotismo di docenti e politici, gli stipendi da favola anche per un manager americano, un finanziamento ai partiti fuori dal comune, una classe politica inetta dedita solo a perseguire interessi personali, la popolazione che muore di fame, si suicida, fabbriche ed artigiani che chiudono perché devono lavorare oltre sei mesi all’anno solo per pagare le tasse, uno stato che non paga per i lavori commissionati, se devi riavere soldi indietro dallo stato ti danno un interesse da fame e se li prendi sara’dopo 4 o 5 anni mentre se li devi ti dissanguano con multe penali ed interessi, una equitalia che ti sequestra la casa per una multa mentre invece fa sconti del 75% ai grandi evasori ecc. ecc. ecc. No! meglio la dittatura

  • Simone Reply

    1 aprile 2013 at 1:00 am

    Grillo non può distruggere quello che non esiste, la democrazia è morta da tempo… Viviamo in un paese dove le votazioni vengono vanificate dai saggi e dai professori massoni, dove le tasse e il rigore di bilancio hanno più importanza della qualità della vita e del benessere del popolo. Dove i suicidi vanno eclissati e dove gli scandali bancari e le intercettazioni scomode vanno taciute! E’ democrazia questa??? Ma che cavolo stai dicendo?

  • Arturo Leccese Reply

    1 aprile 2013 at 12:38 pm

    Il movimento 5 stelle è stato creato ad hoc per raccogliere tutti gli scontenti e delusi della politica inglobando in sè tutti voti che sarebbero andati a sinistra vedi no tav ecc. così da togliere voti a Bersani e con qualche voto anche della destra, ma molti meno di questi; hanno creato il “contenitore dei delusi” indebolendo la sinistra; operazione direi riuscita in pieno; ora 2° step è fare il governo PD e PDL con grillini all’opposizione…. ed è quello che succederà. Dietro questa cosa mi pare ci sia una REGIA TRANS NAZIONALE, addirittura TRANS EUROPEA basta guardare l’andamento delle borse in funzione dei vari accadimenti e l’assenza decisionale dei 5 stelle tranne qualche populistica presa di posizione.Io aggiungo: MENO MALE CHE è ANDATA COSI’

  • riccardo mazzante Reply

    1 aprile 2013 at 4:09 pm

    condivido l’analisi di Alberoni. il pensiero unico che Grillo vuole imporre non è quello che ci vuole. Il confronto democratico delle idee e la giustizia sociale ed economica deve essere ricercata ed attuata. Gli estremismi e gli estremisti non hanno mai portato pace e benessere.

  • Mimmo Reply

    1 aprile 2013 at 4:15 pm

    Quì, non si sta a discutere Grillo e i suoi metodi o la struttura del suo movimento e ideologia da molti definita alla stregua del partito nazional socialista del passato. Chi si riconosce nel movimento, è generalmente una persona schifata da questo meccanismo politico formato da incapaci (per i problemi altrui però) è sete di giustizia, di equità premiante per i meritevoli. La politica attuale post voto, intende resistere ad ogni costo traghettando i vecchi giochi di potere anche nella prossima legislatura. Si sta perdendo una generazione porca miseria! nella totale indifferenza. Non amano il paese. Se avessero AMORE per la Patria, una soluzione l’avrebbero già trovata. Ma non la vogliono perchè il disastro in cui siamo precipitati ESIGE cambiamento drastico di rotta all’insegna della parsimonia SU TUTTO cominciando dai loro emolumenti e da tutto ciò che è spreco e non produce ricchezza. Tanto mi sento di dire. Grillo è l’ultimo dei problemi.

  • Giulio Reply

    1 aprile 2013 at 5:17 pm

    Concordo su quanto affermato.
    Ma i partiti hanno perso un’occasione importante durante il governo Monti per modificare la legge elettorale e per fare alcune riforme istituzionali, richieste più volte dal Presidente della Repubblica e ancora prima del Popolo. Gli scandali di alcuni politici, lo sperpero dei soldi pubblici (che dura da anni), l’incapacità di interpretare e ben comunicare la crisi economica, l’inerzia della politica, sacrificare spesso l’interesse della collettività per la soluzione dei problemi di qualcuno, spingono i cittadini a ricercare altre vie …

  • Giorgia Calzi Reply

    2 aprile 2013 at 2:41 pm

    La penso perfettamente allo stesso modo. Mi ha dato l’impressione di un dittatore che pensa di avere la verita’ assoluta o con lui come vuole lui o contro di lui fa paura

  • franco Reply

    4 aprile 2013 at 7:41 am

    buongiorno a tutti,
    non mi sembra che nel pdl ci sia tutta questa democrazia, neppure nel pd, dove prendono decisioni in pochi. non si preoccupi alberoni,fuori italia non mi sembrano spaventati. per quando riguarda le dittature, voi mi insegnate che la storia la scrive chi vince specie dove mettere i punti e le virgole. Ma il problema resta! chi perde? sono sempre i piu’ deboli. auguri a tutti noi

  • Tullia Bommattei Reply

    5 aprile 2013 at 3:36 pm

    Possibile che questa limpida analisi non venga recepita da chi abbia un minimo di capacità riflessiva e critica? Grazie Alberoni!

  • maria rosa trovato Reply

    12 aprile 2013 at 9:05 pm

    pensavo che grillo fosse diverso, che potesse collaborare insieme a bersani e salvare il paese dal disastro…….

  • maria rosa trovato Reply

    13 maggio 2013 at 9:38 pm

    condivido

    • maria rosa trovato Reply

      13 maggio 2013 at 9:44 pm

      condivido

      • maria rosa trovato Reply

        13 maggio 2013 at 9:53 pm

        condivido parola x parola cio che il dott. AlbERONI cerca di chiarirci
        ,metterci in guardia perche’ non sia troppo tardi.

  • gianni Reply

    24 agosto 2013 at 4:33 pm

    certo che che per quanto riguarda “chiacchiere”, mancanza di praticità,ma sopratutto senso di autocritica vi fatte sempre riconoscere. Il discorso diventerebbe troppo lungo quindi spiegate come fatte a giudicare male colui che non conoscete per mettere sul piedistallo coloro che invece “straconoscete” da 30 anni e hanno condotto il paese in rovina?????????
    Non può essere stato Grillo a procurare 2000 (duemila) miliardi di €uro di debito pubblico!! Gran parte degli italiani lo sa!! Mi vien da ridere quando si menzionano gli anni 30 di germania e italia come parametri di confronto dell’M5* e di Grillo..!!
    Ho 49 anni e una grande esperienza fatta su me stesso, vorrei dire che una qualsiasi persona sana di mente voterebbe M5* senza conoscerlo piuttosto che
    gli stessi partiti conosciuti; politicanti che hanno saccheggiato, saccheggiano e continueranno a saccheggiare il paese.
    Mi fiderei mille volte più di un Grillo dittatore piuttosto che dei vari:
    Monti,bersani,berlusconi & company democratici.

    • Jacopo Reply

      16 maggio 2014 at 6:01 pm

      E’ democrazia anche non andare a votare!!!

  • Alberto D'urso Reply

    17 maggio 2014 at 1:11 pm

    E’ sicuramente colpa del M5S, se mi sono ridotto a votarli.

  • luciano Reply

    17 maggio 2014 at 4:55 pm

    Penso che togliere il potere a questi mafiosi di politici massoni e tutte le varie lobby a cui fanno capo o tramite sia la cosa più bella che Grillo e il M5S possano fare e pensare che fino alle ultime votazioni elettorali sia nazionali che comunali ho votato Lega.
    Ora basta voglio che quella strafottenza che che hanno sulla faccia sparisca assieme a una politica fatta di privilegi dimenticando il popolo che li ha eletti e che ora è alla canna del gas.
    Grillo e il M5S rappresentano il nuovo e la speranza di una nuova società basata sulla democrazia e la solidarietà.
    In Svizzera le grandi questioni e i grandi problemi vengono affrontati da tutti i cittadini con consultazioni referendarie.
    Perciò Alberoni Francesco ti invito ad avere coraggio e cambiare per il futuro dei nostri figli.
    Grazie

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it