Dove finiscono i soldi “risparmiati” dai grillini? In consulenze, maschere antigas e propaganda politica

5 stelleCome nella prima repubblica. Anzi peggio. Perché perlomeno nella prima repubblica il sistema clientelare e del voto di scambio era alla luce del sole. La macchina perversa del Movimento 5 Stelle invece ha ingranaggi talmente oliati e perversi da riuscire ad ingannare gli elettori: il “movimento” (“non è un partito, svegliaaa”, sì, lo sappiamo a memoria ormai, amici grillini) fa credere di non percepire finanziamenti pubblici, invece intasca i contributi previsti per i gruppi consiliari regionali. Nonché gli stipendi dei consiglieri, che  però non trattengono l’intero importo degli emolumenti.
Una parte va al “Restitution Day”, che finanzia progetti a 5 Stelle. Noi di Qelsi avevamo già avanzato dubbi sulla serietà di questa “restituzione” alla cittadinanza, ora queste perplessità sono suffragate da prove. Il Restitution Day non è altro che un rimborso elettorale per vie traverse. Serve a finanziare non solo amici e amici degli amici, secondo la perfetta logica clientelare della prima repubblica, ma anche a coprire spese per consulenze, maschere antigas (!), volantini di propaganda.
Insomma, ben poco viene davvero restituito al territorio.
E’ stato Fabrizio Biolé, ex consigliere del Movimento 5 Stelle in Regione Piemonte, a pubblicare gli estratti conti degli ultimi tre anni.
Come riporta la testata on-line torinese “Lo Spiffero”, il conto corrente del gruppo consiliere regionale aperto presso la Banca Etica aveva come cofirmatari il capogruppo Davide Bono e l’altro consigliere Fabrizio Biolè, recentemente epurato da Beppe Grillo senza troppi complimenti. Finora nessuno ha mai saputo come i due disponessero di quei fondi, ora lo sappiamo.
Nel novembre 2012, ad esempio, quasi mille euro sono stati utilizzati per buoni pasto e rimborsi spese di cui usufruiscono gli “staffisti” Laura Castelli, Ivan Della Valle, Marco Scibona, Giorgio Bertola, Marco Rodella, Marco Nunnari e Francesca Frediani, rigorosamente retribuiti con soldi pubblici.
E ancora: innumerevoli consulenze legali, sostegni a campagne elettorali, acquisto di materiale propagandistico, persino caschetti bianchi e maschere antigas e lacrimogeni, acquistate nel giugno 2011, durante la calda estate in Val Susa: strumenti non proprio usuali per l’attività di un consigliere regionale.
Il 26 aprile del 2012 invece sono state curiosamente acquistate borse di canapa per un valore totale di 5.300 euro. Ma cosa se ne fanno i grillini? Non dovevano essere soldi da “restituire al territorio”?
Ecco il link degli estratti conti

L’estratto conto del fondo Progetti 5 Stelle

Qui un esempio

312375_168467743301864_218929042_n

Riccardo Ghezzi

Riccardo Ghezzi1205 Posts

Giornalista pubblicista, scrive di sport e politica su testate locali piemontesi. Appassionato di politica da sempre, ha un unico pregio: non essere mai stato di sinistra in vita sua

Commenta con il tuo account social

65 Comments

  • gigi rock Reply

    23 febbraio 2013 at 12:03 am

    5000 euro di borsette di canapa? INTERNATELI!

    • Simone Reply

      23 febbraio 2013 at 7:24 pm

      AHAHAHAHAH!!!!! Ma no dai, loro sono la rivoluzione pulita del futuro!

    • giovanni Reply

      17 agosto 2013 at 4:43 pm

      se leggessi un pò di più invece di fare battute, in un momento in cui l’Italia sta morendo sapresti che i soldi in buona parte sono finiti in un fondo garanzia per medie e piccole imprese, continuate a criticare italiani …buoni a nulla si può dire?

  • sergio Reply

    23 febbraio 2013 at 4:14 pm

    Quando dici : “La macchina perversa del Movimento 5 Stelle invece ha ingranaggi talmente oliati e perversi da riuscire ad ingannare gli elettori” sembra che parli di un partito che esiste da 40 anni.. il M5S è stato voltato in sicilia solo 3 mesi fa, e i suoi eletti percepiscono lo stipendio da poki mesi. questi estratti conto a quale stipendi di quale deputato o senatore o ministro del M5S si riferiscono ??

    e poi: “Nel novembre 2012, ad esempio, quasi mille euro sono stati utilizzati per buoni pasto e rimborsi spese di cui usufruiscono gli “staffisti” Laura Castelli, Ivan Della Valle, Marco Scibona, Giorgio Bertola, Marco Rodella, Marco Nunnari e Francesca Frediani, rigorosamente retribuiti con soldi pubblici.” in pratica 1000 euro per i pranzi di 7 persone? magari per 10 pasti? sono 10 euro , in pratica un panino , una coca e un caffe ?

    • Riccardo Ghezzi

      Riccardo Ghezzi Reply

      23 febbraio 2013 at 11:47 pm

      Si riferiscono al Piemonte, basta leggere.
      Pensa se esistesse da 40 anni quali diavolerie potrebbe fare!
      Gli staffisti hanno già il loro stipendio pagato con soldi pubblici. Sono persone che si erano candidate e non sono state elette. Le bocche da sfamare con soldi pubblici cominciano ad essere tante, per un movimento che diceva di non percepire finanziamenti pubblici

      • Gina Di Palma Reply

        3 marzo 2013 at 11:21 pm

        Vorrei tanto sapere come vengono amministrati tecnicamente i soldi “rifiutati” dagli eletti del M5S. Se vengono rimessi a disposizione dell’ente dal quale li percepiscono e quindi la gestione è pubblica o se invece li amministrano direttamente per tematiche scelte da loro. Nel primo ne avremmo una gestione corretta, nel secondo saremmo al peggior clientelismo che l’Italia ricordi.

        • Riccardo Ghezzi

          Riccardo Ghezzi Reply

          3 marzo 2013 at 11:40 pm

          La prima non si può fare.
          E’ la seconda.
          E dici bene: è il peggior clientelismo che l’Italia ricordi

    • sherly Reply

      2 marzo 2013 at 7:58 pm

      d’accordissimo, mia madre percepisce 100 euro di buoni pasto al mese, ed é operaia, in belgio. ma per favore! questi attacchi ai grillini sono pietosi.

      • mousse Reply

        7 marzo 2013 at 1:02 pm

        sherly…. mi spieghi cosa caxxo se ne fa un partito (si vabbè un non partito…) di 12 maschere NBC?

        Se non lo sai sono maschere antigas.

    • Omero Votta Reply

      6 marzo 2013 at 8:15 pm

      …..voglio credere alla buona fede..nel contempo mi chiedo e domando….perchè non rinunciare veramente..prendendo solo quello che dichiarano di prendere….e il resto lo lascino allo Stato che lo eroga !!??

      • Giovanni Reply

        16 agosto 2013 at 1:40 pm

        si lo eroga nelle sue tasche, ma dove vivi, dove pensino vadano i miliardi di euro che annualmente eroghiamo nelle casse dello stato? ti sembra che in Italia tutto ciò che è pubblico funzioni? per i soldi che paghiamo, in ogni ufficio in cui andiamo dovrebbero stenderci un tappeto.

  • roberta Reply

    25 febbraio 2013 at 6:22 pm

    vedo un futoro davero molto pieno di risorse e di voglia di colaborare

  • liuk Reply

    27 febbraio 2013 at 10:48 am

    che problema avete col M5S? vi da fastidio l’onestà? perchè non andate ad indagare sullo scandalo per eccellenza… MPS/PD strano che non se ne parli più. è grazie a persone che la pensano come questo ghezzi che l’italia oggi si trova in queste condizioni. che cos’è che non vi piace del M5S, il reddito di cittadinanza? non vi piace che vorrebbero aiutare le persone senza lavoro? non vi piace il fatto di voler togliere le auto blu ai ladroni? non vi piace dire no a f35 sommergibili ecc.? non vi piace risollevare la sanità e la scuola? non vi piace che l’acqua sia pubblica?non vi piace l’abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti? non vi piace l’abolizione delle province? non vi piace il fatto che nessuno deve rimanere indietro? non vi piace il miracolo che stanno facendo in sicilia? FATEVENE UNA RAGIONE…È BOOM DI GRILLINI IN PARLAMENTO, GLI INCIUCI SONO FINITI, È ARRIVATA LA VERA DEMOCRAZIA..SI CAMBIA ARIA.

    • Riccardo Ghezzi

      Riccardo Ghezzi Reply

      27 febbraio 2013 at 11:59 am

      Hai ragione. Gli inciuci sono finiti. Da oggi si chiamano “Modello Sicilia” (Pd-Grillo) 😀
      Ma poi evidentemente non leggi il blog. Su Mps-Pd siamo usciti come dei dannati, almeno 7 articoli in due settimane. Ci avessero imitato i media nazionali…

      • liuk Reply

        27 febbraio 2013 at 8:27 pm

        si ma non hai risposto. tra le cose che ho elencate che cos’è che non ti piace? 😀

      • antonio scrima Reply

        1 marzo 2013 at 1:27 pm

        Se non si conoscono i fatti (modello Sicilia PD-Grillo) sarebbe buona norma, ed elementare educazione, tacere. Sembra venir fuori il classico “inciucio” della peggiore partitocrazia degli ultimi 40 anni. I 15 eletti all’ARS fino adesso hanno svolto egregiamente il compito per il quale sono stati demandati dagli elettori. Oltre all’aver restituito, così come promesso in sede di campagna elettorale, buona parte dei loro compensi, destinandoli ad un fondo che dovrà mirare a dare rilancio alla piccola e media impresa (PMI), al contempo sono stati punto cardine dei maggiori lavori d’aula. I compensi relativi al famigerato rimborso elettorale non sono minimamente transitati nelle mani di alcun “onorevole” ne, tantomeno, nelle tasche degli attivisti del MoVimento. Forse non si é ancora capita una cosa fondamentale, cioè la vera rivoluzione che sta portando in essere il M5S. Chiunque degli attivisti venga eletto a ricoprire qualsivoglia figura istituzionale, oltre a rispondere del proprio operato con gli elettori e con la cittadinanza tutta, in primis deve risponderne alla base che lo sostiene. Nessuno di noi, ve lo posso garantire, permetterebbe a chicchessia di giocare con la propria faccia ribaltando, in funzione di meri interessi personali, gli elementi cardine del progetto socio-politico al quale regaliamo affetti, impegni e, si, anche denaro delle NOSTRE tasche.

        • Riccardo Ghezzi

          Riccardo Ghezzi Reply

          1 marzo 2013 at 2:46 pm

          E se non si leggono i contenuti dell’articolo che si commenta, quali sono le buoni norme di elementare educazione? Tacere, no?
          Nell’articolo si parla del Piemonte, non della Sicilia.
          Se in Piemonte questa rivoluzione non è avvenuta, posso solo augurare che avvenga almeno in Sicilia

      • Giovanni Reply

        16 agosto 2013 at 1:46 pm

        allora invece di criticare il M5S fai il tuo dovere, sei indietro di 20 anni, prova a recuperarne almeno in parte, parlaci delle fondazioni, delle vacanze spesate dei politici governanti, da 20, 30 mila euro famiglia e addetti a carico, parlaci di auto blu, di super scorte, di super pensioni, di super stipendi, di soldi erogati ai giornali e giornalisti per riviste che neanche escono in edicola, poi e dico poi forse puoi criticare l’operato del M5S

    • alessandro Reply

      27 febbraio 2013 at 10:41 pm

      veramente questi estratti mostrano gli inciucci del M5S… non so se te ne rendi conto, ma i famosi ‘8000 euro’ che dicono di ‘restituire’ vanno in un conto ‘etico’ dal quale attingono per rimborsarsi le spese, pagare le consulenze, il materiale propagandistico. Cioè rimangono li a disposizione loro.

      • Giovanni Reply

        16 agosto 2013 at 1:47 pm

        non so se te ne rendi conto ma i soldi che hanno restituito, in parte(quasi tutti) sono andati in un fondo comune in favore delle medie e piccole imprese.

        • alessandro Reply

          17 agosto 2013 at 5:13 pm

          piccole medie e imprese di cui tu hai una lista? finora dalle poche pubblicazioni di movimenti dei conti i soldi vengono utilizzati per imborsi e per finanziare progetti di altri esponenti del M5S o di loro parenti. Progetti molto discutibili a volte.

          • Mauro

            17 agosto 2013 at 11:38 pm

            Finanziare progetti di altri esponenti del M5S o di loro parenti ? Mi faresti un esempio concreto di ciò che affermi ?

          • Riccardo Ghezzi

            Riccardo Ghezzi

            18 agosto 2013 at 6:20 am

            Clicca sul link riportato come fonte, http://www.qelsi.it/2012/lipocrisia-dei-grillini-coi-soldi-pubblici-finanziano-amici-trombati-alle-elezioni-e-no-tav/, compariranno altre fonti tra cui un articolo de Lo Spiffero sul R-day in Piemonte

          • alessandro

            18 agosto 2013 at 10:36 am

            ecco un esempio
            http://www.lospiffero.com/buco-della-serratura/r-day-soldi-a-parenti-e-attivisti-3224.html

            ti lascio a cercare gli altri

          • Giovanni

            27 agosto 2013 at 12:38 pm

            cioè vorresti paragonare i soldi dell’articolo nel link da te postato con quelli della casta? 2000 euro per un progetto in favore dei cittadini, se attuato, tu lo paragoni a ferie in paesi tropicali, cene con escort, regali a mogli, amanti e così via? s’andà bene,poi ci lamentiamo se il Paese va a rotoli.

          • Giovanni

            27 agosto 2013 at 12:49 pm

            una cooperativa e un sostegno ad una università tu li chiami ambigui? dimmi chi delle altre forze politiche fa altrettanto, e dove finiscono i loro(nostri) soldi? certo che ci vuole un bel coraggio a trovare del marcio nel M5S, in un Paese dove da 25 anni a questa parte l’unica cosa non marcia(per ora) risulta il M5S. dove eravate quando questi politici ci portavano alla rovina? voi giornalisti, critici e criticatori?

    • Vera Reply

      1 marzo 2013 at 4:24 pm

      …però conoscere “trasparentemente” il vero impiego di quanto viene decurtato credo sia uno dei propositi migliori per portare avanti al filosofia del M5STELLE…..e secondo il mio modestissimo parere avere dubbi è sano visti i vari scenari della politica degli ultimi decenni…

  • Simone Reply

    27 febbraio 2013 at 2:03 pm

    L’unica cosa che mi ha dato fastidio sono i grillini, e non il M5S!!!
    Come il vostro leader, siete capaci solo a sputare sentenze, a insultare e fare i prepotenti senza diritto di replica. Troppo difficile per voi confrontarsi e ragionare con i dovuti modi!!
    In questi giorni di campagna elettorale, non ne ho trovato uno decente. Se questo è il futuro della politica, complimenti.
    Certo hai abbondato di presunzione, tra il dire e il fare, c’è di mezzo……Bersani, che avete sempre odiato, il nano Berlusconi che non potete sopportare, e adesso pure Maroni in Lombardia…..
    Io ve lo auguro, e devo dire che su alcune cose sono daccordo con Grillo, ma su tante altre…. per favore!!
    Auguri!!!

    • Giovanni Reply

      16 agosto 2013 at 1:50 pm

      sono le idee che contano non i singoli, prova a dirci un solo punto di programma (eppure in comune ne avevano tanti)della coalisione attualmente al governo diventato legge, che delusione gli italiani

      • alessandro Reply

        17 agosto 2013 at 5:14 pm

        ma non siete quelli del “uno vale uno”? ora invece contano le idee?

        • Giovanni Reply

          3 settembre 2013 at 7:46 am

          perchè uno vale uno non contano le idee, che delusione gli italiani

  • masura Reply

    28 febbraio 2013 at 12:05 pm

    L’ M5S esiste da 3 anni veramente, ed è gia nei consigli regionali e comunali tra piemonte liguria emilia romagna ecc da praticamente 1 anno e piu’. Ma ragazzi , pensavate davvero che restituissero a noi comuni mortali qualcosa???
    Loro dicono noi personalmente ci decurtiamo lo stipendio quindi non giriamo in maserati, e non compriamo l’Ipad d’oro o ceniamo a caviale e champagne, invece ci finanziamo la nostra rivoluzione personale…
    Non raccontiamoci barzellette, in un modo o nell’altro la politica era, e’ e rimarrà per sempre la stessa schifezza che è sempre stata, l’unica cosa è l’affinazione della tecnica di presa per i fondelli… quella si evolve in continuo…

  • Agata Montesanto Reply

    28 febbraio 2013 at 3:09 pm

    Questo articolo di parte confonde l’opinione pubblica e fa leva appositamente su alcuni punti. Non si parla del neo-metodo siciliano, ad esempio e della scelta di utilizzare il 75% degli stipendi dei 15 portavoce all’ars per il microcredito. Si punta il dito su un nuovo sistema politico, portato avanti da cittadini che nel bene e nel male, anche quando sbagliano, mettono tutto online, un metodo in continua evoluzione e in continuo miglioramento, come è giusto che sia ogni cosa che è Nuova e continuamente migliorabile. Non vi soffermate però a parlare di dove siano andati a finire milioni e milioni di soldi pubblici, evidentemente questo non farebbe scoop, nei vostri articoli, dato che probabilmente per voi il popolo italiano è ormai succube, schiavo e impotente davanti ai colossi della delinquenza che straripa dai partiti…invece per nostra e vostra fortuna c’è anche chi, pur sbagliando o meno, tenta di creare una strada diversa. Perchè invece di cercare di affossare il Nuovo, non cominciate a denunciare il vecchio?

    • Riccardo Ghezzi

      Riccardo Ghezzi Reply

      28 febbraio 2013 at 3:46 pm

      Ah, siamo noi a confondere l’opinione pubblica eh!
      Non stiamo affossando il nuovo, semplicemente stiamo dicendo che il nuovo ha imparato molto bene dal vecchio e tra qualche anno sarà in grado di superarlo. In peggio.
      Le premesse ci sono.
      Buon inciucio con il Pd!

      • Dario Reply

        21 maggio 2013 at 2:05 pm

        Sono nuovissimo in http://www.qelsi.it, ho letto l’articolo ed i commenti.
        “Giornalista pubblicista, scrive di sport e politica su testate locali piemontesi. Appassionato di politica da sempre, ha un unico pregio: non essere mai stato di sinistra in vita sua.”
        L’ultima frase, Ghezzi, sottolinea che apartitico non sei, dal momento che ragioni ancora fondamentalmente secondo il sistema bipolare d’una stessa calamita arrugginita che ha portato il paese alla rovina. Cos’è pragmaticamente la destra? Perché dici di non essere di sinistra? In che simbolo ti rispecchi?
        http://www.clandestinoweb.com/wp-content/uploads/UMBRIA_SENATO_DEFINITIVO.png
        Nella coalizione di centro-destra con Berlusconi? In Fiamma Tricolore? In cosa? In Forza Nuova? In Monti? Chi hai votato alle ultime elezioni? Vergogna a dirlo, o a sottolinearlo nel caso tu l’abbia detto in altre occasioni? Io lo grido, fiero: HO VOTATO IL MOVIMENTO 5 STELLE. Perché? Il mondo latino è attraversato da una crisi economica che affonda le sue radici nel sistema capitalistico marionettato dalla banca centrale europea e dalle società di rating, analogamente a quanto accade in america con la federal reserve. Ho assistito davvero a tantissimi, in tv, in radio, di persona, dialoghi tra i soliti politici e/o economisti e/o venditori come Berlusconi. Parlano sempre e solo di numeri, di fatterelli loro, di dispettucci tra partiti o nello stesso partito addirittura. L’unico, che abbia mai sentito parlare chiaramente, senza imbrogli, senza interessi, di signoraggio bancario, di bilanci, di energia pulita, di internet per tutti, di riorganizzazione delle città e della politica come responsabilità, e non come fonte di lode e di diamanti, è stato Beppe Grillo. Lo ammiravo quando faceva i suoi spettacoli teatrali, lo ammiro tutt’ora che insegue un qualcosa di talmente grande e rivoluzionario, che pare quasi fantasioso, inapplicabile, impercettibile. Proprio come quando tutti dicevano che era impossibile le idee da lui portate avanti raccogliessero i consensi di una così grande fetta del paese. Un qualcosa a cui probabilmente il popolo italiano non è neanche pronto, dacché cresciuto secondo schemi prestabiliti della vecchia politica. Molti dei suoi fanno fatica a correre alla sua velocità, e capita che inciampino durante il percorso, ma poi si rialzano. Chi non rispetta le regole del gioco, fuori, s’iscrivesse ad un partito o altro: non c’è tempo per stare a contrattare niente. Si deve raggiungere il punto in cui, attraverso referendum propositivi, tutti gli italiani, e non i pochi parlamentari, decidano su questioni importantissime del paese. Non funziona come la polizia locale e l’FBI: una volta eletti i parlamentari, decidono loro. NO. Loro sono gli strumenti, il collegamento sempre attivo tra popolo e riforme, non le loro sorgenti dirette. Hanno scopiazzato il movimento in tanti, da renzi a berlusconi stesso. In questi giorni stanno proponendo di escludere addirittura dal parlamento i movimenti e lasciare solo i partiti. I telegiornali parlano solo di due o tre tra le migliaia di commenti ai post di grillo, guarda caso proprio quelli negativi. “Politici”, truffatori, che hanno rovinato il paese, assieme ai loro plagiati elettori, attaccano il movimento appigliandosi al buono pasto di 10 euro, all’esclusione dai giochi di quattro o cinque (che, tra l’altro, se se la prendono così tanto vuol dire che cercavano lode, e non l’applicazione reale delle idee del movimento).. Il fatto che non si vada in tv, se proprio vogliamo dirla tutta non è che a svantaggio del movimento, altro che a vantaggio! Voglio vedere se andava Grillo stesso, che ne sa infinitamente più di un qualunque opinionista sul tema rinnovabili, nucleare ecc, a parlare con Battaglia, uno dei tipici (probabilmente il più incapace quanto a credibilità) fido di Berlusconi http://www.youtube.com/watch?v=LBoAFt-YNLY
        Basta a voler far credere al popolo che il Movimento 5 Stelle sia il male del paese, perché in verità lo è la stragrande maggioranza del resto della rappresentanza in parlamento, e il movimento 5 stelle, nato da pochissimo, è la proiezione, la tendenza, ad un nuovo modo di fare democrazia, in cui non importa cosa prometti quanto ciò che realmente pensi, e ciò che realmente proponi al popolo di fare per risollevare il paese ed affrontare, tutti assieme, questo problema delle banche centrali e del debito pubblico.. SENZA trucchetti da PNL, pubblicità ingannevoli, e supercazzole varie atte a parare il culo a quattro o cinque stronzi.
        Spero ricalcoliate le priorità, spero che vi incentriate su tematiche come la degenerazione del capitalismo e sulla stessa definizione di democrazia in primis, e che tutta la gente che abbia letto questo mio commento possa trarre spunti di riflessione critica, in una situazione in cui ci abituano a portare i paraocchi.
        Dario.

        • Riccardo Ghezzi

          Riccardo Ghezzi Reply

          21 maggio 2013 at 2:13 pm

          Il blog è apartitico ma schierato in modo trasparente con il centro-destra.
          Io ho la tessera della Lega Nord dal 2006, partito per cui non ricopro alcun ricarico né elettivo né di nomina. Sono un semplice militante, ma gli articoli che scrivo su Qelsi non sono funzionali a questo.
          Non ho alcuna vergogna delle mie idee politiche. Né Qelsi può essere accusato di mancanza di trasparenza, visto che l’impronta politica del blog e di tutti i suoi autori è chiara.
          Che non sia un blog partitico è altrettanto lampante, sfido chiunque a dimostrare il contrario.
          Per il resto i partiti si possono cambiare, ma le idee politiche restano. Ed anche l’area politica di riferimento.
          Dalla quinta riga in poi hai fatto un bel copia-incolla. Stai in campana, ché gli influencer qui non sono ben visti

          • Dario

            24 maggio 2013 at 12:57 pm

            Ammetto che, effettivamente, ho fatto larga campagna in tutto quel che ho scritto. Non era il caso nè il luogo. Insomma.. “la tana dei leoni”! In realtà non era mia priorità assoluta farla, dal momento che ho votato il movimento ma non ricavo un centesimo da quello che scrivo. Erano pensieri critici di un giovane qualunque quale sono io, che mi sono sentito ancora una volta un po’ deluso nel vedere che, in un bosco in fiamme, si danno attenzioni particolari a passanti con l’accendino in tasca, piuttosto che a piromani fuggitivi con taniche di benzina alla mano e precedenti penali, che cercano sempre di assolversi andando a chiamare i pompieri (il popolo che cerca di spegnere le fiamme paradossalmente con la pompa dei voti e dei soldi agli stessi piromani).
            “Dalla quinta riga in poi hai fatto un bel copia-incolla”
            NO, non ci sarebbe motivo nel farlo, nè so perché pensi questo. Basta cercare una mia qualunque frase su google, o cercare un identico assemblamento di idee nel blog di grillo o simili, per rendersene conto. Lo prendo come un “dai, non scrivi poi malaccio”, e ti ringrazio!
            “i partiti si possono cambiare”. Eccome se si può! Io stesso l’ho cambiato, prima non votavo mica il movimento! Ciò che mi preme trasmettere è la mia estrema convinzione che non vanno fatti giochi di parti, e non si deve cadere in quello che gli psicologi chiamano “dissonanza cognitiva”, un processo mentale istintivo per cui non si modicano le convinzioni in base alla realtà effettiva delle cose, pur di non ammettere che ciò in cui s’è creduto è attualmente fondamentalmente sbagliato. Una sorta di testardaggine acuta contornata di argomentazioni improbabili o giustificazioni inamissibili.
            “gli influencer qui non sono ben visti”.. leggo la definizione di influencer su http://blog.artera.it/social_network_community/influencer-klout Beh, se persone, al leggere ciò che scrivo, trovano spunti interessanti di pensiero, ben venga.. ma non penso proprio di essere un influencer. Lo prendo come un’altro complimento! Troppe lodi!
            Scherzi a parte, personalmente sto attento anche ai “movimenti del movimento”, non ho sconti. Chi ha fatto alcuni tipi di ragionamenti e di proposte che a me vanno particolamente a genio, può chiamarsi lega, m5s, pd ecc. Non mi interessa. L’importante sono i contenuti e chi li esplica. Questo è fondamentale. Ecco perché, tornando al discorso di prima, nel mare conosciutissimo di schifezze oggettive di ogni tipo, andare a parlare sempre del movimento 5 stelle che bene o male, quel livello di schifezze, non l’ha minimamente sfiorato.. è davvero come fermare il passante con l’accendino pur vedendo correre dei tipi con le taniche in mano! In ogni caso spero si arrivi davvero ad un punto in cui siamo tutti noi cittadini, attravero referendum propositivi e simili, indipendentemente da chi lo propone, a decidere su fatti importanti del paese.. e spero davvero che si ricalcolino per davvero le priorità nel paese andando oltre le supercazzole. Ovvero, sti soldi per le auto blu si impiegano piuttosto per quest’altra cosa.. oppure il treno merci in val di susa si vede per davvero se serve e quanto serve, e se non è il caso di farlo non lo si fa, in un momento di emergenze.. e così via. Questo, voglio personalmente che accada. Per ora, mi scuso ancora per questa sorta di pubblicità che pubblicità non è, ste cose le sto vedendo affrontate solo da pochissimi.
            Riassumendo quindi, se posso permettermi di dare un parere critico, più importanza alle cose importanti, e gravi, e meno alle persone che bene o male risultano essere “i meno peggio” della situazione. Grazie per la lettura, Dario.

    • masura Reply

      1 marzo 2013 at 9:28 am

      Leggiti le dichiarazioni di Giovani Favia, uno degli ex consiglieri grillini. Lui ha dichiarato che tutti gli eletti all’M5S hanno due conti uno ufficiale dove entra lo stipendio per intero, ed un’altro dove loro si accreditano la parte decurtata.. Ma sia il primo che il secondo conto sono intestati a loro, quindi nulla impedisce che gli utilizzino.. La restitutzione dello stipendio allo stato non e possibile. E’ come se tu restituissi parte del tuo stipendio all’azienda per cui lavori.. Non e cosi forviante. come articolo se un movimento si fa mostra di onesta puntado il dito contro gli altri deve anche esserlo fino in fondo.. Non facciamo le solite cose all’italiana..

      • Giovanni Reply

        16 agosto 2013 at 1:57 pm

        trovi tutto in internet se ti riesce usarlo, non capisco perchè la gente deve parlare per sentito dire, quando oggi abbiamo la rete, dove si può trovare di tutto di più, compresi che fine fanno i soldi restituiti dal M5S

  • Criscsw Reply

    28 febbraio 2013 at 6:52 pm

    Io vorrei solo un attimo capire, cosa se ne fa un partito di 12 MASCHERE NBC…
    Sto chiedendo seriamente.

    • masura Reply

      1 marzo 2013 at 9:30 am

      Sai la polizia per far sfollare, lancia i fumogeni, se non hai una maschera antigas, nel giro di 10 secondi lacrimi come se ti avessero tirato un calcio li dove non batte il sole 🙂

      • Criscsw Reply

        1 marzo 2013 at 3:16 pm

        E da quando un partito politico, ha bisogno di maschere antigas per difendersi dai fumogeni della polizia?!
        Così come un elettore del PDL si incaxxa nel sapere di Fiorito che spende soldi del partito per i suoi porci comodi, un elettore di M5S si dovrebbe incaxxare nel sapere che i rimborsi elettorali finiscono in maschere antigas per giocare a fare i soldatini (in ValSusa magari?!)…

        • Giovanni Reply

          16 agosto 2013 at 1:59 pm

          non a fare i soldatini caro/a sig. sig.ra ma a difendere i diritti dei cittadini.

          • Criscsw

            27 agosto 2013 at 2:02 pm

            Un partito, coi soldi del partito, fa attività inerenti al partito.
            Fare una guerriglia non è attività di partito.
            Fiorito che va a cena coi soldi del partito è la stessa identica cosa di m5s Piemonte che compra maschere antigas coi soldi di partito.
            Non prendiamoci in giro per cortesia.

            Fondo?! Quale fondo?! Non ho ancora sentito nessuno dire “Si, ho salvato l’azienda grazie a 5.000 € donatimi dai grillini, dal loro fondo”…

        • Giovanni Reply

          3 settembre 2013 at 7:55 am

          si vede che vuoi vedere quello che ti pare, prova a chiedere ai cittadini di Mirandola(terremotati dell’Emilia) non era loro dovere farlo ma del governo attuale, eppure, sarà un miracolo? prima di sparare a zero fate una ricerca in internet, c’è il percorso completo dei soldi del M5S consultabile da tutti

          • Criscsw

            4 settembre 2013 at 7:52 pm

            Caro Giovanni, si dia il caso che ho una cara amica a Mantova, zona colpita dal sisma, che non ha fatto altro che lamentarsi dei continui rincari, del non aver beneficiato di nessun condono/rateizzazione/offerta, tantomento da m5s.

            Sicuramente sarà un caso.
            Mirandola è un caso, che non basta a fare statistica…altri casi simili?!
            Ha per caso un link di questa loro “beneficenza”?!
            Perchè altrimenti stiamo parlando del niente…e in 5 mesi di governo quasi, non ho visto altro che: deputati/senatori che dormono sulla poltrona del posto di lavoro, guerrafondai che giocano a fare i rivoluzionari in ValSusa, dissidenti che si son allontanati o son stati fatti allontanare ed andati ad inciuciare con gli altri partiti (vedi Luis Orellana ieri)…nel mentre il paese affonda…

            Ennesimo minestrone all’italiana.

  • masura Reply

    1 marzo 2013 at 9:34 am

    Sapete cosa avrebbe potuto fare l’M5S con i soldi dati dallo stato? Semplice metterli da parte su un conto alla banca etica, e costituire una fondazione per la Garanzia al credito. Una sorta di associazione che aiuti chi non ha garanzie da dare in banca per usufruire di prestiti ,ad ottenerli. Insomma essere un garante con un fondo da milioni di euro. E la si che avrebbero avuto un grande applauso..Dato che il tema ora e’ la sempre maggiore poverta’ la difficolta delle piccole imprese e delle famiglie ad accedere al credito ecc…

    • Giovanni Reply

      16 agosto 2013 at 2:00 pm

      ma allora qui non ci si capisce.. questo hanno fatto, il M5S ha istituito un fondo comune per le medie e piccole imprese.

  • Alessandro Reply

    2 marzo 2013 at 2:12 am

    Perché nel simbolo del M5S c´e´ quella V disegnata in quel modo che ricorda un profilo di caprone in stile satanista?
    Cosa c´entrano soggetti come Sassoon e Casaleggio ed a chi sono collegati?

  • Mauro Barabba Brunetti Reply

    2 marzo 2013 at 4:23 pm

    Troppi galli a cantà e nun se fece mai giorno, er popolo ch’è sovrano, armeno così se dice ‘n giro, l’ha eletti e l’ha voluti, me compreso modestamente, mò fateli lavora e vedemo de che pasta sò fatti; ‘n è manco ‘na settimana che tengono ‘na portrona, ma nun ve pare ch’è ‘n pò presto pé criticà? Se nun se comportano come promesso nisciuno ciobbliga a rivotalli la prossima vorta; ma pe adesso lasciamoli lavorà ‘n pace!

  • kastaldi Reply

    2 marzo 2013 at 7:01 pm

    Invece di sprecare bit inutilmente, scrivete a staffgruppoconsiliare@piemonte5stelle.it e chiedete chiarimenti sulle varie voci sospette che risultano dagli estratti conto di Biolè, no ?

  • kastaldi Reply

    3 marzo 2013 at 2:31 am

    Anzi potete far riferimento anche a questa sezione che riporta un po’ di spiegazioni su come sono stati impiegati i soldi, etc. etc.
    http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/calendario/trasparenza.html

  • mic Reply

    6 marzo 2013 at 7:34 am

    soliti invidiosi!

  • Paolo Reply

    6 marzo 2013 at 10:48 am

    http://fabriziobiole.files.wordpress.com/2013/02/estratto-conto-progetti-5-stelle-mag-2010-lug-2012-per-il-sito.pdf

    Sicuramente questo estratto conto e’ assolutamente veritiero e rispecchia le attivita’ dei “grillini”, con un versamento a favore di Eta Beta in data 11/11/10 di 156 euro (forse per una fornitura di naftalina…) o gli innumerevoli viaggi in treno a Woodstock (A/R a soli 49, ingresso al festival non incluso, viaggio con partenza da torino, scalo a Lisbona e da li’ dritti dritti nel famosissimo tunnel sotto l’Atlantico).
    Noooo, non e’ assolutamente una balla!!!

    • Riccardo Ghezzi

      Riccardo Ghezzi Reply

      6 marzo 2013 at 11:09 am

      Noi non abbiamo pubblicato quello, furbacchione

    • gillette Reply

      3 gennaio 2016 at 3:58 pm

      ci sono anche 500€ per il torino pride del 2010, 2360€ per calendari, 1000€ donazione diversamente abili, un fantomatico sondaggio sul grattacielo…1000€ per legaambiente, caschetti bianchi , n. 40 kit movimento 5 stelle a 5000 € sigh….un bonifico estero di 3000€ , maschere antigas….avvocati per la no tav, 500€ per la parata delle api….le pettorine m5s, un rimborso multa per grillo…supporto per le serate lgbt…insomma…. nulla a che vedere con la politica in senso lato!!!

  • Paolo Reply

    6 marzo 2013 at 12:25 pm

    E’ lo stesso estratto conto, pero’ a quanto pare hai il vizietto di non controllare le tue fonti, quindi un po’ ti perdonon…
    Sei un giornalista o un semplice blogger?
    Se sei un blogger, no problem, di sciocchezze se ne scrivono tantissime sul web, quindi questa puo’ anche passare, ma se sei un giornalista dovresti come minimo beccarti una denuncia per l’inaffidabilita’ delle tue fonti.
    Con affetto,

    un non elettore del M5S (ne del PD, ne del PDL, ne di SEL,…)

    • Riccardo Ghezzi

      Riccardo Ghezzi Reply

      6 marzo 2013 at 12:50 pm

      Tu invece sei un influencer o un semplice pirla?
      Perché negli estratti conti pubblicati da noi e linkati come fonte le voci da te citate su Woodstock sono accrediti, non addebiti. Qualunque cosa siano, non sono dunque soldi spesi dai consiglieri regionali, ma donazioni ricevute.
      Non so se riesci a leggere un estratto conto o a capire quando c’è un segno meno davanti.
      Eta Beta invece è una cooperativa che offre servizi di grafica. Non esiste solo Topolino nella vita, anche se immagino le tue letture si limitino a quello.

      Astieniti dal commentare, oltre che dal votare. Visto che non trovi di meglio che minacciare di denunce. Facendo la figura del fesso

      • masura Reply

        6 marzo 2013 at 7:39 pm

        A casa mia quando vedo su un’estratto conto -700 -3000 sono soldi spesi non ricevuti.. 🙂

    • gillette Reply

      3 gennaio 2016 at 3:59 pm

      ci sono anche 500€ per il torino pride del 2010, 2360€ per calendari, 1000€ donazione diversamente abili, un fantomatico sondaggio sul grattacielo…1000€ per legaambiente, caschetti bianchi , n. 40 kit movimento 5 stelle a 5000 € sigh….un bonifico estero di 3000€ , maschere antigas….avvocati per la no tav, 500€ per la parata delle api….le pettorine m5s, un rimborso multa per grillo…supporto per le serate lgbt…insomma…. nulla a che vedere con la politica in senso lato!!!

  • Nausica Reply

    6 marzo 2013 at 5:56 pm

    1) Il grillo parlante che conduce alla saggezza è quello che ricordiamo nel famoso Pinocchio di Collodi. Quello attuale è stato capace di prendere per culo un sacco di italiani.
    2)Cio’ che mi spaventa circa il M5S, non è tanto la composizione umana dello stesso, quando l’indirizzo teosofico, Casaleggio non nasconde la sua adorazione per il mito di parsifal, hanno interessi legati alla jp morgan o della multinazionale american chamber of commerce che si interessa di salvaguardare i propositi delle lobbies usa nel mondo
    3)I partiti e i movimenti politici, per avere diritto ai rimborsi per le spese elettorali, sono tenuti a dotarsi di un atto costitutivo e di uno statuto, “redatti nella forma dell’atto pubblico” e devono indicare “l’organo competente ad approvare il rendiconto di esercizio e l’organo responsabile per la gestione economico-finanziaria.”
    IL M5S NON RINUNCIA A NIENTE, SEMPLICEMENTE NON NE HA DIRITTO!
    4) con tutto il rispetto per i tantissimi grillini,
    penso che una certa competenza, preparazione e esperienza siano importanti per governare un paese
    5)GRILLO E’ IN GRADO DÌ PROPORRE UN GOVERNO? Formi allora il gruppo parlamentare e lo mandi al Quirinale con le proposte per governare il paese. Se non sono in grado di rispondere a questi quesiti, tacciano e imparino a fare l’opposizione democratica come si fa in tutti i paesi democratici del mondo!
    6)L’incompetenza e l’improvvisazione mi spaventano tanto quanto la disonestà
    7)Grillo lascia fuori dalla “sua democrazia” tutti coloro che non posseggono o non hanno dimestichezza con il web, credo siano ancora una maggioranza in questo paese: questi cittadini non hanno diritto di opinione?
    8)Visto che la rete è la loro maggiore forma di comunicazione, perché non la utilizzanoLa storia si ripete sempre due volte: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa (Karl Marx)

  • Nausica Reply

    6 marzo 2013 at 5:59 pm

    Ho premuto invio ma non avevo terminato:
    8)Visto che la rete è la loro maggiore forma di comunicazione, perché non la utilizzano per allargare/formare la loro conoscenza invece di continuare fare figuracce?
    9)La storia si ripete sempre due volte: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa (Karl Marx)

  • masura Reply

    6 marzo 2013 at 7:57 pm

    Comunque sia, allo stato attuale se qualcuno non si mette d’accordo, non ci sara’ alcun governo ne grillino nel pidiessino ne altro.. In ogni caso se non hai una maggioranza di governo solido quello che puo’ fare l’M5S e stare alle spalle degli altri a fare i sorveglianti ben pagati…Il discorso sostanziale e che si mi vanno bene figure nuove in parlamento , mi va benissimo un parlamento piu giovane e sicuramente piu acculturato dal punto di vista lessicale ( vedi alcuni senatori della Lega, che non sanno mettere due parole in croce) , ma ci vuole la figura forte dentro al parlamento e non il burattinaio extra parlamento, come del resto ora è Grillo.. Lui non sarà mai eletto, per i noti suoi problemi, e non sarà mai a colazione con i potenti degli stati esteri.. Chi ci manderemo lo studente laureando in legge, la hostess o Il neo capo gruppo che omaggia il fascismo?? O ci potremmo mandare qualcuno dalla Val di susa con qualche slogano.. Non voglio essere offensivo ma ci vuole anche una certa esperienza per stare a confronto con una Merkel , un Holland o un’Obama.. Perchè ci dimentichiamo che non siamo un’isolotto in mezzo al nulla, ma siamo una comunità in mezzo ad altre comunità, governati dalle feroci leggi dei mercati, a ciò nessuno può sottrarsi attualmente. Le belle parole le abbiamo sentite sempre ma di fatti ne abbiamo visti pochissimi… Ed un partito senza potere di governare può solo far tante parole, ma non per poca voglia di fare o scarsa esperienza, e solo perchè non ha semplicemente il potere di far votare una norma.. La politica è compromesso, la politica è baratto.. Non si cambia qualcosa che è così da che l’uomo ha memoria, in un’istante, o con metodi da consiglio scolastico delle superiori..A meno chè non si ritorni all’era buia del totalitarismo ( Vedi unico partito fascista o Nazional Socialista o Comunista dell’est) allora si che si puo’ fare di tutto e cambiare cio’ che si vuole a discapito di un paio di piccolissimi ma anche no, diciamo fondamentali diritti dell’ Uomo, LA DIGNITA’ E LA LIBERTA’…..Vedremo cosa succederà… chi sa…

  • gianni Reply

    12 ottobre 2014 at 12:13 pm

    strano che posso risponderti liberamente. cmq per.andare contro il movimento indubbiamente hai tu stesso la.coscenza sporca, perche lottare”e contro i nostri ideali e’ indicatore di mala fede…… tanti che non ho neanche voglia dia argomentare. ulteriormente….. in certi casi un vaffa e’ la cosa mihliore

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it