Il Pd di Roma cerca 100 “troll” che facciano propaganda su internet

Di Riccardo Ghezzi, il - # - 2 commenti

4fee68e79352fc1695e8101b689ea586Si scrive “Democratici Comunicatori della Rete”, si legge influencer. O meglio ancora troll. Ecco le figure professionali che il Pd di Roma cerca per incrementare la comunicazione su internet. Ragazzini o adulti che pubblichino contenuti, rispondano alle critiche, se necessario partecipino a discussioni. Eventualmente creino pagine satiriche allo scopo di prendere in giro centro-destra e Movimento 5 Stelle o aprano account con nomi fittizi da usare per la mera propaganda politica.
Cose che il Pd già fa, per non restare soccombere al Movimento 5 Stelle nella guerra di propaganda su internet. Del potere detenuto da sinistra e grillini su internet già avevamo scritto, ora ci limitiamo a constatare che il Pd è costretto a giocarsi la carta degli annunci pubblici per cercare 100 troll che facciano propaganda sui social network

– età compresa fra i 16 e i 70 anni, dotati di computer e connessione ad Internet, buona conoscenza della rete, dei blog e dei social network, disponibili a frequentare un corso di formazione presso la Federazione di Roma, da impiegare nella diffusione delle notizie relative al PD e nel contrasto della disinformazione propalata sulla Rete. (100 posti)

Così recita l’annuncio, che parla di “volontari”. Ma riceveranno un compenso? Chissà.

Questo articolo è stato letto 2829 volte Riproduzione riservata - ©2013 Qelsi Quotidiano
  • monica cappellini

    razzolare é lecito
    Poi vedremo cosa raccattano

  • franco G.

    Uno potrebbe dire: assumessero chi gli pare e piace.
    Già, però li pagassero con i soldi LORO.
    E invece provate a indovinare dal dove vengono i soldi “loro”….




Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti: