Casaleggio contro l’uscita dall’euro: “Non è quello il problema”

Di Gianni Candotto, il - # - 16 commenti

Gianroberto_CasaleggioUn video passato abbastanza inosservato del maggio 2013 e ripubblicato recentemente da scenari economici risulta di fondamentale importanza per capire l’ipocrisia del Movimento a 5 stelle sull’euro: cavalcare a parole i sentimenti popolari contro la moneta unica, ma nei fatti essere contrari all’uscita dall’eurozona. E non è l’opinione di un deputato grillino qualsiasi ma quella del guru, della mente del Movimento: Gianroberto Casaleggio.
Casaleggio nel video spiega a chiare lettere il senso della sua contrarietà all’uscita dalla moneta: “se usciamo dall’euro dopo un po’ la lira vale zero, ammesso che torniamo alla lira”, per Casaleggio infatti la priorità non è la svalutazione competitiva perché “prima bisogna risolvere il problema della corruzione, dell’efficienza, della burocrazia”.
Infatti, continua Casaleggio “vi ricordo alla fine degli anni ’80-’90 che non riuscivamo ad andare neanche all’estero, la lira non valeva niente, le vacanze all’estero erano una cosa impossibile, bisogna far sì che il sistema paese diventi competitivo, poi eventualmente si può pensare alla svalutazione competitiva”.
Il discorso in sé non è altro che una fotocopia del pensiero del Partito Democratico: bisogna risolvere i problemi (che nessuno nega esistano) in casa nostra, l’Euro non c’entra.
Euroscetticiscmo vero vorrebbe che per riformare il sistema paese sia necessario PRIMA uscire dall’euro in modo da poter creare le condizioni di crescita economica affinché POI si possa riformare il paese. Non si può ridurre la macchina statale se non c’è un mercato che cresce e permette di contenere gli esuberi, non si possono tagliare spese anche inutili se non c’è crescita, non si possono ridurre tasse se non c’è un aumento della produzione industriale.
Questa pietra tombale alle pretese euroscettiche dei grillini non è invece stata pubblicizzata perché il Movimento 5 Stelle intende raccogliere il consenso anti-Euro, ormai maggioritario nel paese, pur volendo rimanere nell’Euro. E a tutti sta bene così.

Questo articolo è stato letto 7924 volte Riproduzione riservata - ©2014 Qelsi Quotidiano
  • Pingback: CASALEGGIO CONTRO L’USCITA DALL’EURO | matteoderrico()

  • Ormai sarebbe un disastro uscire dall euro
    Bisognano nuove leggi e modifiche li al parlamento europeo.ma ci vuole serietà politica a casa nostra.e soprattutto un abbassamento degli stipendi e annullamento degli sprechi dei nostri politici.il loro stipendio dovrebbe essere basato sul lavoro costruttivo per il paese.se porti alla rovina il paese percepisci a secondo delle opere.

    • é triste il non capire che l’uscita dall’€ è fattore essenziale anche se non sufficiente per il completamento di una rinascita , Casaleggio toppa e se lo fa per dimenticanza pazienza altrimenti è in malafede , prima dell’entrata dell’euro siamo passati da 2 livelli , primo il divorzio banca d’italia tesoro e poi entrata nello SME che era il pre euro con già tutti i difetti presenti , che poi la Germania con una classe politica nettamente migliore o meglio , una classe politica che tendenzialmente oltre ai suoi fa gli interessi della Germania come nazione facendo diventare lo stato esportatore netto da sempre , questo è assodato e risaputo , ma proprio per il modo di agire di certe parti dell’europa , non si può far altro che finire il discorso moneta unica che accentua solo le differenze . Che poi i politici italici da tanto , ma proprio tanto , abbiano solo fatto danni , e l’entrata nell’€uro è stato forse la summa ( un po come entrare a correre in formula 1 con la Topolino , lo sai che ne esci con le ossa rotte , ma lo fai …) ma da qui ad affermare come fa Casaleggio che le lire non valevano nulla , bastava fare un giro in Germania , non parlo di oltre cortina , nel ’85 per vedere che le lire valevano , certo che se mi ricordo bene era circa 700 lire 1 marco , ma le lire non avevano i centesimi , erano solo numeri , importante che si viveva mentre ora no .




Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti: