A Torino dalla Somalia, il governatore di Guardafui per un nuovo gemellaggio

meeting_fassino_abdulkadir_alpozzimarrone_torino (3)Può un libro creare contatti internazionali e aprire scenari per nuove cooperazioni tra le nazioni?
Certamente! La cultura, la storia e la ricerca non solo devono essere sempre condivisi ma soprattutto generare condivisione, e tanto maggiore è tanto più si possono creare connessioni.
Nel caso specifico del libro “Il faro di Mussolini” del fotoreporter Alberto Alpozzi, non solo ha creato nuove connessioni ma anche rinsaldato quelle precedenti, storiche, che hanno legato e legano ancora l’Italia alla Somalia.

Partendo dalla ricerca sul vecchio faro Crispi edificato sul capo Guardafui, in Somalia, dall’Italia nel 1924, e ancora presente sulla punta estrema del Corno d’Africa, arriviamo a Torino con l’incontro avvenuto tra il Governatore di Guardafui, Puntland (Somalia), Abdulkadir Mohamed, e il Sindaco della città, On. Piero Fassino.
Con la collaborazione del Capo Gruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Maurizio Marrone e il Consigliere Comunale di Ciriè (To) Davide D’Agostino, l’autore del libro, Alpozzi, in contatto con il Governatore, lo ha portato a Torino per una conferenza stampa a Palazzo Civico per affrontare insieme la questione dell’immigrazione e soprattutto per poter creare un gemellaggio tra il capoluogo torinese e capoluogo della regione di Guardafui, Alula, affinché si possano creare in futuro le condizioni per futuri investimenti nel Corno d’Africa.
“Finita la scuola – ha dichiarato Abdulkadir – i giovani hanno due possibilità: o arruolarsi con Al-Shabab nel sud del paese, oppure tentare la traversata del Mediterraneo con gravi rischi. Questo è sbagliato e non la soluzione. Abbiamo necessità di investimenti per creare lavoro e rendere la Somalia nuovamente produttiva come negli anni del colonialismo italiano. Molte sono le architetture italiane ancora presenti nella mia terra, come l’ospedale “Regina Elena” ad Alula, che andrebbe restaurato e rimesso in funzione e il gran faro di Guardafui che potrebbe presto diventare un luogo turistico: l’Italia ha fatto grandi cose in Somalia che hanno segnato la nostra storia e abbiamo una lunga amicizia che ancora ci lega.”

Al termine dell’incontro nella Sala delle Colonne di Palazzo Civico il Consigliere Regonale Maurizio Marrone e il Governatore della Regione Guardafui Abdulkadir Mohamed hanno lanciato un messaggio congiunto: “La soluzione ai problemi dell’Africa non può essere la migrazione di massa, bisogna rafforzare la cooperazione intenzionale per risollevare l’economia africana, contrastando così guerre e fame”.
È seguito l’incontro con il Sindaco di Torino il quale si è subito dimostrato operativo attivando tempestivamente utili connessioni tra il Governatore e la “SMAT – Società Metropolitana Acque Torino” e con la “HYDROAID – Scuola internazionale dell’acqua per lo sviluppo” per affrontare primariamente il problema idrico della Regione di Guardafui scarsa d’acqua e con molti pozzi ormai prosciugati.

“Siamo paesi amici da molti anni – conclude il Governatore Abdulkadir – e sono onorato di essere stato ricevuto nella città di Torino ed aver avuto la possibilità di creare rapporti per un nuovo futuro che nasce dalla storia che ci lega e che conosciamo molto bene avendo davanti agli occhi tutte le buone opere realizzate dagli italiani per la Somalia, molte delle quali però smantellate dagli inglesi al termine della Seconda Guerra Mondiale, e le rimanenti distrutte dalla Guerra Civile. Oggi i maggiori investimenti arrivano dalla Turchia e dalla Cina, siamo un paese con molte risorse sulle quali puntare per il futuro e uno dei miei sogni sarebbe, con l’aiuto di Alberto Alpozzi, che non smetterò mai di ringraziare per il suo libro, che ci ha permesso di incontrarci, di poter presto riaccendere la luce del faro di Guardafui perchè illumini di nuovo la giusta via per la Somalia”.

Commenta con il tuo account social

1 Comment

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it