Ad Oristano va in scena “falce e carrello” in salsa sarda

image (2)Proprio in questi giorni, che il legame poco chiaro tra PD e cooperative rosse è sotto la lente d’ingrandimento dei P.M. e dell’opinione pubblica tutta per quanto accaduto a Capri, ad Oristano va in scena un episodio poco chiaro che suscita ulteriori dubbi circa il rapporto che intercorre tra il partito di Renzi e la potente organizzazione cooperativistica.

Tutto nasce in seguito all’organizzazione, da parte della Coldiretti, del mercato Campagna Amica in una piazza della cittadina sarda. Il primo appuntamento dell’evento si è tenuto sabato 28 marzo. In questa occasione dei produttori diretti provenienti da tutta l’Isola hanno potuto incontrare la cittadinanza, far conoscere la propria azienda e i propri prodotti agro alimentari e li hanno venduti. La manifestazione ha riscosso un grande successo ma anche qualche polemica. Infatti lunedì 30 marzo il Presidente regionale di LegaCoop, Claudio Atzori, ha rilasciato dichiarazioni alla stampa isolana chiedendo l’intervento del Comune di Oristano paventando degli imprecisati problemi relativi alla presenza del mercato Campagna Amica che l’amministrazione comunale doveva risolvere. La risposta della Giunta comunale (guidata manco a dirlo da un sindaco del PD) non si è fatta attendere. Martedì 31 infatti l’Assessore all’Agricoltura del comune arborense ha comunicato che la concessione del suolo pubblico era stata sospesa. Fine del mercato Campagna Amica a Oristano.

Infatti l’unica motivazione che si intravede dietro alla decisione di revocare il permesso per il suolo pubblico è quella di impedire la realizzazione del mercato Campagna Amica da parte di Coldiretti. Ma perché il Comune dovrebbe essere contrario alla realizzazione del mercato? Il Comune non ha alcun motivo ma LegaCoop potrebbe avere interesse ad bloccare l’iniziativa. Infatti con la realizzazione di Campagna Amica Coldiretti offre sì un servizio ai consumatori ma soprattutto dà un’opportunità ai produttori diretti (anche le cooperative agricole) che possono essere spinti a iscriversi all’associazione di categoria per poter prender parte al mercato. Il tutto a discapito di altre organizzazioni come appunto LegaCoop. Letta in questo senso la decisione dell’amministrazione si configura come una ingiusta intromissione in dinamiche che dovrebbero riguardare esclusivamente il privati e l’episodio fa inevitabilmente tornare alla mente le denunce fatte a suo tempo dal Patron di Esselunga Bernardo Caprotti nel libro “falce e carrello”. Tanto più che tra il Sindaco di Oristano Guido Tendas e il Presidente regionale di LegaCoop Claudio Atzori intercorre una lunga amicizia consolidata dalla militanza nei PDS-DS e dai 5 anni passati come Consiglieri di opposizione dal 2002 al 2007 proprio nel Comune di Oristano sotto le insegne del partito post comunista.

Commenta con il tuo account social

4 Comments

  • attilio Reply

    3 aprile 2015 at 7:15 am

    Perche’ criticate sempre le coop che fanno gli interessi del popolo,lo fanno per beneficenza e non per interessi privati loro.Non dovete contrastarli,ma aprirgli tutti i terreni e metterli a loro disposizione;togliere la concorrenza che e’ falsa e tendenziosa e che non fa gli interessi della SINISTRA!!!

    • gbravin Reply

      3 aprile 2015 at 1:29 pm

      Per Attilio. Non so da dove scrva, ma personalmente ho utilizzato i Supermercati Esselunga, in Lombardia, per anni. Ora abito a Conegliano (TV) e rimpiango la Esselunga sia nella qualità del fresco e sia nei prezzi. La locale Coop, non è competitiva sugli altri supermercati presenti, però se questi sono gli “interessi del popolo” lo circoscrivo agli azionisti e dipendenti…

  • gbravin Reply

    3 aprile 2015 at 9:22 am

    Soprattutto perché le varie “ingerenze” tra politica e commercio, furono denunciate oltre 5 anni fa. Chi fosse interessato a leggere il libro, lo trova ancora in forma cartacea e ebook.

  • Paolo Reply

    8 aprile 2015 at 8:10 pm

    I compagni di merende hanno colpito ancora… 🙁

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it