Antiterrorismo, stop di Renzi al controllo dei pc da parte dello Stato

online1Il premier Matteo Renzi ha chiesto ed ottenuto lo stralcio dal ddl antiterrorismo della norma che avrebbe consentito di “frugare” nel computer dei cittadini. Un tema delicato e importante, spiegano fonti di Governo, che verrà affrontato in maniera più complessiva nel provvedimento sulle intercettazioni già in esame in Commissione.

L’esame del pacchetto di norme Antiterrorismo è arrivato in aula alla Camera questa mattina. Ma il testo sarà ulteriormente rivisto con alcuni emendamenti presentati dalla maggioranza, dopo i rilievi arrivati due giorni fa dal Garante sulla privacy Antonello Soro.

«L’emendamento che prevedeva l’acquisizione di dati da remoto è stata stralciata dal decreto anti-terrorismo», si ritiene infatti, «che tale norma debba essere trattata nell’ambito del provvedimento sulle intercettazioni telefoniche», dichiara il viceministro dell’Interno, Filippo Bubbico. «Rimane confermata la volontà del governo su un rafforzamento delle misure di prevenzione e contrasto al terrorismo, oggi più che mai urgenti e necessarie – spiega – ma abbiamo la necessità di contemperare le esigenze di sicurezza nella lotta al terrorismo con quelle di tutela della privacy, per questo motivo è utile approfondire il confronto e la riflessione sulla intercettazioni telematiche da remoto».

I RILIEVI DEL GARANTE
Proprio contro la possibilità di avviare ampie intercettazioni su internet si era espresso due giorni fa il garante della privacy Antonello Soro spiegando che, in questo caso, «l’equilibrio tra protezione dei dati ed esigenze investigative sembra sbilanciato verso queste ultime, che probabilmente non vengono neppure realmente garantite da strumenti investigativi privi della necessaria selettività». Sulla conservazione dei dati fino a due anni, Soro aveva spiegato che la misura sarebbe andata «nel senso esattamente opposto a quello indicato dalla Corte di giustizia europea l’8 aprile scorso. La sentenza ha annullato la direttiva sulla ”data retention” in ragione della natura indiscriminata della misura. In quella sede, la Corte ha ribadito la centralità del principio di stretta proporzionalità tra privacy e sicurezza».

Il Messaggero

Redazione

Redazione1910 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

3 Comments

  • Monica Cappellini Reply

    26 marzo 2015 at 12:35 pm

    del resto questi sono piu’ armati anche a titolo informatico di noi
    COmuque presumo non vi siano i mezzi suff oppure ha destinato i denari del controllo ad altro
    FOSSE MAI CHIARO QUESTO PAGLIACCO

  • Monica Cappellini Reply

    26 marzo 2015 at 12:36 pm

    E poi a lui che gliene importa di cio’ che accade??????? NULLLAAAAAAA
    FA IL PAGLIACCIO BARALDI, IL CIRCO CHE NN ESISTE PIU’

  • paolo Reply

    26 marzo 2015 at 2:43 pm

    Se avessimo chiuso le frontiere, respinto i “migranti” e controllati e registrati i documenti, così come hanno fatto con gli emigranti in America a quest´ora non ci porremmo questi problemi. È solo dopo aver spalancato le porte a cani e porci che hanno preso le misure di controllo e adesso dobbiamo spogliarci nudi ai controlli degli aeroporti. A causa della dissennatezza dei nostri governanti perderemo tutta la nostra privacy e intimità. Una buona scusa per controllarci tutti.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it