Attentato a Gerusalemme est: auto contro soldatesse israeliane. Hamas: “Atto eroico”

JERUSALEM-SECURITYNuovo attentato a Gerusalemme est, ancora con la modalità dell’auto impazzita lanciata sui passanti israeliani. Questa volta è avvenuto nel quartiere arabo di Sheik Jarrah. Cinque persone, tra cui quattro membri delle forze di sicurezza, sono rimasti feriti. Le vittime sono quattro giovani ragazze, guardie della polizia di frontiera, la quinta persona coinvolta è un ciclista 51enne, informano i servizi di emergenza.
“Probabilmente abbiamo che fare con un attacco con auto seguito dal tentativo attaccare i passanti con un coltello nei pressi di una stazione di guardia di frontiera. Il terrorista palestinese ha guidato la sua auto, l’ha poi volontariamente diretta verso gli agenti e poi è fuoriuscito dall’abitacolo con un coltello per tentare di colpire i passanti”, secondo un portavoce della polizia israeliana.

Il terrorista palestinese è stato neutralizzato dalla polizia che hanno aperto il fuoco, ferendolo gravemente. Il terrorista è un nativo di Gerusalemme Est, la parte palestinese della capitale israeliana. I fatti si sono verificati prima 09:00 (ora italiana) nei pressi della linea del tram che attraversa le due parti della città, già teatro di attacchi terroristici similari verso la fine del 2014 in mezzo a delle tensioni tra israeliani e palestinesi e volute fermamente da quest’ultimi e dai loro leader per nascondere i loro fallimenti.
Una guardia di frontiera è stato ucciso e nove feriti il ​​5 novembre, quando un terrorista palestinese aveva falciato, sempre con un’automobile un gruppo di pedoni, alla fermata del tram. Due settimane prima, un altro palestinese, aveva fatto lo stesso a poche centinaia di metri di distanza uccidendo un bambino di tre mesi israelo-americano e un giovane ecuadoriano di 22 anni.

Questo nuovo attacco è avvenuto nel pieno delle tensioni israelo-palestinesi e mentre Gerusalemme Ovest celebra la festa più gioiosa dell’anno, il Purim, segnata da carnevali, feste di strada e sfilate di bambini mascherati. “La nostra risposta al terrorismo è quella di continuare la nostra vita normalmente. Le celebrazioni in occasione del Purim si svolgeranno in diverse parti della città e saranno rafforzate le misure di sicurezza”, ha detto il sindaco Nir Barkat in un comunicato, invitato la gente a partecipare ancor più numerosa all’incontro festoso previsto per mezzogiorno. Il Purim secondo la tradizione ebraica, festeggia la vittoria del popolo ebraico contro Haman, Visir dell’impero persiano nel V secolo A.C.

Le guardie israeliane ferite erano ferme alla fermata della ferrovia leggera, in attesa dell’arrivo del mezzo pubblico.
Hamas ha rivendicato il gesto considerandolo un “atto eroico”. Lo ha affermato a Gaza, secondo la agenzia palestinese Quds.Net, Sami Abu Zuhri, un portavoce di Hamas, che ha aggiunto “è una reazione naturale ai crimini del nemico”.

Foto: Ansa

Commenta con il tuo account social

4 Comments

  • Monica Cappellini Reply

    6 marzo 2015 at 1:35 pm

    SONO E RESTERANNO DEI PAZZI

  • fabrizio60 Reply

    6 marzo 2015 at 3:55 pm

    scusate l’ignoranza, ma è la stessa Hamas alla quale la commissione europea ha deliberato, solo nel 2015, un finanziamento di 800 mln di euro, naturalmente prelevati dalle ns tasche?

  • giuseppe Reply

    26 marzo 2015 at 11:01 pm

    Fratelli Musulmani-Hamas sono anche responsanbili di genocidio dei cittadini di Gaza, e perfino Amnesty International si é accorta dei loro crimini nei confronti dei cittadini israeliani.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it