Biella, accusato di molestie sessuali, carabiniere resta in carcere

Biella- Il Tribunale della libertà ha confermato la custodia in carcere per M.S., 54 anni, luogotenente dei carabinieri, figura tra le più conosciute dell’Arma biellese, accusato di molestie sessuali (in un caso anche ai danni di un minore). Agli arresti domiciliari, meno di un mese fa il militare avrebbe avuto dei contatti con persone esterne alla cerchia prevista dal regime di misura cautelare. Il fatto è stato segnalato alla procura che ha chiesto e ottenuto dal gip di prelevare il carabiniere e accompagnarlo in una cella della prigione di Verbania. Nulla trapela su ciò che abbia commesso M.S. durante il periodo di arresti domiciliari

[r. s.] la stampa
Redazione

Redazione1910 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

0 Comments

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it