Caccia due borseggiatori dalla metro: loro lo aspettano fuori e lo minacciano | VIDEO

Schermata 2015-03-26 alle 02«Se lo rifai ti meno». Sorpresi a scippare in metropolitana, inseguono il passeggero che li ha fermati e lo accerchiano minacciandolo. Succede a Roma, nella centralissima via Veneto.
Il racconto, riportato dal sito Romafaschifo, è di Andrea, che racconta come, alla stazione metro Barberini, sia stato minacciato e quasi malmenato da due giovani borseggiatori che stavano guadagnandosi la giornata scippando pendolari e turisti. Dopo essere stati spinti fuori dalla metro, i due non si arrendono e lo inseguono fuori dalla stazione per fargliela pagare.

Scortato da un vigilante fino all’uscita, Andrea pensa che la questione sia chiusa finché non trova i due che lo aspettano fuori, in pieno centro. «Non fotografarmi o ti spacco», lo minaccia il più giovane dei due, che non avrà più di 13 anni, mentre l’altro rincara: «E’ la prima volta, se lo rifai ti meno».

Le immagini, riprese da Andrea in un video, parlano da sole: i due accerchiano il malcapitato, lo insultano e cercano di spaventarlo, fino a lanciargli contro un fusto di birra trovato sul marciapiede. I passanti guardano ma non intervengono. Una scena che si ripete quotidianamente sui mezzi pubblici della Capitale: la vigilanza non interviene e i pochi passeggeri che si azzardano ad alzare la voce contro i borseggiatori vengono intimiditi e minacciati.

Il Messaggero

Redazione

Redazione1899 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

6 Comments

  • Monica Cappellini Reply

    26 marzo 2015 at 12:39 pm

    i TALI RENZIANI SONO IL RISULTATO DI QUESTA REPUBBLICA SENZA PUNTI DI SICUREZZA PER I CITTADINI
    GRAZIE PAGLIACCIO VATTENNN!!!

  • Monica Cappellini Reply

    26 marzo 2015 at 12:40 pm

    E.C. TAGLI

  • notturno12 Reply

    26 marzo 2015 at 2:10 pm

    ma questi cancri che non sono buoni nemmeno per farci il sapone non lo incontrano mai uno che gli cava quegli occhi dal quello che inizia per cu e finisce per lo?

  • Daniela Musolino Reply

    26 marzo 2015 at 3:26 pm

    Fanno cosí a 13 anni perché non hanno trovato nessuno che li prenda a calci nel culo fino al primo commissariato!!! Questo cmq é il risultato di tutta una politica contro la sicurezza per i cittadini e turisti !!! A partire dall’identificazione degli agenti fino all’acquisto privato dei giubbotti antiproiettili e la mancanza di soldi per le divise!!!
    .

  • attilio Reply

    27 marzo 2015 at 9:53 am

    Bisogna considerare,e i nostri politici non lo fanno,che i ragazzini di oggi sono da ritenere quasi adulti e quindi soggetti alle pene dettate dalla Legge normale e non alle leggi dei minori.Facendo questo puo’ essere che qualcuno rinsavisca,lasciando cosi’ le cose diventeranno crescendo sempre piu’ delinquenti,non si limiteranno a scippare,ma anche ad uccidere per avere i soldi.

  • perla di luna Reply

    27 marzo 2015 at 11:35 am

    e la colpa di chi è? Di questi maledetti sindaci della sinistra che hanno reso impuniti tuti i delinquenti, immigrati, italiani e rom di Roma, Milano e tante altre città! dobbiamo capirlo, non siamo tutelati per niente dai delinquenti e dai prepotenti! davvero arriveremo a farci giustizia da soli! e questi sono solo 2 ragazzini.. figuriamoci!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it