Con i soldi per i clandestini potevamo abolire l’Imu

immigrati

“Aboliamo l’Imu e la Tasi”. Negli ultimi giorni si fa un gran parlare della proposta arrivata dal premier in persona, Matteo Renzi, intenzionato, a quanto pare, ad abolire l’odiata tassa sulla prima casa, reintrodotta dal Parlamento proprio durante i primi giorni di vita del suo governo. Le coperture sono ancora ignote e del tutto sconosciute. Come quasi sempre accade per i provvedimenti di tipo economico da un anno e mezzo a questo parte. Ma quanto vale la tassa sulla casa? L’ultima stima del MEF parlava di un gettito pari a 3,5 miliardi di euro. Quasi nulla in confronto al mastodontico bilancio dello Stato italiano. Molto, invece, per le tasche di quelle famiglie che faticano ad arrivare a fine mese.

La tassa sulla prima casa, infatti, è una delle tante imposte che in Italia colpisce i cittadini in maniera del tutto indipendente rispetto al reddito. Questo significa che due famiglie con una casa dello stesso valore, pur con redditi diversi, pagherà lo stesso importo. Il punto, però, non è tanto questo. Nei giorni scorsi, sempre il MEF, ha diffuso un documento dove rendicontava per filo e per segno le spese sostenute per affrontare l’emergenza immigrazione. Il risultato è stato che abbiamo speso 3,3 miliardi per operazioni di salvataggio e accoglienza. Soldi nostri, soldi degli italiani, soldi che avrebbe dovuto darci l’Unione Europea, visto che siamo il confine sud dell’Europa, e che invece abbiamo tirato fuori di tasca nostra, fino all’ultimo centesimo.

Soldi che ci sarebbero potuti servire per abolire la tassa sui sacrifici degli italiani, quelli che ogni giorno lavorano onestamente per pagare il mutuo e realizzare il sogno di una vita: avere una propria abitazione. Sarà demagogia dire questo, ma le cose stanno esattamente così. Già nel 2012 il buon Monti usò 4 miliardi per salvare il Monte dei Paschi di Siena distrutto dall’affarismo della sinistra. Anche in quel caso fummo a costretti a pagare la tassa sulla prima casa, anche in quel caso con quei soldi ce la saremmo potuta evitare. Invece non fu così. Proprio come adesso.

Commenta con il tuo account social

1 Comment

  • Alfonso D'Alessandro Reply

    19 ottobre 2015 at 2:31 pm

    E l’IMU agricola 2014 e 2015 si potrebbe restituire?

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it