Con Monti, Letta e Renzi il debito pubblico è aumentato di 300 miliardi

monti-renzi-lettaI dati diffusi ieri dalla Banca d’Italia parlano chiaro: a ottobre il debito pubblico è salito ancora, toccando la cifra record di 2.211,8 miliardi di euro. Solo nell’ultimo mese di 20 miliardi, mentre da inizio anno di ben 75. Non sono cifrette così, non sono opinioni da gufi, ma è la realtà delle cose, un dato di fatto incontrovertibile che i renziani non possono smentire. E infatti, a riguardo, il premier Renzi non ha avuto il coraggio di fare nessun tweet.

Quando nel febbraio 2014 si è insediato come premier, il debito pubblico italiano era a quota 2.107,2 miliardi di euro. In quasi due anni, dunque, c’è stato un aumento di ben 104 miliardi di euro. Il punto, però, è che nessuno dice niente. Da quando se ne è andato Berlusconi, il debito pubblico non è più un problema. Giornali, radio, tv non ne parlano più, così come gli esperti di finanza che prima popolavano i media, usando il dato debito pubblico come arma per distruggere l’immagine del leader di Forza Italia.

La cosa peggiore, che supera persino il silenzio sull’operato renziano, è che negli ultimi quattro anni, c’è stato un aumento pari a 300 miliardi di euro. A novembre 2011, quando il governo di centrodestra fu buttato giù da manovre di palazzo, il debito pubblico italiano era fermo a 1.904,8 miliardi di euro. Ma come? Il problema non il governo brutto e cattivo della destra demopopulista che non sapeva governare? Per quanto ancora potranno dirci che tutto questo è frutto dei “20 anni” di governo Berlusconi (in realtà 9, contro i 12 della sinistra)?

@eugcipolla

 

 

Commenta con il tuo account social

2 Comments

  • Giovanni Bravin Reply

    16 dicembre 2015 at 11:05 am

    Monti-Letta-Renzi sono stati nominati dai finanziatori esteri affinché garantissero la restituzione dei prestiti sul debito pubblico fatti. Purtroppo, per loro, non riuscirono con la Grecia, che rimodulò le proprie scadenze.
    Rino Gaetano, cantava: “Spendi e spandi Renzi!” (Lapsus era Effendi…)

  • eleonora Reply

    17 dicembre 2015 at 12:17 pm

    in considerazione che a noi sono aumentate le tasse , e non di poco , avrebbero dovuto diminuire il debito con gli altri . invece non solo il deficit pubblico è aumentato , ma le nostre tasse sono aumentate vertiginosamente . teniamo presente che i cari giuppini di stato si sono aumentati gli stipendi di qualche miliardo , non solo loro , anche i magistrati che poveracci non lavorano con grande fatica intellettuale ma hanno lo stesso stipendio di monti . se poi consideriamo i soldi regalati ai partiti , sono 24 miliardi e non 100 milioni come dichiarato da pinocchio , fatte le somme si arriva alla cifra scritta in origine .

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it