“Crocifisso immerso nell’urina”: per il ministero della Cultura è arte

pisschristAveva ragione Oriana. Prima o poi la civiltà occidentale sparirà e l’Islam conquisterà l’Europa. Chissà cosa direbbe oggi, se vedesse come, attraverso il politically correct e il rispetto per la cultura altrui (mica la propria, sia mai), stanno uccidendo la nostra identità e i nostri valori. L’ennesima dimostrazione avverrà a Lucca tra una decina di giorni, dove, tra dal 21 novembre e il 13 dicembre, si svolgerà la mostra fotografica Photolux, patrocinata dal ministero per i Beni e le Attività Culturali, presieduto dal dem Dario Franceschini.

Tra gli altri autori della mostra, saranno esposte fotografie di Andres Serrano e Bettina Rheims, più precisamente in un percorso a tema denominato “Sacro e profano”. Sarà mostrata la “famosa” fotografia “Piss Christ” (tradotto:”Cristo di piscio”, una fotografia del 1987 che ritrae un crocifisso immerso in un barattolo di urina dell’autore. Con essa ci sarà anche quella della Rheims che mostra una Vergine Maria con una procace e generosa scollatura e uno sguardo provocante.

E visto che non c’è due senza tre, è un po’ paradossale notare come le fotografie che invece riguardino l’Islam, contrariamente a quanto accade con quelle  cristiane, non siano affatto umilianti e raccontino con molto rispetto l’integrazione e la vita religiosa dei fedeli. La cosa più grave, però, sta nel fatto che sia il MIBAC che il Comune e la Provincia di Lucca sono partner istituzionali dell’evento e co-finanziatori. Come è possibile tutto questo?

La risposta a questa domanda è molto semplice: la sinistra, pur di mostrarsi politicamente corretta, tollera, anzi promuove addirittura le offese nei confronti della nostra cultura, ma quando si tratta di togliere i crocifissi dalle aule o condannare le magliette ironiche di Calderoli è sempre in prima fila, pronta a sparare e accaparrarsi il consenso delle minoranze. Qui potete formare una petizione per chiedere che il ministero ritiri il patrocinio. E anche se avverrà, sarà comunque poco.

@eugcipolla

Commenta con il tuo account social

12 Comments

  • gbravin Reply

    12 novembre 2015 at 1:40 pm

    La ipocrisia di certi politici, pagati coi soldi pubblici, non ha limiti.
    Replico con una frase, ormai dimenticata:
    “Je suis Charlie!”

  • monica cappellini Reply

    12 novembre 2015 at 2:09 pm

    fintanto che nell’urina non C immergono la testa del ministro idiota dei beni culturali
    pezzo di mota

    • Paolo Reply

      12 novembre 2015 at 9:17 pm

      Approvo con tutto il cuore. Ce lo vedrei proprio bene.

    • alberto Reply

      13 novembre 2015 at 8:50 am

      Pienamente d’accordo!

  • 174VAM Reply

    12 novembre 2015 at 4:00 pm

    chissaà perchè ai musulmani basta una barzelletta o una vignetta sul loro profeta, perchè si sentano in diritto di decapitare a destra e a manca, mentre per noi, nonostante tali “eccelse” forme d’ate facciamo finta di “niente” o magari ci “inchiniamo” folgorati e ossequiosi dinanzi a “cotanta arte” …….
    ah già, dimenticavo, noi siamo tolleranti

    • Paolo Reply

      14 novembre 2015 at 5:40 am

      E infatti, il buon serrano, si guarderebbe ben bene dal proporre una fotografia avente come soggetto un qualsiasi riferimento all’ islam, immerso nel piscio. Sa benissimo che, se lo facesse, non arriverebbe vivo a sera; però, con noi Cattolici, intonano la cantilena “della libertà di espressione”.

      Libertà di espressione solo a senso unico, che in realtà cela (e molto male) una grandissima codardia.

      Prima ancora che un blasfemo, il sig. serrano è, appunto, un grandissimo codardo.

  • alberto Reply

    13 novembre 2015 at 8:49 am

    In una società dove si è lasciato prendere il sopravvento agli arroganti, ai violenti, ai ladri, agli imbecilli ed ai peggiori traditori non c’è da stupirsi, purtroppo. Speriamo venga il giorno in cui i VERI ITALIANI potranno mandare quella masnada di poco di buono a spaccar pietre con una catena al piede!

  • salvatore Reply

    13 novembre 2015 at 12:18 pm

    vergognoso io avrei denunciato ai carabinieri tutti x vilipendio di immagi8ni sacre e perché no gli avrei dato un sacco di palategli avrei fatto fare la via crucis anche a lui e a tutti quei personaggi di contorno la loro cultura e l’offesa di tutti noi che crediamo in cristo

  • Paolo Reply

    14 novembre 2015 at 5:41 am

    … e con lui, anche chi ha dato il benestare e l’ approvazione alla sua esposizione, naturalmente.

  • riudecols Reply

    14 novembre 2015 at 12:00 pm

    Premetto io sono agnostico, ma certe cose mi fanno rabbrividire nel pensare chi ci governa.Sotto specie di umanità ‘ da portare al macero.

  • Maria Reply

    15 novembre 2015 at 4:09 pm

    Adesso a qualsiasi schifezza la chiamano “opera d’arte”… Ci mettesse la sua di faccia nell’urina se ha il coraggio, visto che gli piace giocare con i suoi bisognini a questo porco… Come se sommerggere qualsiasi cosa dentro l’urina fosse arte… Allora mio figlio sarebbe un genio! perche da bambino aveva l’abitudine di gettare qualsiasi cosa li capitava dentro il vasino dopo aver fatto i suoi bisognini. Questo non è soltanto una offesa per i cristiani, ma anche all’arte. Come direbbe il famoso critico d’arte Vittorio Sgarbi, al riguardo: “questo deficiente che artista non è, soltanto un imbecille oggettivo. CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA CAPRA! CAPRA! …. (Mi scuso ufficialmente del paragone con gli animalisti e con le capre).

  • Daniela Rossi Reply

    21 novembre 2015 at 8:14 pm

    Al più presto ci renderemo conto che senza Dio non siamo nulla, nulla, nulla. Lui ci ha creati e senza di Lui non possiamo fare niente !
    Parola di Dio!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it