Fa il saluto romano: condannato a un mese di galera

fascismo-640Italiani! Tranquilli, il pericolo è scongiurato, potete uscire di casa. No, quale Isis. Il fascismo. Il Tribunale di Milano ha condannato a un mese di reclusione e 250 euro di multa 16 militanti di estrema destra, rei di aver fatto il saluto romano e chiamato il «presente» nel corso di una commemorazione, nel 2013, di Sergio Ramelli, Enrico Pedenovi e Carlo Borsani. Disposto, inoltre, un risarcimento di 16 mila euro all’Anpi, parte civile.

Lungi dal commentare le sentenze, tra uomini del bar risalta la differenza tra il punitissimo saluto romano e l’impunità del pugno chiuso. E soprattutto di quella parte di mondo che dietro il pugno chiuso si riconosce. Basti pensare ai recenti fatti di Bologna, 8 novembre, giorno della manifestazione del centrodestra: tre attivisti dei centri sociali arrestati nel corso di violenti scontri con le Forze dell’Ordine e rilasciati dopo poche ore. Le cose, allora sono due.

O si fa un testo unico della gestualità illegale, inclusi dito medio, corna e gesto dell’ombrello. Oppure si comincia, magari, a pensare alle cose serie. Che sarebbe ora.

Il Tempo

Redazione

Redazione1905 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

5 Comments

  • giuseppe Reply

    21 novembre 2015 at 4:21 pm

    Il saluto romano é pericoloso? fa ancora molta paura, ma gli islamici secondo molti magistrati no.

  • giuseppe Reply

    21 novembre 2015 at 4:42 pm

    Il saluto romano é pericoloso? fa ancora molta paura, ma gli islamici secondo molti magistrati no.
    Riassumo, tolleriamo almeno 400.000 islamici ineggianti allo Stato Islamico, piu’ altri 800.000 ineggianti ai Fratelli Musulmani che si ispirano alle SS Muslim di Amin El Hussein alleato di Hitler e zio di Arafat, quelli meno pericolosi su 2,2 milioni di islamici in Italia sono pochi, quelli veramente democratici poche centinaia di migliaia, ma il pericolo é un saluto romano. Se non ci fosse da piangere dovremo ridere!
    Mai stato fascista, ma quando vedo come ragionano certe persone, da vero liberale tutta la mia solidarietà a chi lo é.
    buon sabato
    giubra63 su google+

  • Carlo Lauletta Reply

    21 novembre 2015 at 8:48 pm

    Il fatto è che in Italia, paese libero e democratico, si possono manifestare tutte le idee, tranne quelle vietate.

  • Andrea Reply

    22 novembre 2015 at 5:02 am

    Si, sarebbe ora di pensare alle cose serie. Ma per farlo dovremmo essere gente seria!

  • massimo mancho Reply

    22 novembre 2015 at 11:14 am

    a parte la sentenza ignobile, ma cosa centra l’ampi che sono stati piu’ luridi degli altri ma vaaaaaaa

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it