Francia, ragazza picchiata da 5 giovani musulmane perché indossa il bikini

11787376_10207412952981268_1483066538_nDonne maschiliste, donne musulmane integraliste (si dice che spesso siano peggio degli uomini). E’ il caso delle 5 ragazze tra i 16 e i 24 anni che mercoledì scorso, a nord di Reims, ne hanno picchiata un’altra, Angelique Sloss, francese, di 21 anni, perché prendeva il sole in bikini in un parco.

Era insieme a due amiche. Per le “picchiatrici” il modo di vestire di Angelique era “immorale” e perciò hanno deciso di punirla. Donne musulmane non sottomesse, ma magari solo quando vogliono loro, o meglio la loro aggressività dipende proprio dalla sottomissione ad una visione dell’islam retrograda e anti-occidentale. Una visione che, dato che coincide con quella dei fanatici islamici maschi, dovrebbe teoricamente metterle al riparo dalla violenza di questi ultimi.

Per protesta contro l’aggressione subita da Angelique, molti, nella giornata di domenica, si sono radunati nel parco Leo Lagrange dove è avvenuto l’episodio e centinaia di donne hanno aderito ad una campagna su Twitter simile a quella intitolata “Je suis Charlie”, dopo l’attentato alla sede della rivista satirica parigina Charlie Hebdo: hanno iniziato a postare loro foto in bikini in pubblico, con diverse frasi che motivavano il loro gesto. Invece l’organizzazione antirazzista francese SOS Racisme ha lanciato la campagna “Je Port Mon Maillot Au Parc Leo”, “Porto il mio costume da bagno al Parco Leo”.

Je suis Angelique, diciamo, anche perché la ragazza, a differenza di Charlie Hebdo, non voleva provocare nessuno: voleva semplicemente prendere il sole in pace con due amiche nel suo Paese (occidentale) indossando il bikini.

Alessandra Boga

Alessandra Boga161 Posts

Nata a Magenta (MI) il 26/08/’80, vive a Meda (MB). Liceo classico, Scienze dell’Educazione all’Università Cattolica di Milano, tesi dal titolo “Donna e islam: la questione del velo”. Ha scritto due libri “Donne la notte” (2009), “Soltanto una donna” (2011). Collabora con “Il Jester”; “Il Legno Storto”, “L’Occidentale”, “Islamofobia”, “Al-Maghrebiya” e la rivista “Genio Donna”

Commenta con il tuo account social

8 Comments

  • Monica Cappellini Reply

    29 luglio 2015 at 11:35 am

    mmmmmmmmmm e poi il premio Nobel alle islamiche salamiche???? ma vadano affcl
    evviva le spiagge nudiste

    • TI Riccordo Reply

      1 agosto 2015 at 11:07 pm

      dopo Questo,,possiamo dire quale il vero islam?
      1-estrimismo 2-pedofili et gaismo infidilismo alle donne…
      3-IL sacro libro che cosa dice!!!!?

      percio dopiamo studiare prima di giudicare…

  • giuseppe Reply

    29 luglio 2015 at 12:31 pm

    Questo episodio, é l’ultimo (fino al prossimo), di una lunga serie di atti intimidatori che islamici donne e uomini compiono nei confronti dei non musulmani. Questa é l’Europa che vuole l’Islam, sottomessa al Corano e alla Sharia, bastonare chi non si adegua.
    Da uomo dico che dobbiamo tutti gridare : Je suis Angelique.

    • ti Riccordo Reply

      1 agosto 2015 at 11:01 pm

      Per parlare di un libro sacro doppiamo leggerlo…prima di dire cavolati,,come nn possiamo parlare di la vita di jesü,,di un comportamento di un padre pedofilo,io nn dirro che cristiani tutti Cosiii.sai dove imparato Questo nel sacro corano…!!!!politici stanno per cambiare tutto,,per lavrer ai cevelliii.

      • Frank Reply

        3 agosto 2015 at 1:37 pm

        Dobbiamo leggere il sacro corano?! A quale scopo? Forse che la lettura annulla gli accadimenti reali?
        Invece di farci prediche spocchiose, tu, musulmano “benpensante” (ma lo sei davvero?)potevi, innanzi tutto condannare la brutale aggressione di cui si parla nell’articolo. Facendolo avresti potuto acquistare credibilità, ma ne hai perso l’occasione tutto preso dal sacro furore di cetechizzarci!

      • giuseppe Reply

        3 agosto 2015 at 4:40 pm

        Giusto: Leggere la Shura del Bottino e troverai le risposte. E, aggiungo la Dichiarazione dei Diritti. islamici.

      • giuseppe Reply

        3 agosto 2015 at 7:42 pm

        Giusto: Leggere la Shura del Bottino e troverai le risposte alla violenza dell’ideologia islamica. E, aggiungo la Dichiarazione dei Diritti islamici, nella quale c’é scritto che le donne sono inferiori all’uomo.

  • attilio raffaghello Reply

    30 luglio 2015 at 8:19 pm

    si deve agire con forza e con decisione contro questi esseri che di umano non hanno niente.Pane al pane vino al vino.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it