Francia, rifiutato visto a corale cristiana siriana. Ministero dell’Interno si mobilita

12023046_10207784617712654_1163493582_nLa Francia ha recentemente cominciato a partecipare ai raid aerei contro l’Isis in Siria, ma stranamente ha rifiutato il visto ad un gruppo di cristiani siriani, tra le categorie di persone che come sappiamo sono più perseguitate dall’Isis. Si tratta della corale di Sant’Ignazio della cattedrale greco-ortodossa mariamita di Damasco, che avrebbe dovuto partecipare a tre concerti a Strasburgo nell’ambito delle “Sacre Giornate”, un festival di musiche sacre che si terrà a novembre e riunisce artisti di fede diversa (tra cui musulmani sufi). Si sarebbero puntati i riflettori sulla tragedia del popolo siriano, in particolare di quello cristiano, una tragedia infinita a cui sembriamo ormai assuefatti; ma si sarebbe ricordato anche che la Siria è altro dallo Stato Islamico, ama l’Arte e la Bellezza esprimendosi attraverso il canto. E il suo popolo vuole vivere la propria religiosità senza paura.

Le istituzioni si sono mobilitate, dal ministero dell’Interno all’ambasciata di Francia a Beirut, dove i cantori si sono recati in autobus e dove hanno ricevuto biglietti d’aereo d’andata e ritorno, una prenotazione alberghiera ed un certificato rilasciato dal sindaco di Strasburgo, la cui comunità sovvenziona il festival. Tuttavia i loro visti sono stati respinti, perché i loro dossier sono stati giudicati “inaffidabili”. L’organizzatore della manifestazione , l’ex pastore Jean-Louis Hoffet, si è detto “scioccato” che siano stati rifiutati i visti a delle persone “che vengono a cantare la loro fede nelle nostre chiese, mentre sono stati fatti grandi discorsi sull’accoglienza di 24.000 migranti!”. I membri della corale siriana cristiana sono stati gli unici a cui è stato negato il visto.

Alessandra Boga

Alessandra Boga161 Posts

Nata a Magenta (MI) il 26/08/’80, vive a Meda (MB). Liceo classico, Scienze dell’Educazione all’Università Cattolica di Milano, tesi dal titolo “Donna e islam: la questione del velo”. Ha scritto due libri “Donne la notte” (2009), “Soltanto una donna” (2011). Collabora con “Il Jester”; “Il Legno Storto”, “L’Occidentale”, “Islamofobia”, “Al-Maghrebiya” e la rivista “Genio Donna”

Commenta con il tuo account social

1 Comment

  • marco Reply

    18 settembre 2015 at 4:26 pm

    Questa è la sinistra francese, non dissimile da quella nostrana, purtroppo!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it