I William Wallace dei giorni nostri

Logo SOSChi l’avrebbe mai detto? La nuova Lega Nord e Forza Italia si rincorrono l’un l’altra per fare proprie le iniziative dell’agguerritissima pattuglia di SOS partita IVA.

Prima Armando Siri inserisce nel suo programma il tema dell’inversione della prova nei rapporti tra erario e contribuente ed ora, la segreteria di quel che fu il maggiore partito dei moderati , rilancia, depositando, anche alla Camera dei Deputati, dopo averlo fatto già al Senato nella primavera scorsa, la proposta di abolizione del Solve et repere, quell’odioso nodo scorsoio che Tremonti tirò intorno al collo dei contribuenti e, per il quale, anche in sospensione di giudizio, devi versare nelle casse dello Stato quanto presuntivamente richiesto dai suoi esattori nella misura del 30% ed oltre (nel caso di contributi previdenziali) dell’importo contestato.

Una norma che, qualora abolita, ribalterebbe di un sol colpo, a favore finalmente del contribuente, il rapporto tra Stato e cittadini in materia di tributi, mettendo fine ad uno degli abomini fiscali che più pesano, come una spada di Damocle, su chi produce e lavora di suo in questo paese. E’ un fatto del tutto nuovo, nella politica italiana di fase, che un corpo intermedio, un’associazione o un movimento politico che sia riescano a fare da volano in questo modo e su tali temi alla sensibilizzazione dei partiti maggiori, i quali, paiono, come detto all’inizio, rincorrersi nel tentativo di attribuirsene la paternità.

Andrea Bernaudo000
Andrea Bernaudo, Presidente di SOS partita IVA

Zero soldi a disposizione, un Centro Studi che invece di stare a libro paga di qualcuno o a produrre slogan produce, a sue spese, articolati di legge e drafting costituzionali sule proposte che pone in essere ed il gioco è fatto: non ti possono dire di no ed anzi ti inseguono. Neanche gli Uffici legislativi di Camera e Senato hanno potuto opporre resistenze formali alla proposta di legge, talmente era ben formulata, neanche su una virgola hanno potuto eccepire. Un metodo nuovo, rigoroso, per una battaglia di libertà, irriducibile, antica almeno di vent’anni. Come può la società produttiva di questo paese non stringersi intorno a questi valorosi, moderati William Wallace dei giorni nostri? Può essere l’ultima occasione prima che il Plantageneto tassaiolo di stato distrugga le residue risorse di quello che fu il più bel paese del mondo.

Commenta con il tuo account social

5 Comments

  • gbravin Reply

    23 ottobre 2015 at 10:39 am

    Non mescoliamo le ragioni di William Wallace, filmate anche da Gibson in Braveheart con attuali vicende Leghiste o Forziste. In Italia, si fa una mescolanza di vicende storiche usandole fuori contesto. Persino la parola “Clan” usata in Scozia per identificare una famiglia capostipite di un gruppo, per cui il tartan etc, viene usata in Italia per identificare attività di famiglie malavitose!

    • Cristiano Mario Sabbatini Reply

      23 ottobre 2015 at 2:08 pm

      Impariamo prima a capire bene gli articoli, non ci sono vicende leghiste e forziste da equiparare o da analogizzare con Wallace, ma il lavoro silenzioso, meticoloso ed irriducibile di chi ha a cuore la fine di questo inferno fiscale in cui tutti viviamo e questo, se permetti, ha molti punti in comune con tutte le più belle forme di lotta per le libertà individuali e dei popoli che la storia di Wallace ricorda ed in senso lato rappresenta.

      • gbravin Reply

        23 ottobre 2015 at 4:08 pm

        William Wallace = Titolo
        Laga e Forza Italia = prima riga nell!articolo.
        Quindi non analogizzo ma mi attengo al pezzo.
        Gli Scozzesi persero definitivamente la loro indipendenza a Colloden nel 1745.
        Persero un referendum che chiedeva la loro indipendenza, nel 2014, principalmente per due ragioni: non avere spiegato bene che la separazione da Londra avrebbe aumentato i costi in qualsiasi servizio che prima era unificato, ed inoltre avere usato come testimonial SNP, uno scozzese, ma residente all’estero per motivi fiscali (Sean Connery). Mentre in Scozia hanno un proprio parlamento, in Italia si fa carta straccia della nostra Costituzione.

        • Cristiano Mario Sabbatini Reply

          24 ottobre 2015 at 2:13 pm

          Ah quindi siccome al primo rigo del pezzo si fanno il nome di due partiti leggere il seguito è superfluo al fine di capire di cosa si parla? 🙂

          • gbravin

            24 ottobre 2015 at 5:18 pm

            In altre parole, spero più chiare, Wallace, e gli Scozzesi, sono molto distanti dalla realtà italiana, incluso la fiscalità italiana. Quindi non si può scrivere “I William Wallace dei giorni nostri” per lo stesso motivo non si può paragonare il nostro sistema giudiziario e fiscale, con quello anglosassone. I Plantageneti erano Inglesi e quindi Renzi va paragonato a qualcun altro…. Sciascia, ne il giorno della civetta, fece un’ottima classificazione del genere umano, molto attuale, mentre Dante andrebbe riparametrato ai giorni nostri!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it