La senatrice dem in affitto a Piazza Navona a soli 360 euro al mese

cirinnàE’ bufera su Monica Cirinnà, la senatrice del Partito Democratico relatrice sul ddl unioni civili in Parlamento. Come scrive il Corriere:

Viene citata anche lei nel libro appena uscito per Feltrinelli di Emiliano Fittipaldi, «Avarizia», su ricchezze, segreti e scandali del Vaticano. Viene chiamata in causa per una casa di 100 mq, su due livelli, in via dell’Orso, a due passi da piazza Navona, presa in affitto da Propaganda Fide (la Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli) a soli 360 euro al mese.

«Falso, mi vogliono screditare per la mia attività. I preti ci dissero che se avessimo ristrutturato ci avrebbero spalmato il costo per 12 anni: sborsammo 150 milioni. Poi, dal 2011, a fine contratto, ci chiesero 3 mila euro al mese e andammo via». E’ stata la replica della Cirinnà.

Redazione

Redazione1905 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

1 Comment

  • Enzo Madeddu Reply

    4 febbraio 2016 at 9:35 pm

    Non conosco la Cirinnà e se non avesse presentato quella proposta di legge, molto contestata, non avrei saputo della sua esistenza. Ho letto “Avarizia” e, al di la delle tantissime informazioni, credo che ci possa stare qualche notizia non troppo approfondita. Prima di gettare fango su una persona che al momento deve subire tantissime pressioni per la sua attività parlamentare, credo che sarebbe opportuno verificare se le sue dichiarazioni sono vere o sono risposte utili ad arginare le suddette pressioni. In Italia si crede a tutto ciò che dicono tutti e non possiamo frenare un attimo per fare un controllo più accurato?

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it