La sfida di SOS Partita Iva a Forza Italia

11753742_10201014954932867_423905748_nIn un’estate torrida come questa qualcosa si muove in Forza Italia.
Forse è destino che coloro che seguono una impervia via debbano vivere nell’impervietà anche tutte le tappe intermedie che portano a destinazione.

Ed oggi, molto scomoda ed infuocata, nel giorno più caldo dell’anno a detta dei meteorologi, è stata la strada che ha portato la delegazione di SOS Partita Iva in quel di Fiuggi, dove Luca Zaccari, appena nominato nuovo coordinatore regionale dei giovani di Forza Italia, ha organizzato il suo primo evento per fare il punto sulla riorganizzazione del suo partito.

È dal lancio della sua iniziativa per l’abolizione del Solve et repete e la riforma del processo tributario che seguiamo su questa testata on-line le iniziative di SOS partita Iva ed il suo Presidente, Andrea Bernaudo, il quale, quest’oggi, sul palco di Fiuggi ha rilanciato ancora proponendo, tra le altre cose, lo scorporo dall’INPS del lavoro autonomo e delle partite iva che non hanno una cassa separata, suscitando il forte interesse di tutta la platea degli intervenuti.

Non pochi, ¾ della sala congressi dell’Hotel della Fonte gremita ed attenta alle parole dei relatori che per ultimo ha visto l’intervento dell’euro deputato Antonio Tajani.
Il braccio di ferro tra il vecchio ed il nuovo o la sfida per cercare un punto di equilibrio tra la voglia di cambiamento che proviene dalle viscere del mondo produttivo di questo paese e quello che si può recuperare della vecchia politica di area?

Sicuramente non stanno dormendo sonni tranquilli coloro che premono per un ritorno alla politica del Nazareno dentro Forza Italia.
Il grandissimo merito di Luca Zaccari è stato quello di avere avuto la sensibilità di trasfomrare un evento regionale di partito in un momento di confronto diretto e senza mediazioni di sorta tra il nuovo che emerge ed il vecchio che deve rendersene, alla buon’ora, conto.

Una pattuglia di coraggiosi (visto il caldo) ed indomiti produttori che al seguito del loro frontman sono andati a portare una boccata di aria fresca all’evento di un partito che ha veramente tante cose da farsi perdonare.
L’avamposto di valorosi di un esercito di tax payers che ogni giorno di più si va ingrossando nella consapevolezza che non bisogna delegare più nulla in bianco a nessuno: nemmeno quel grande sogno mai sopito che nel 1994 e per vent’anni coinvolse milioni di persone.

Commenta con il tuo account social

1 Comment

  • giuseppe Reply

    18 luglio 2015 at 12:36 pm

    In bocca al lupo a Luca Zaccari e a Andrea Bernaudo. Per una politica fiscale a favore di cittadini e piccole-medie imprese e non ai soliti noti alla De Benedetti.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it