La sinistra vuole sterilizzare l’Italia dall’italianità

franceschini_11I fatti valgono più delle chiacchiere: quindi lasceremo da parte passionali strillate nazionalistiche, e affideremo la nostra protesta alla sola logica.
Se il progetto delle sinistre internazionaliste non fosse quello di slabbrare le identità nazionali a botte di sostituzione demografica, non solo a livello di “demos”, ma pian piano anche nella catena di controllo di una “Cosa pubblica” che, da bravi “democratici”, stanno facendo diventare “cosa loro”, a dirigere musei italiani sarebbero chiamati professionisti italiani.

Ma, dal momento che così non avviene, siamo costretti ad operare le seguenti valutazioni:
A) la sinistra non considera gli uomini (e i professionisti) tutti uguali, e discrimina quelli che per naturale principio d’appartenenza sarebbero deputati a fare il mestiere per cui hanno studiato in casa propria, chiamandone altri da lontano.

B) va sfatato il mantra dello straniero che viene a fare i lavori che gli italiani snobbano, considerando l’entità del compenso del direttore di un museo che sarà tolto da tasche italiane per finire in tasche straniere.

C) la preparazione culturale dei figli del ’68, da sempre idolatrata dal sinistrume, non sta dando questi grandi frutti, visto che non si trovano 7 italiani competenti a dirigere i più prestigiosi apparati culturali del loro paese.

D) l’ossessione esterofila e mondialista è arrivata a calpestare i diritti di categorie un tempo considerate per eccellenza “protette”, ma per le quali ora non si trovano più fondi né civili, né umantari, né di caffè.

F) la perversione apolide fomentata dall’odio per l’italianità, odio che ha regnato sovrano dal dopoguerra in avanti, sta raggiungendo punte cabarettistiche il cui disagio burocratico ed i cui costi finanziari ricadono su una collettività ormai al lastrico.

E come se tutto ciò non bastasse, ci si mettono anche certi preti cattocomunisti a sabotare quel sentimento d’appartenenza che Cristo stesso, riconoscendo all’effige di Cesare ogni potestà ordinatrice statuale, considerava indispensabile alla realizzazione del Disegno paterno.

Ma ci spiace, cari monsignori, alle vostre ciance non dedicheremo alcun punto G della nostra analisi.

In conclusione, resta quindi chiaro che l’antiitalianità, alla pari del sinistrismo, vada oramai riconosciuta, nella sua nefasta illogicità, come una malattia sociale di cui ogni italiano sta pagando inevitabilmente lo scotto.

Helmut Leftbuster

Helmut Leftbuster189 Posts

Nasce e cresce alla corte della Pittrice Sandra, nota acquarellista romana, conduttrice radiofonica degli anni '90 e patronessa del circolo cultural-gastronomico denominato "Aristocrazia Dvracrvxiana" . Inizia la collaborazione con Qelsi proprio in nome del suo cognome che letteralmente significa "sfata-sinistra" !

Commenta con il tuo account social

9 Comments

  • roberto Reply

    19 agosto 2015 at 12:06 pm

    “date a dio ciò che è di dio e a cesare ciò che è di cesare”, si riferiva alle tasse. la tua interpretazione è solo tua, non farla passare per dogma…

    • Helmut Leftbuster

      Helmut Leftbuster Reply

      23 agosto 2015 at 3:54 pm

      Gentile Roberto, la mia interpretazione della parola e delle intenzioni di Cristo è quella corretta, e la tua contestazione è meramente ideologica. Non c’è un solo passo del Vangelo in cui Cristo contesta Roma, tutt’altro: come scrive Ida Magli sul suo “Mulino di Ofelia”, egli si serve di Essa per espletare il suo progetto divino (ma inevitabilmente politico) attraverso la de-tabuizzazione del popolo di Israele a favore di una sua romanizzazione, dal punto di vista giuridico. L’esempio della moneta è meramente tecnico, ma era all’effige di Tiberio inquanto tale che Gesù si riferisce.

      In quest’articolo, verso il fondo, c’è del virgolettato della Magli che fa riferimento a tale aspetto…
      http://www.qelsi.it/2015/lomosessualita-di-demostene-e-platone-non-ha-bisogno-di-benedizioni-sinistre/

      • roberto Reply

        28 agosto 2015 at 10:09 am

        “la mia interpretazione della parola e delle intenzioni di Cristo è quella corretta”…. come posso replicare io a chi possiede la verità? quelli che sono convinti di possedere l’unica interpretazione giusta delle scritture si chiamano integralisti.

  • Monica Cappellini Reply

    19 agosto 2015 at 12:38 pm

    una summa di tutto il marcio che C rifila la sinistra
    SVEGLIARSI ORA è TARDI MA NON è ANCORA scaduto il tempo
    Io sto contrastando tutto e tutti a modo mio con i miei mezzi
    Ieri ho inoltrato AL GRANDE PIRL@ DI FI. SINDACO NARDELLA IL SEGUENTE TELEGRAMMA TLFNICO. “nn vogliamo piu’ sesso in mezzo alla strada di notte ( centro storico S Croce) e violenza seguente; presidiate” la qual cosa è mettete telecamere con pol o CC; ma ormai visto tutti i tagli del grande uomocoglionerenzi, nn so se manco x telecamera V siano denari.
    Bene allora pantaloni calati alle 2 di notte e africani o stupidotte 16cenni che fanno servizietti orali in mezzo alla strada. grazie renzi grazie nardella merde rifinite

  • Federico Reply

    19 agosto 2015 at 5:35 pm

    Ci scommetto le palle che questi esperti stranieri chiamati a dirigere i nostri musei non parlano nemmeno l’italiano.
    Che importa? Si dirà. Ciò che conta è l’inglese!
    Il latino? E che cos’è? Boh? Sarà il lato più corto del quadratino!

    • Alessandro Maurizi Reply

      22 agosto 2015 at 9:26 am

      Buona questa, da creare una linea di moda.

  • HOPITAL Reply

    20 agosto 2015 at 2:41 pm

    E’ la solita vergogna di questa sinistra malata di “stranierismo” se mi passate lo scritto. Solo in Italia possono succedere queste cose. Siamo una vergogna in tutti i sensi. La sinistra vuole “deitalianizzare” l’Italia. E svenderla pezzo per pezzo! E ci riesce benissimo.

  • REMEMBER THE ALAMO! (Ricordatevi di Alamo!) Reply

    28 agosto 2015 at 10:21 am

    […] SPeciale Esecutivo per la Cessione dei Tesori a Responsabili Esteri. – O egregi difensori d’ufficio, non occorre essere versati come voi nelle arti figurative, per credere nel principio “L’Italia agli Italiani”. http://www.qelsi.it/2015/la-sinistra-vuole-sterilizzare-litalia-dallitalianita/ […]

  • Pecorelle di contro-esodo | REMEMBER THE ALAMO! (Ricordatevi di Alamo!) Reply

    31 agosto 2015 at 6:21 am

    […] – O egregi difensori d’ufficio, non occorre essere versati come voi nelle arti figurative, per credere nel principio “L’Italia agli Italiani“. http://www.qelsi.it/2015/la-sinistra-vuole-sterilizzare-litalia-dallitalianita/ […]

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it