L’amarezza di una mamma: “mio figlio escluso dalla gita perché disabile”

san-teodoro-hotel-stella-marina-11Ci sono degli esempi splendidi. Come quello dei bambini di Trenta, nel cosentino, che rinunciano alla gita scolastica perché il loro compagno disabile non poteva partecipare al viaggio dato che mancava un bus dotato di pedana per carrozzine. Oppure la storia che viene dalla Cina meridionale dove Xie Xu, un ragazzo di 18 anni, per tre anni ha portato a scuola sulle spalle il suo amico Zhang (affetto da distrofia muscolare).

Poi ci sono queste storie che ci fanno vergognare. Storie di discriminazione e di soprusi nei confronti dei più deboli come quella che arriva da San Teodoro (OT) dove la scuola media ha escluso due ragazzi diversamente abili dalla gita di fine anno. La denuncia arriva da una delle mamme che ha affidato la sua amarezza a un post di facebook: “Questa è la prima volta che scrivo qualcosa che tutti possono leggere, mi piace perché ho la possibilità di dirvi il dolore che ho provato vedendo l’espressione di mio figlio quando mi ha chiesto perché lui non era lì con voi. Difficile spiegarglielo. Come posso dirgli ‹caro bambino la chiamano scuola dell’integrazione ma è solo una favola senza un lieto fine›. La scuola di San Teodoro ha organizzato la gita scolastica dell’ultimo anno escludendo i diversamente abili senza neanche informare i genitori ma non fa niente sono solo due bambini, cosa contano! A voi ragazzi auguro una splendida gita, a voi scuola consiglio un corso di sensibilizzazione perché come avete dimostrato non avete ancora capito che la cosa difficile non è avere un figlio disabile ma avere intorno persone come voi”.

Commenta con il tuo account social

0 Comments

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it