“Liberate i marò”, la Boldrini in aula fa rimuovere i cartelli

CRWXI0vWcAAk0rB

“Marò Liberi!”, “Free Italian Marines”. Sono i cartelli mostrati questa mattina nell’Aula della Camera dei deputati da parte di alcuni deputati di Forza Italia, durante l’intervento del presidente della Camera, Laura Boldrini, in occasione della cerimonia per i sessant’anni dell’adesione dell’Italia alle Nazioni Unite.

Alla scena hanno assistito il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-Moon, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il governo, presente al completo in Aula, e diverse decine di delegazioni diplomatiche. “Capisco l’importanza del tema, ma togliete quei cartelli!”, ha detto la Boldrini, chiedendo ai commessi di rimuoverli, bloccando l’azione dei deputati azzurri.

“Ci sono davvero tutti oggi alla Camera dei deputati per i 60 anni dell’Onu. Nessuno che abbia speso una parola per i nostri Marò. Nessuno. Tanto meno chi rappresenta il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Ora ci chiedono di fare di più per l’Onu”, ha detto il capogruppo di Fratelli d’Italia, Fabio Rampelli.

Redazione

Redazione1905 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

2 Comments

  • HOPITAL Reply

    15 ottobre 2015 at 8:35 pm

    La boldrins: una totale vergogna del nostro paese. Capisco cosa? Gli alleati stranieri devono sapere le reiterate menzogne indiane. I cartelli dovevano stare lì a rappresentarle.

  • Frank Reply

    17 ottobre 2015 at 6:49 pm

    E’ vero, cartelli e striscioni di qualsiasi natura sono vietati in aula. Ma certo che la Boldrini dei marò se ne strabatte. Non fanno mica parte dei suoi amati clandestini! E se ne strabatte anche quell’elefantiaco e indecente carrozzone delle Nazioni Unite. Tutto ciò che sa fare è bacchettare i paesi (ancora pochi ahimè!) che con sacrosanto diritto si ribellano all’invasione degli immigrati! E dire che le scorte in mare anti-pirateria erano state deliberate in ambito ONU e NATO….
    Sono sempre più soffocato dall’indignazione e dal disgusto.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it