Lucca, tunisino ai domiciliari chiede di tornare in carcere: stufo delle liti con la compagna

carcere2Disposto a tutto, anche al carcere, pur di dare un taglio alle liti infinite con la convivente. Così un tunisino ai domiciliari a Torre del Lago, in provincia di Lucca, si è presentato dai carabinieri e li ha supplicati di riportalo in carcere, stremato dalle continue discussioni che doveva affrontare con la compagna.

Sul groppone aveva un furto risalente al 2014, commesso a Viareggio. Aveva ottenuto gli arresti domiciliari, evitando così la cella. Il confronto con la vita domestica gli deve essere sembrato impietoso e per avere un po’ di pace ha tentato l’ultima spiaggia: il ritorno dietro le sbarre, lontano da quelle liti furibonde.

E la Corte di Appello di Firenze lo ha pure accontentato, così è stato portato nel carcere di San Giorgio a Lucca.

di Stefania Piras per Il Messaggero

Redazione

Redazione1908 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

1 Comment

  • emi Reply

    7 maggio 2015 at 1:47 pm

    certe donne sono veramente impossibili e lo dico che sono una donna

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it