L’ufficiale di polizia rimosso dall’incarico per un like su facebook

Caso Ablyazov: relazione Pansa, no informazioni a AlfanoSi può essere rimossi dall’incarico e trasferiti per un semplice like su facebook. È quello che è accaduto ad Antonio Adornato, primo dirigente della polizia di Stato nonché comandante del Reparto Mobile di Cagliari.
Adornato non ha scritto commenti, condiviso link e neppure condiviso lo status su facebook incriminato, quello ormai famoso “Tornerei alla Diaz mille volte” del poliziotto Fabio Tortosa.
Peraltro Tortosa era autista di Adornato, quest’ultimo semplicemente si è limitato ad un like di solidarietà, che certo non significa approvazione di quanto accaduto nella scuola Diaz. E c’è anche chi, proprio sul social network, l’ha fatto notare:

corretto2

Adornato non ha potuto spiegare né chiarire questo, avendo appreso addirittura dalla stampa del provvedimento a suo carico. L’ha letto stamattina, su Repubblica. Neppure una telefonata.
La notizia trapelava già da ieri sera, ma soltanto oggi è diventata ufficiale.
Adornato quindi subisce un brusco stop alla sua carriera, il tutto senza aver neppure partecipato alla “macelleria messicana” della Diaz, pur essendo in servizio proprio a Genova durante il G8.
Mentre gli 80 agenti del VII Nucleo del Reparto Mobile di Roma, sono stati identificati grazie agli ordini di servizio, cosa che di per sé basterebbe a far capire quanto sia un falso problema il numero identificativo sui caschi, alla Diaz c’era altro personale che non è mai stato identificato. E quindi non ha mai pagato per eventuali errori.
Anche a questo si riferiva Tortosa, che sosteneva l’estraneità ed un buon lavoro a livello operativo. E a questo si riferiva lo “scandaloso” mi piace di Adornato.

Più grave un like su facebook rispetto a eventuali responsabilità mai accertate in occasione della “macelleria messicana”. E persino rispetto all’eventuale responsabilità oggettiva dell’allora capo della polizia Gianni De Gennaro, che oggi è presidente di Finmeccanica.
Adornato, che ha un curriculum esemplare come riporta il sito Lultimaribattura (“Il comandante rimosso ha un curriculum esemplare, quasi tutto all’interno del delicatissimo like2Reparto Mobile, con note caratteristiche che ne sottolineano le capacità e l’affidabilità: dal ‘95 al ‘99 a Milano, poi dal 2000 al 2004 a Roma – durante i quali si è specializzato in NBC ed esplosivi – , quindi rappresentante dell’Italia al Parlamento Europeo, fino al primo comando a Senigallia e ora a Cagliari.”), paga invece il fatto di (non) aver espresso un’opinione.
Non capiamo la gioia di Alfano e del capo della polizia Pansa per un provvedimento che appare liberticida e non serve certo a riabilitare la polizia agli occhi dell’opinione pubblica, qualora fosse necessario.

Riccardo Ghezzi

Riccardo Ghezzi1205 Posts

Giornalista pubblicista, scrive di sport e politica su testate locali piemontesi. Appassionato di politica da sempre, ha un unico pregio: non essere mai stato di sinistra in vita sua

Commenta con il tuo account social

8 Comments

  • fabrizio60 Reply

    16 aprile 2015 at 5:40 pm

    per la serie paese di m..da, vi abbiamo presentato “il trionfo del politicamente corretto”, ormai questa caricatura di nazione non merita nemmeno la fatica di essere disprezzata

    • Carlo Neri Reply

      18 aprile 2015 at 3:57 am

      Avrei fatto anch’io quello che ha fatto il comandante della polizia.
      Per le persone a cuii piace quello che hanno fatto alla Diaz e quello che hanno fatto a Giuliani, non ci dovrebbe essere posto nel corpo della polizia!!

      • Inculator Reply

        20 aprile 2015 at 7:38 pm

        Speriamo che tu possa invece incontrare qualche ‘risorsa’ alticcia che ti prenda per il suo sollazzo e il 113 perennemente occupato.

        • Carlo Neri Reply

          21 aprile 2015 at 6:31 am

          Ti ringrazio “inculator” del pensiero gentile, io invece auguro a te di incontrare un periodo di pace e di tranquillità che ti permetta di vedere le cose da una prospettiva più obbiettiva.

          • Inculator

            22 aprile 2015 at 12:22 pm

            La procedura non è sospendere prima e fare un procedimento disciplinare poi. La sospensione dal servizio in questo caso è una ‘misura cautelare’ assolutamente inutile in quanto si dovrebbe usare per fatti ben più gravi dell’esternazione politicamente corretta o meno di una poliziotto. Vogliamo essere ‘garantisti’ nei confronti di tutti va bene, ma facciamo lo stesso nei confronti anche dei cittadini in divisa e non fare solo degli exploit a favore dei media. Per concludere per quanto riguarda il drogato e delinquente giuliani rileggiti http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-03-24/corte-strasburgo-assolve-italia-110833.shtml e per la Diaz paghi chi ha travalicato e non un’intera cattegoria.

          • Inculator

            22 aprile 2015 at 12:25 pm

            Per finire, qui stiamo parlando un un ‘like’ che su facebook non significa necessariamente che la persona ‘gradisca’ o sia d’accordo con quanto scritto ma solo che ha visto la notizia visto che non esite un pulsante ‘not like’

          • Carlo Neri

            22 aprile 2015 at 5:11 pm

            Non conosco la procedura riguardo alla sospensione cautelare, ho preso per buono che se il capo della polizia l’ha adottata e, per quello che ne so, il militare non l’ha contestata, dovrebbe essere consentita.
            Riguardo a Giuliani lo so che non era un ragazzo innocente e che stava lanciando contro un carabiniere un estintore..era un bastardo sicuramente e il colpo di pistola ci stava, anch’io penso che lo avrei sparato.
            Il problema è che invece di puntare alle gambe o al massimo corpo, che sarebbero stati bersagli molto piu facili da prendere, ha mirato alla testa, come per uccidere.
            Ci sta anche l’attenuante della paura di quei momenti ma non si ammazza un ragazzo se si può evitare.
            Riguardo al like, onestamente non vuol dire che hai solo letto ….!

  • SOSPESI DA UN MINISTRO CHE QUALCUNO IPOTIZZA IN ODOR DI MAFIA…… IO, STO CON I POLIZIOTTI !!!! | MAJANO GOSSIP - Patrick Pierre Bortolotti – LA DESTRA Reply

    17 aprile 2015 at 3:51 pm

    […] polizia Pansa, che senza pensarci due volte hanno deciso di rimuovere l’ufficiale di polizia Antonio Adornato dal suo incarico. Quest’ultimo si era reso responsabile di un “like” su facebook. Un innocuo mi piace al post […]

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it