Metro C: giunta Marino allo sbando sulla grande incompiuta

Conferenza europea della Fondazione De Benedetti "Casa e Mercato del Lavoro"La metro C, uno degli esempi dell’inefficienza italiana, è un’idea che nasce prima del 2000. Del 2004 l’approvazione del progetto preliminare, del 2006 l’aggiudicazione della gara.
Nel tempo in cui in Cina si è costruita la più grande rete ad alta velocità del mondo, migliaia di km in tutto il territorio, in Italia non si riesce a terminare una linea della metropolitana di una sola città.
Il costo inizialmente previsto, inferiore ai tre miliardi di euro, oggi si aggira attorno ai quattro. Certo la lungimiranza del non prevedere che a Roma, nel sottosuolo, potessero essere trovati reperti archeologici, ha giocato un ruolo non secondario. Tuttavia un filino più rilevante è stato scegliere come controllori (la direzione dei lavori) i controllati, cioè le società che dovrebbero eseguirli.
Detto ciò è tutto comprensibile: prima si abbassa il costo dell’opera di oltre un decimo per aggiudicarsela, poi lo si fa lievitare adducendo imprevisti e problemi di ogni sorta. Il contratto, se il controllore è d’accordo, sostanzialmente lo permette. Certo questa potrebbe essere una valida spiegazione alle (incredibili) 45 varianti del progetto iniziale.

Già ai tempi del governo Letta, nel 2012, il CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) aveva stanziato ulteriori 253 milioni per l’opera. Una cifra davvero importante, vista l’assenza di risorse che si riscontra ovunque nel Paese. Ma chi si aspettava, dopo quell’ennesima spesa, che i lavori potessero finalmente terminare, è rimasto deluso. Né con la superba gestione della giunta Marino le cose stanno andando diversamente. Improta, l’assessore alla Mobilità e Trasporti della capitale, ieri ha tenuto a precisare di non essere indagato per aver approvato l’atto con il quale si concedono ulteriori 90 milioni di Euro alle ditte appaltatrici. Viene da chiedersi come mai non si potesse attendere, visto che è in corso un’indagine sulle spese pazze per la Metro C e considerato che le normali imprese attendono sempre tempi biblici per veder riconosciuti i propri crediti. C’era urgenza nel provvedere proprio qui, era necessario approvare subito quest’atto?
I soldi pubblici continuano ad essere sprecati e, speriamo, qualcuno prima o poi pagherà per questa gestione. L’azienda dei trasporti pubblici romana è un pozzo senza fondo di debiti, capace di “investire” 9 milioni di euro per mettere l’aria condizionata su 38 autobus, e 8 milioni e mezzo per il sistema gps, tanti che gli ispettori hanno definito la situazione “allarmante”.

Degna di ilarità, visto quanto sopra, è la trionfale dichiarazione del consigliere PD Policastro, presidente della “Commissione Speciale Metro C”, il quale ha affermato che entro la fine di aprile saranno inaugurate altre 6 fermate della metro. E siccome questo avverrà con 8 mesi di ritardo, sarà chiesta una penale da 31 milioni di Euro. Cifra che però è già stata contestata e scenderà, perché anche l’amministrazione capitolina è in ritardo con i pagamenti. E viene da dire “per forza”, finché 38 impianti di climatizzazione costano 9 milioni di euro.
Inoltre, dichiarò a novembre ancora Policastro
“L’obiettivo principale è accelerare i tempi al massimo e arrivare perlomeno per il 2024 ad Ottaviano”.

Dopo costi enormi, penali risibili, una commissione apposita per seguire i lavori di una metropolitana, si spera in 20 anni di fare una metro, “accelerando i tempi”.
Di una cosa siamo certi: nella Roma antica ce ne avrebbero messi meno.

Stefano Teso

Stefano Teso26 Posts

Nato il 2 gugno 1991. Maturità classica, studente di giurisprudenza all'Università di Padova. Appassionato di politica e sport, si interessa anche di finanza.

Commenta con il tuo account social

1 Comment

  • Paolo Reply

    31 marzo 2015 at 5:37 pm

    Ci sarebbe persino da ridere, se non fosse tragico. Una giunta comunale indefinibile, tanto è disgustosa e ladra 🙁

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it