Morto Elio Toaff, l’uomo della pace tra ebrei e cristiani

Toaff-86Elio Toaff avrebbe compiuto 100 anni tra dieci giorni, il 30 aprile 2015. Si è spento poco prima del traguardo. Sarà ricordato come la figura più carismatica e rappresentativa della comunità ebraica romana e non solo. Considerato come la massima autorità spirituale e morale ebraica in Italia a partire dal secondo dopoguerra, Elio Toaff è stato rabbino capo di Roma per 50 anni, dal 1951 fino all’8 ottobre 2001, data in cui ha annunciato le sue dimissioni.
Era rabbino capo di Roma durante il Concilio Vaticano II, ma soprattutto verrà ricordato come figura determinante nel processo di pace tra cristiani ed ebrei.

Si deve anche a lui la storica visita di Papa Giovanni Paolo II nella sinagoga di Roma, nel 1986. La prima in assoluto di un pontefice in una sinagoga, culminata nella definizione degli ebrei come “fratelli maggiori” da parte di Papa Wojtyla.
Un abbraccio dovuto all’intelligenza di due grandi uomini.
Toaff, assieme a Josep Ratzinger (Papa Benedetto XVI, successore di Giovanni Paolo II) è stato una delle tre persone cui Giovanni Paolo II ha fatto riferimento nel suo testamento.

Riccardo Ghezzi

Riccardo Ghezzi1205 Posts

Giornalista pubblicista, scrive di sport e politica su testate locali piemontesi. Appassionato di politica da sempre, ha un unico pregio: non essere mai stato di sinistra in vita sua

Commenta con il tuo account social

0 Comments

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it