Non sono imbecilli, sono terroristi

1milano_scontri_no_expo_fotogramma0_1_1Davanti alla devastazione di Milano ad opera dei black bloc, la reazione più comune è stata quella di etichettare costoro come imbecilli o cretini. Sbagliato.
Coloro che ieri hanno devastato palazzi, negozi, automobili, provocato le forze dell’ordine e quasi messo in ridicolo l’Italia di fronte al mondo nel giorno in cui si inaugurava Expo non sono cretini o imbecilli, e nemmeno pirla: nel linguaggio comune, un cretino o un imbecille è quella persona che quando fa qualcosa non si rende conto dell’azione che sta compiendo, non è in grado di coglierne la rilevanza o la gravità e dunque la compie.
Al contrario, i black bloc e tutti gli antagonisti e anarchici che ieri hanno fatto quello che sappiamo erano perfettamente consapevoli di cosa stavano facendo. Anzi: era esattamente quello che volevano accadesse. L’insieme di azioni degli antagonisti di ieri pomeriggio non è una Babele fatta da giovani esaltati (o almeno, non del tutto), ma è una precisa rivendicazione politica.

Per capire che non ci si trova semplicemente davanti a degli imbecilli ma dinanzi a rivendicazioni politiche, non bisogna dimenticare che dietro questi gruppi e dietro i loro obiettivi c’è sempre dietro un retaggio culturale sedicente “anarchico” e “anti-capitalista”, o presunto tale: la ricerca dello scontro con la polizia e la concomitanza con grandi eventi o importanti summit sono il guanto di sfida che essi lanciano allo Stato e alle istituzioni che loro non riconoscono e che con questi mezzi (risibili) si propongono di combattere; le devastazioni a banche e negozi e le auto, solitamente di grossa cilindrata, incendiate stanno a simboleggiare la lotta al capitalismo, ai borghesi e ai loro status symbol, altro loro nemico (che poi tra quei black bloc ci siano anche figli di papà è un altro discorso, uno di loro è stato immortalato con un Rolex al polso).

Sicuri ancora di poter parlare semplicemente di imbecilli? Lo sono di sicuro, ma liquidare il tutto così vuol dire non avere capito con chi si ha a che fare. Siamo davanti a terroristi e come tali andrebbero trattati.

In Italia abbiamo già avuto un gruppo terroristico che combatteva contro lo Stato e il capitalismo: si chiama(va)no Brigate rosse. Cambiano le modalità con cui black bloc e Br si mettono in mostra, ma i contenuti sono gli stessi. Le Br vennero combattute col pugno duro, che aspettiamo a farlo anche coi black bloc? Per la verità avrebbero dovuto farlo già dopo il G8 di Genova.

Foto di Skytg24

Commenta con il tuo account social

10 Comments

  • sergius Reply

    4 maggio 2015 at 8:22 am

    E invece di combatterli, certi giudici conniventi li mollano, in modo da garantire loro l’impunità. Poi si meravigliano del risentimenti dei cittadini che pagano loro lo stipendio?

  • Alessandro Reply

    4 maggio 2015 at 9:12 am

    Ma basta con sta storia del Rolex, per quanto ne sapete poteva essere un imitazione o avete visto il certificato di autenticità?
    Siete tutti degli esperti della Rolex?n,

    • Andrea Asole Reply

      4 maggio 2015 at 2:22 pm

      Beh Alessandro, ovviamente se sia vero o falso io non posso saperlo, ma ammettiamo pure che sia falso: anche se fosse falso, resterebbe un tentativo di possedere uno degli status symbol borghesi e capitalisti per eccellenza, sicchè anche in caso di falso l’azione compiuta è in contrasto con un simbolo del genere, vero o falso che sia

    • attilio raffaghello Reply

      5 maggio 2015 at 9:02 am

      era meglio che non commettassi.

  • Paolo Reply

    4 maggio 2015 at 9:42 am

    Condivido ogni parola dell’ articolo.

  • Luciano Tanto Reply

    4 maggio 2015 at 6:49 pm

    Benissimo, praticamente d’accordo, salvo una questione da troppo tempo mal risolta: l’utilizzo del concetto “anarchia” come sinonimo di violenza. L’anarchia, rigetta l’idea del governante al di sopra dei cittadini; l’anarchia non é contro la legge, ma chi delle keggi ne approffitta.

    • giuseppe Reply

      6 maggio 2015 at 8:17 pm

      l’Anarchia é un concetto talmente perfetto da non poter essere MAI applicato da noi umani, Anarchia: ognuno dovrebbe governarsi, difatti si vede nel Mondo se siamo capaci, non siamo neanche in grado di votare, visto come sono andate le ultime elezioni sia politiche che europee, con i partiti succubi della Troika vincenti (per poco alle politiche), e con una finta protesta in mano a due saltinbanchi che speculano sui click del loro blog.
      E poi vi immaginate gli anarchici dell’Africa, ma se fanno 38/39 figli come il padre della Kyenge e li vogliono far mantenere a noi, figurarsi se ci fosse l’Anarchia, no signori, bisogna tornare a Scelba, alla Polizia pre-1922, ORDINE e PATRIA, che non esistono piu’.

  • ulysse Reply

    4 maggio 2015 at 7:47 pm

    Non condivido, manca la premessa. Le BR furono si’ combattute ma in cambio si incomincio’ a distribuire prebende a destra e a manca, creando quel debito pubblico che ancora ci portiamo sulle spalle. Il lassismo continua e non c’ e’ refolo di vento che indichi un cambio di direzione.Con i blackblock era tutto prevedibile e nessuna forza politica ha criticato, prima dell’evento, la poca attenzione del governo per prevenire i vandalismi.

  • attilio raffaghello Reply

    5 maggio 2015 at 9:05 am

    sarebbe l’ora di dare piu’ mano libera alle Forze dell’Ordine.

  • giuseppe Reply

    6 maggio 2015 at 8:10 pm

    finalmente vengono chiamati per nome: terroristi, i anarchici e/o comunisti e anti-capitalisti sono terroristi e vanno combattuti con le armi in pugno, calare una rete dall’alto, narcotizzarli e arrestarli tutti, processo per direttissima, 15 anni di galera, o in alternativa creare una specie di Legione straniera e inviarli al fronte.
    La responsabilità dei danneggiamenti é anche di chi ha ordinato ai poliziotti di indietreggiare e cause civili devono essere fatte a chi ha dato l’ordine, che sia il Questore, il Prefetto o il MInistro dell’Interno.
    Il disagio sociale creato dalla Troika non c’entra nulla, se la prendono con i negozianti e con le auto, non con Renzi, Monti, Letta, Prodi, UE e criminali vari.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it