Odevaine fa tremare il governo:”Castiglione conosceva gli affari al Cara di Mineo”

Giuseppe Castiglione era a conoscenza degli affari al Cara di Mineo. A sostenerlo è stato Luca Odevaine durante la prima udienza del processo su Mafia Capitale. Scrive Il Giornale:

Odevaine ha confermato, anche negli ultimi verbali, quanto gli inquirenti gli avevano sentito dire ai propri collaboratori nelle intercettazioni, e poi nei primi interrogatori. Con più dettagli, e un ruolo più definito per il bersaglio eccellente targato Ncd: il sottosegretario alle politiche agricole Giuseppe Castiglione. Il politico siciliano vicino ad Alfano, che da presidente della provincia di Catania era soggetto attuatore del Cara di Mineo, sarebbe stato al corrente che Odevaine era «stipendiato» dalla coop bianca «La Cascina» per confezionare su misura – per la stessa coop vicina a Cl, della quale Ncd sarebbe stato il partito «di riferimento» – il bando di gestione del centro di accoglienza. Odevaine, inoltre, secondo quanto scrive Repubblica , negli ultimi interrogatori avrebbe parlato ai magistrati anche del «coinvolgimento di interessi mafiosi» sul Cara.

Mafia Capitale, dunque, scuote anche Palazzo Chigi. Nella prossima udienza, in calendario martedì 17, potrebbero emergere nuovi dettagli. Il governo comincia a tremare.

Redazione

Redazione1910 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

2 Comments

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it