Picchia e tenta di strangolare una donna per rapinarla di un euro

20150322_hfdsPicchia e tenta di strangolare una donna per rapinarla di un euro: succede a Napoli dove un cittadino di Capo Verde di 50 anni è stato sottoposto a fermo dalla Polizia per rapina, lesioni e sequestro di persona.

La vicenda – secondo la ricostruzione della Polizia – è cominciata giovedì sera quando una donna, anche lei di Capo Verde, di 55 anni, è stata malmenata da un connazionale, per un solo euro, nei pressi dell’Ospedale dei Pellegrini. Gli agenti hanno accertato che la vittima veniva picchiata sistematicamente dall’uomo ogni qualvolta non avesse soldi da dargli.

Poche ore dopo quell’episodio, l’uomo è andato a casa della donna pretendendo 30 euro. Al rifiuto della donna, che ha detto di non avere denaro, l’ha picchiata e cominciato a strangolarla fino a farle perdere conoscenza. Ha poi messo a soqquadro la casa e si è allontanato facendo perdere le tracce. Ieri sera è stato rintracciato e bloccato dalla Polizia. La donna è stata medicata per numerose contusioni, escoriazioni, tumefazioni e trauma cranico con ematoma periorbitale.

Fonte: Il Mattino

Redazione

Redazione1911 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

2 Comments

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it