Primo volo in Italia del TUAV Shadow 200

010415primovolouav (2)Primo volo in Italia, ieri pomeriggio presso la base AMI di Amendola, del TUAV (Tactical Unmanned Aircraft System, ndr) Shadow 200 recentemente acquisito dall’Esercito Italiano e operato dal 28mo gruppo squadroni dell’Aviazione dell’Esercito “Tucano” di stanza a Viterbo.
Il nuovo assetto amplia gli orizzonti capacitivi della Forza Armata non solo nella dimensione dedicata all’attività di surveillance a livello tattico dell’area di operazioni, ma soprattutto nell’ambito del binomio manned-unmanned team (MUM-T), che schiererà accanto allo Shadow a pilotaggio remoto l’elicottero da esplorazione e scorta A-129 per le attività di scouting-reconnaissance (S/R) e di targeting-fire support (T/FS), e, non meno rilevante, nella condotta delle più comuni attività d’impiego degli assetti dell’AVES nella terza dimensione a supporto delle unità terrestri e in sinergia con queste ultime.

Si tratta di un nuovo e vasto orizzonte che con il volo odierno vede gli albori di una nuova era in grado di accrescere rapidamente il potenziale capacitivo della Forza Armata non solo in campo strettamente militare ma anche, nella prospettiva duale d’impiego delle risorse, nei campi della sicurezza e della ricerca ambientale, scientifica e tecnologica.

Il battesimo del volo per il TUAV Shadow 200 ha avuto come spettatori entusiasti i rappresentanti di vertice dell’Aviazione dell’Esercito che, al termine del volo d’esordio, hanno espresso coralmente ai bravi colleghi del 28mo gruppo squadroni AVES “Tucano”, piloti e tecnici del nuovo assetto, e della Brigata RISTA, operatori del sensore di bordo, le felicitazioni per il brillante risultato conseguito dopo molti mesi di intenso e proficuo lavoro.

Fonte: Comando Aviazione dell’Esercito

Redazione

Redazione1905 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

0 Comments

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it