Putin:”Vivo o morto, portatemi al Baghdadi a Mosca”

vladimir-putin-during-interview

“Vivo o morto, portatemi Abu Bakr al Baghdadi a Mosca”. Sarebbe questo, secondo l’agenzia stampa iraniana Tansim news, che cita una fonte interna e ben informata del Cremlino, l’ordine che Vladimir Putin avrebbe impartito ai suoi generali. Il capo di Stato russo, infatti, avrebbe chiesto, scrivono i media iraniani, di portare i leader dell’organizzazione terroristica in Russia. Putin sarebbe intenzionato a giustiziato il califfo al Baghdadi e ad esporre in pubblico il suo corpo. Cosa che non sarebbe però possibile, poiché in Russia la pena di morte è stata sospesa nel 1996.

Nel caso in cui non fosse possibile portarlo vivo, riferisce sempre Tansim, Putin avrebbe chiesto ai suoi di portare le salme. “La sua richiesta – si legge nella notizia diffusa dall’agenzia stampa iraniana – mira a mettere in imbarazzo gli Usa, ad evidenziare il fallimento della Coalizione internazionale” guidata proprio da Washington. “Le forze aeree russe ora si stanno dirigendo direttamente a Raqqa, la principale roccaforte dell’Isis per colpire duramente la città”, ha detto il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashinkov.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi