Quando Renzi diceva: “I terroristi non arrivano sui barconi”

renzi-640-nuovaAlla fine i sospetti e gli allarmismi erano fondati. Nonostante le bugie del governo Renzi, che ha sempre minimizzato la cosa, stamattina un marocchino di ventidue anni, ritenuto coinvolto nella strage del Museo Bardo, costato la vita a 24 persone, e ricercato a livello internazionale dalle autorità tunisine, è stato arrestato a Gaggiano, nel milanese, nel corso di un’operazione congiunta di Ros e Digos.

Si chiama Touil Abdelmajid, immigrato irregolare, ed era nascosto presso alcuni parenti in possesso di un permesso di soggiorno. L’aspetto più inquietante della vicenda, però, è che dopo alcuni accertamenti da parte delle Forze dell’ordine si è scoperto che il giovane marocchino era arrivato in Italia su un barcone a Porto Empedocle nel febbraio 2015, assieme ad altre 90 persone.

Negli scorsi giorni il governo libico di Tobruk, l’unico riconosciuto a livello internazionale, aveva lanciato un allarme rivolto all’Italia, avvertendo circa le possibili infiltrazioni di terroristi legati all’Isis a bordo dei barconi della morte. «L’Italia sperimenterà l’arrivo non solo di poveri emigranti dall’Africa ma anche di barconi che trasportano Daesh (Isis). L’esercito e i responsabili libici hanno informazioni in proposito», aveva detto all’Ansa il ministro dell’Informazione libico, Omar al Gawari.

«È solo propaganda», era stato il commento dell’intelligence e dall’Antiterrorismo italiano, che avevano accolto queste affermazioni con scetticismo. Perché, secondo le considerazioni di 007 e investigatori, se militanti dell’Isis volessero arrivare in Italia non lo farebbero certo usando barconi sottoposti ai controlli delle autorità italiane dopo il salvataggio. E invece sta accadendo proprio il contrario.

«Fin qui non abbiamo nessuna prova di infiltrazioni terroristiche», aveva assicurato il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, smorzando le polemiche politiche della destra. Ma a far sorridere di più è il commento di qualche mese fa del premier Renzi a riguardo. Perché mentre Touil Abdelmajid sbarcava a Porto Empedocle, negli stessi giorni, più esattamente il 22 febbraio, il presidente del Consiglio, nel corso di un’iniziativa Pd sulla scuola, attaccava chi sollevava la questione sicurezza. «I terroristi non arrivano in zattera. Non credete a chi vi dice che con gli immigrati sui barconi arrivano i terroristi. Dove si sono verificati attentati sono stati spesso cittadini di quello stesso Paese’, cioè immigrati di seconda generazione, che non hanno trovato le condizioni adatte per l’integrazione».

Commenta con il tuo account social

7 Comments

  • Ben Reply

    20 maggio 2015 at 5:30 pm

    abbiamo governi, esercito, polizia, preti che ODIANO gli ITALIANI e ci vogliono morti..STANNO APRENDO LE PORTE ALL’ isis PERCHè QUANDO SAREMO MORTI AMMAZZATI DAI LORO AMICI ISLAMICI LORO “PENSANO ” DI POTER DOMINARARE L’ ITALIA COME VOGLIONO..MA NON SANNO CHE SPARIRANNO ANCHE LORO!!

  • Federico Reply

    20 maggio 2015 at 7:02 pm

    Nessuna persona che abbia un minimo di intelligenza può escludere che nei barconi ci siano terroristi solo perché lo dice un quaquaraquà come Renzi.
    Ancora più pericolosi sono quelli che vanno in giro a dire che i terroristi hanno passaporto autoctono e portano l’esempio di Charlie Hebdo e ancora peggio sono quelli che dicono che i terroristi viaggiano solo in aereo usando la first class.

    Un giorno non lontano pagheremo il conto di tutte queste sottovalutazioni e sarà un conto molto salato. Terroristi o non terroristi, l’Islam invaderà l’Europa e gli europei saranno cancellati in breve tempo, cominciando dall’Italia.

    Accogliere in continuazione centinaia di migliaia di estranei, senza mai mettere neanche l’ombra di un freno; continuare a dire che si tratta di profughi che scappano dalla guerra (quando questa è la minima parte); parlare sempre di bambini e donne incinte (quando il 99% sono uomini in forze dalle intenzioni sconosciute); non accorgersi che nel sud del mondo la gente si riproduce come le formiche e chiede spazi sempre più larghi, spazi che noi lasciamo liberi perché, al posto di fare figli, ci preoccupiamo solo delle pari opportunità e dei diritti dei gay… tutto questo significa andare stupidamente verso la propria autodistruzione, autodistruzione che avverrà nel giro di qualche generazione.

    Autodistruzione che sarà comunque meritata e giusta, in perfetto accordo con le leggi di Darwin e con quelle della natura.

  • giuseppe Reply

    20 maggio 2015 at 9:32 pm

    clandestino, sbarcato da poco da uno dei barconi degli scafisti islamici, il Governo sta incentivando il terrorismo, STOP subito a raccattare clandestini per il Mondo, blocco navale e respingimenti come fanno in Australia.

  • Paolo Reply

    21 maggio 2015 at 1:07 pm

    “E’ solo propaganda.” Lo avevano detto anche prima dell’ offensiva Tedesca di Caporetto.

    Evidentemente, sottovalutare grossolanamente i pericoli (in ragione di arzigogolati e cervellotici ragionamenti) è un’ antico vizio italico, che affligge gli italiani di oggi, come quelli di ieri.

    Salvo poi, negli uni e negli altri casi, rimanere a guardare attoniti, con la bocca spalancata e gli occhioni sgranati il palazzo che crolla, quando mezzo mondo ci aveva avvertiti che sarebbe successo.. 🙁

  • Corrado Massa Reply

    21 maggio 2015 at 4:54 pm

    Secondo Renzi i terroristi sono ” immigrati di seconda generazione che non hanno trovato le condizioni adatte per integrarsi ” . E’ un’affermazione ridicola. Se è così, come si spiega che gli immigrati di prima generazione si sono integrati? Evidentemente le condizioni per integrarsi ci sono. Ma soprattutto Renzi dimentica che il terrorismo è un fenomeno troppo crudele per essere spiegato coi motivi sociali cari alle sinistre. Alla radice c’è solo o la pazzia, o la malvagità pura e semplice.

    • Paolo Reply

      22 maggio 2015 at 8:47 am

      Concordo, l’ affermazione non è solo ridicola ma estremamente pericolosa perchè, come ha detto lei, tramite le solite st*onzate a tema sociale che le sinistre usano per spiegare persino il moto dei pianeti, si apre la porta addirittura ad una giustificazione del terrorismo. Sig. Primo Ministro buffone!!! 🙁

  • Quando Renzi diceva: “I terroristi non arrivano sui barconi” | aggregator Reply

    29 maggio 2015 at 2:18 pm

    […] Quando Renzi diceva: “I terroristi non arrivano sui barconi” […]

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it