Quelli che a sinistra…

Immagine 1Sono ormai ridotti all’osso, non hanno idea di come pubblicizzare la loro festicciola. Sarà che evitano, a causa delle politiche che silenziosamente approvano, ma moralmente, dentro le proprie menti, con la loro coscienza sono convinti di non condividere, che oggi, in stile A.Moretti sono obbligati anche ad evitare i simboli, a cercare di neutralizzare un’idea che nasceva da salde radici, ma che a causa di politiche buoniste hanno dovuto lasciare, colorare la propria bandiera di quel rosso sbiadito che ambisce alla politica della prima repubblica, quella che amava gli amici degli amici, la stessa del “mangiamo e beviamo”, la politica che i giovani adolescenti italiani stanno pagando sulla propria pelle, quello sporco gioco che porta tanti giovani a studiare e lavorare all’estero. A loro non interessa la socialità e la solidità di uno stato, non guardano affatto al welfare, ma solo alla vita privata di qualcuno, non potendo ambire a gradini più alti della classe politica italiana, da sotto la piramide, cercano di aggrapparsi alle “brache” di alcuni, vorrebbero strapparle e togliere dai giochi, solo per orgoglio personale, quell’immagine che tutto il mondo conosce e quella personalità che il resto del continente rispetta.

Ambiscono a tanto, fanno della loro politica uno stile di vita mirato all’altruismo e alla beneficenza, peccato che poi le stesse organizzazioni, vicine al loro amato partitino, si macchiano di vergognose truffe sulla pelle di tanta gente bisognosa.

Sono ormai ridotti a promettere, promettere e promettere, quasi quasi, anche la splendida festicciola sta per terminare, il classico discorso politico si fermerà a ridicolizzare un soggetto politico, a cercare soluzioni che per tanti anni hanno lasciato in un caveau sotterraneo, magari coperto anche da macerie, a discorrere con semplici parole buoniste e aperte al confronto, quel dibattito che non hanno mai voluto cominciare e che mai cominceranno. Avete dimenticato un simbolo, quello che sicuramente vi augurerà una splendida “riuscita”, in tutti i sensi. Auguri !

Commenta con il tuo account social

1 Comment

  • marco Reply

    24 luglio 2015 at 12:22 pm

    Sono riusciti, per anni, a nascondere il loro “nulla” agli occhi dei Cittadini insultando, infangando, indagando gli avversari politici grazie anche, o sopatutto, ai “loro” presidenti, ai “loro” magistrati, ai “loro” media. Ma l’aria sta cambiando, anche il Cittadino “medio” incomincia a capire ed ha qualche sussulto di incazzatura. Se continua così, guai ai vinti!!!!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it