Scandalo Campidoglio: soldi pubblici anche per allegre cene sul clima

Ignazio Marino e Anne Hidalgo in Vaticano

È il marzo del 2015 e Ignazio Marino, sindaco di Roma, vola a Parigi invitato da Anne Hidalgo, sindaco della capitale francese, per partecipare alla riunione dei sindaci delle capitali europee sui cambiamenti climatici. Una missione tutta a carico dei cittadini romani: aereo, diritti di agenzia, albergo, pasti per un totale di 1.465,24 euro.

A Parigi, Marino, offrirà una cena da 304 euro – che pagherà in contanti per problemi di lettura della carta di credito dell’amministrazione capitolina, a lui intestata – a “tre delegati incontrati in occasione della missione a Parigi”. Una “cena istituzionale”, secondo una formula usata, nei documenti del faldone messo on line dal Campidoglio, per tutti i pranzi e le cene del sindaco. Una cena da 304 euro al ristorante L’Affable di rue di Saint Simon, con conto saldato alle 23.05.32. Non si conoscono i nomi dei tre delegati, in compenso nel documento del Campidoglio con lo scontrino, si legge a penna sotto la data del 27 marzo: “Il sindaco chiede il rimborso!” e, accanto allo scontrino, “Pagato in contanti, da rimborsare”.

Affable scontrino

Il 25 marzo Marino andrà al Café Varenne, pagando alle 14.44.12 con la carta di credito dell’amministrazione capitolina, un pranzo da 236,40 euro. Nella documentazione del Campidoglio, da noi esaminata, non c’è, a parte lo scontrino, alcuna giustificazione del pranzo. Una lacuna di non poco conto, considerato che il pranzo, come si ricava dallo scontrino, era per otto persone. Un pranzo, non giustificato, pagato con soldi pubblici. Nei documenti del Campidoglio, accanto allo scontrino e alla ricevuta del pagamento con carta di credito si legge, inoltre, segnato a penna, che il pranzo era stato pagato con carta di credito del Comune.

Scontrino Varenne

È il luglio 2015 e il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, è, come molti altri sindaci, a Roma, per il meeting dei sindaci di settanta paesi del mondo convocati da Papa Francesco per discutere di clima e nuove schiavitù. Ciononostante, il 20 luglio, Marino offrirà al sindaco di Parigi e ai suoi accompagnatori una cena faraonica al ristorante Antica Pesa di Roma, pagando, con la carta di credito dell’amministrazione capitolina, 1.600 euro.

Fattura Antica Pesa

Si legge, infatti, in un documento del Campidoglio del 21 luglio firmato da Marino: “Il sottoscritto, Prof. Ignazio R. Marino, con riferimento al pagamento della somma di € 1,600 effettuato in data 20/07/2015 in favore del ristorante ‘Antica Pesa’ di Roma, con la carta di credito in dotazione all’Amministrazione capitolina per la carica di Sindaco, dichiara sotto la propria responsabilità che detto pagamento è relativo ad una cena offerta per motivi istituzionali al Sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, e ad i suoi accompagnatori, incontrati in occasione del meeting dei Sindaci di 70 paesi del mondo, convocato da Sua Santità Papa Francesco, per discutere di clima e nuove schiavitù”.

La fattura, del 20 luglio, parla di un tavolo generico per sedici coperti, a conti fatti, una cena da 100 euro a testa, con pagamento, via carta di credito, alle 23.44. Quali fossero i “motivi istituzionali” di una cena offerta alla delegazione parigina a Roma per il meeting in Vaticano, ancora non si sa. Ma allons, les enfants, tutti a cena, pago io. Con i soldi dei romani.

Commenta con il tuo account social

0 Comments

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it