Sventa una rapina e consegna il rapinatore, su facebook lo insultano: “Dovevi lasciarlo andare”

polizia3aUn trentunenne minaccia con una pistola giocattolo le farmaciste e porta via gli incassi. Un altro giovane lo insegue, lo blocca e lo consegna nelle mani della polizia. È accaduto ieri sera, intorno alle 20:30, alla farmacia Bedini di Via del Prione“.
Questa la notizia, così come riportata dal sito cittadellaspezia. Rapinatore fai-da-te, fortunatamente, ma in grado di spaventare le farmaciste e rubare gli incassi. Cittadino con senso civico che lo placca e lo consegna alla polizia. Una storia a lieto fine, anche grazie al craggio di Mauro Maldini, giovane rugbysta spezzino. Così si chiama colui che ha sventato la rapina. Ed è proprio il protagonista a darne notizia, in modo ironico, su facebook

Maldini 1

Ci si aspetterebbe un coro di ringraziamenti, invece arrivano anche critiche velenose. Un utente addirittura lo insulta e lo rimprovera “se eri a Napoli fidati che ti facevi i cazzi tuoi”. Un’altra, probabilmente amica del rapinatore, gli chiede “Non potevi lasciarlo andare?”

Maldini 2

Maldini replica “Se siete suoi amici ditegli che è un c……e”, a quel punto la ragazza va su tutte le furie e addirittura rinfaccia “Va in galera per colpa tua”

Maldini 3

maldini 4.

Un botta e risposta culminato in una notizia falsa “Dalle 18 è dentro”, impossibile essendo accaduto il fattaccio alle 20.30, e una velata minaccia finale “Stavolta hai beccato lui, ma la prossima…”

maldini 5

Tutto finalizzato al consiglio finale di “farsi i fatti propri”. “Io me li sono sempre fatti”, dice la ragazza. Che si merita la risposta “E allora cosa ti è preso stasera? Hai smesso?” da parte di un’amica di Maldini.
Sventi una rapina e ti prendi gli insulti su facebook. Il senso civico degli italiani.

Riccardo Ghezzi

Riccardo Ghezzi1205 Posts

Giornalista pubblicista, scrive di sport e politica su testate locali piemontesi. Appassionato di politica da sempre, ha un unico pregio: non essere mai stato di sinistra in vita sua

Commenta con il tuo account social

16 Comments

  • Paolo Reply

    27 aprile 2015 at 2:27 pm

    E’ incommentabile, ma che razza di paese e di gente siamo diventati? O forse lo siamo sempre stati ma non avevamo il coraggio di dirlo? Sono disgustato oltre ogni limite, non ne posso più di questo schifo sembra un’ incubo 🙁

  • attilio raffaghello Reply

    27 aprile 2015 at 2:31 pm

    direi a tutti quelli che dicono” potevi farti i ca…i tuoi” in primis che sono persone incivili e che se la prossima volta dovessero rubare ai loro genitori e/o a loro direttamente cosa direbbero.Il senso civico non l’avrete mai, gli infami siete voi che non difendete uno che ha rubato per fame, ma da quanto penso uno che aveva bisogno di soldi per altri scopi.Se poi dite che a napoli non sarebbe successo e’ proprio per questo che si trovano come si trovano.

  • emi Reply

    27 aprile 2015 at 2:41 pm

    credo che facebook non usi sempre le cose giuste

  • sergius Reply

    27 aprile 2015 at 7:50 pm

    Polizia postale e denuncia d’ufficio per favoreggiamento e apologia di reato. Così si ricomincia magari a mettere qualcosina a posto: é ora di finirla! Ogni giorno scopriamo gente che cerca di rovinare sempre di più casa nostra. E’ ora di finirla.

  • Giacomo Reply

    27 aprile 2015 at 10:06 pm

    Non si potrebbe denunciare queste persone di APOLOGIA AL REATO?

    • attilio raffaghello Reply

      28 aprile 2015 at 7:44 am

      Giustissimo,sarebbe il primo passo verso la legalita’.

  • Roberto de Oliva Reply

    28 aprile 2015 at 1:04 am

    Il tuo voto vale come il loro…sta lì lo scandalo

  • sara Reply

    28 aprile 2015 at 2:42 am

    Nn volevo offendere nessuno solo che a quel ragazzo voglio bene tutto qui

    • Paolo Reply

      28 aprile 2015 at 1:34 pm

      Spero che tu ti renda almeno conto che quel ragazzo, a cui dici di volere bene, stava per fare una cosa molto sbagliata a danno di persone che non gli (vi) avevano fatto niente…

    • laura Reply

      28 aprile 2015 at 9:00 pm

      Questo ragazzo ha fatto un grosso sbaglio e deve imparare.
      Se va in galera e’ solo colpa sua e della decision di andare a rubare. Non e’ di certo colpa di chi mantiene la legalita’ e aiuta gli altri.
      Spero che tu sia molto giovane e debba ancora capire che uno nella vita deve prendersi la responsabilita’ delle proprie azione

      • Paolo Reply

        29 aprile 2015 at 1:31 pm

        E’ la stessa persona che, su FB, lo difendeva a spada tratta insieme a quell’ altro… 🙁

    • Gianluca Reply

      29 aprile 2015 at 6:51 am

      Ma ti rendi conto di cosa stai dicendo?! Ma hai dei genitori?! Spero veramente tu abbia 10 anni Perchè se ne hai di più sei una persona squallida! Se uno fa una rapina DEVE andare in carcere! Non esiste “gli voglio bene”. Cosa vuol dire “gli voglio bene”? Ma sei celebro lesa? ! Perchè gli vuoi bene può fare quel che cazzo vuole?! Sono sconvolto dalla tua demenza, davvero.

      • emi Reply

        29 aprile 2015 at 10:41 am

        dovremmo fare a lui quello che vorrebbe fare gli altri

    • 174VAM Reply

      29 aprile 2015 at 8:13 pm

      visto che vuoi bene a quel delinquente, “spiegagli” che rubare è un reato per cui, poi, si DEVE andare a marcire in galera

  • Davide Reply

    28 aprile 2015 at 8:45 am

    Anche se il male non si augura mai a nessuno, a queste persone servirebbe una bella aggressione mentre sono circondate da altre persone che “si fanno i cazzi propri”…

  • un italiano Reply

    30 aprile 2015 at 8:28 am

    L ‘italia è ridotta cosi per gente cosi,
    la cosa triste è che anche chi vuole rispetto e legalita’ deve subire questo stato di cose ma non so fino a quando cio’ potra’ avvenire, avrei agito come Marco non per protagonismo ma per giustizia farsi i cazzi propri o peggio lasciarlo andare vorrebbe dire legalizzare queste condotte degradanti di un mondo degradato che non mi appartiene o io non appartengo ad esso .

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it