Traffico di cani nella Chinatown milanese? Denuncia dell’Aidaa, aperto un fascicolo

downloadDa una denuncia partita dall’AIDAA nel mese di luglio del 2014 potrebbe nascere un procedimento giudiziario: la procura della repubblica di Milano ha infatti aperto un fascicolo su un possibile traffico di cani che avrebbe come terminali un magazzino ed una macelleria situati nella cosiddetta “Cinatown Milanese”, nei pressi di via Paolo Sarpi.
La denuncia dell’AIDAA si riferisce ad alcuni episodi e avvistamenti non ancora chiariti nella zona. Secondo l’associazione animalista, sono state viste più volte persone entrare di sera da un ingresso secondario, sul retro, di una macelleria con cani nei trasportini. Le stesse persone poi uscivano senza gli animali. Questi episodi si sarebbero susseguiti tra giugno e luglio dello scorso anno.

In seguito a questi avvistamenti, l’AIDAA ha incaricato alcuni volontari di monitorare la zona. E lo strano traffico è stato confermato, non solo dai volontari inviati in avanscoperta ma anche da alcuni residenti. Anzi, gli stessi episodi sono stati riscontrati in una zona adiacente, dove si trova un magazzino sotterraneo di carne e surgelati.

Ieri mattina il presidente di AIDAA Lorenzo Croce è stato convocato presso il commissariato di polizia Sempione, a Milano, proprio in virtù dell’apertura del fascicolo da parte della magistratura. Per ora la denuncia è contro ignoti.
Lorenzo Croce, oltre ad aver risposto alle domande dei poliziotti, si è riservato di fornire ulteriori elementi.
“Non possiamo affermare che si macellino cani e nemmeno che i cani portati da persone prevalentemente di nazionalità orientale, ma anche da italiani, siano destinati alla macellazione” dichiara Lorenzo Croce in una nota stampa- “ma in quei luoghi i cani sono entrati e non sono più usciti. Una volta appurato che non ci sono dogsitter né veterinari, chiediamo che si vada a fondo. Vogliamo capire dove siano finiti e sopratutto se sono ancora vivi”.
Proprio a questo servirà l’indagine della magistratura.

Commenta con il tuo account social

8 Comments

  • teresa Reply

    22 marzo 2015 at 12:57 pm

    Ma le guardie zoofile non possono intervenire portargli via i cani e fare una multa che se la ricordano tutta la vita?

  • Laura Reply

    23 marzo 2015 at 3:38 am

    Fate qualcosa porca miseria ( un qualcosa di buono in Italia, dal momento che una giusta non ne’fate)! Che orrore !

  • silvana Reply

    23 marzo 2015 at 7:11 am

    Fare la stessa cosa a loro…..sarebbe poco ….. troppo poco …

  • fabrizio60 Reply

    23 marzo 2015 at 8:15 am

    mi raccomando, andate a mangiare nei ristoranti cinesi, fa molto chic e soprattutto qualità e provenienza del prodotto sono garantiti.

  • nunzia Reply

    23 marzo 2015 at 8:53 am

    Non possiamo affermare Bla Bla bla……..di cos’ altro avete bisogno per prendere ste merde e polverizzarli da questo mondo?

  • 174VAM Reply

    26 marzo 2015 at 10:15 pm

    bene: con questo articolo sono stati avvertiti;
    se avevano qualcosa da nascondere, adesso avranno tutto il tempo per farlo e far sparire le tracce del loro losco traffico, facendo trovare magari delle belle quaglie o dei petti di pollo in agrodolce.
    Scusate, ma pubblicare questa notizia, se c’è un indagine in corso, non mi sembra proprio una “genialiata”.

  • Enrica Mantovani Reply

    4 aprile 2015 at 1:40 pm

    Ma perchè accettare tutto, questi invadono le nostre citta con le loro usanze e noi? tutti zitti ? nooooooooooooooooooo ora BASTA !!!!!!

  • gio Reply

    14 aprile 2015 at 8:11 pm

    Sono schifata,fanno quello che vogliono,ed ora anche qui in Italia,SI PERMETTONO di toccare i cani???!!!! NON ESISTE,FATE PRESTO A VERIFICARE!!!!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it