Un altro pezzo di made in Italy all’estero: Pininfarina venduta agli indiani

Pininfarina_logo_2363Il celebre studio di design italiano Pininfarina è stato acquistato dal gruppo industriale indiano Mahindra: la holding indiana ha acquistato il 76% delle azioni e conta di acquisire in breve tempo il restante 24%. Julio Gulinelli ha riportato i dettagli dell’operazione su Panorama.

di Julio Gulinelli

Con i suoi 85 anni di storia sulle spalle, Pininfarina si è guadagnata una prestigiosa reputazione a livello mondiale, grazie al suo ruolo fondamentale nella realizzazione del design di modelli per firme come Alfa Romeo, Fiat, Ferrari o Peugeot.

Ebbene, in questi giorni si scrive un nuovo capitolo nella storia della casa di design italiana. Il Gruppo indiano Mahindra ha infatti acquistato il 76% di Pininfarina per 28 milioni di dollari.

Anard Mahindra, Presidente del Gruppo, ha assicurato ce l’acquisizione dello studio di design italiano è un’operazione di somma importanza per il brand indiano, sia per il valore della sua ingegneria, sia per le sue capacità stilistiche. Le due divisioni responsabili dell’acquisto di Pininfarina sono infatti Tech Mahindra Limited e Mahindra & Mahindra.

Nonostante, ora, la maggior parte delle azioni appartengano al costruttore asiatico, Pininfarina continuerà a lavorare come una Casa di design indipendente e manterrà al timone il direttore attuale, Paolo Pininfarina. A breve termine Mahindra proverà ad acquisire anche il 24% delle azioni restanti.

Redazione

Redazione1908 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

2 Comments

  • monica cappellini Reply

    31 dicembre 2015 at 9:17 am

    GRAZIE AI GOVERNI prodi monti e renzi e co…………..

  • luciano tanto Reply

    31 dicembre 2015 at 4:26 pm

    sapere e non saper fare. quando qualche firma italiana acquista qualcosa di simile all’estero, piangete?

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it