Vestiti da Gesù mimano sesso con la croce. Al circolo Arcigay bolognese festa blasfema

imageUn’iniziativa del Ca…ssero. In tutti i sensi. Il genderismo militante ormai se ne inventa una più del diavolo per coprirsi di ridicolo. Dopo essere venuti a conoscenza di quante paia di mutande, di pantaloni laccati e di camicie rosa schocking di Dolce & Gabbana sono stati gettati istericamente dalle finestre di noti vip italiani ed internazionali a seguito delle dichiarazioni dei due stilisti in difesa della famiglia tradizionale, adesso tocca a Gesù, sissignore. Prendi un circolo Arcigay, somma un’incredibile confusione culturale, aggiungi dell’alcool per una serata sciocca e strillona ed infine un bel crocifisso. Cosa ottieni? La notte più “eretica e scaramantica” di Bologna, il “Venerdì Credici”.

E la serata più stupidamente yeah di questo mondo, svoltasi Venerdì scorso al circolo Arcigay “Il Cassero”, va su Facebook con tanto di foto – caricate sul profilo social del circolo il 16 Marzo – : tre maschioni, di nome, in fila per tre abbigliati come Gesù ed i due ladroni che mimano giocondi e spudorati un bell’atto sessuale con una grande Croce. Poi un finto Padre Pio ed una sequela di buontemponi ansiosi di farsi immortalare con il crocifisso. Blasfemia, buon senso, buon gusto, pacatezza, identità e rispetto religioso scaricate nello sciacquone della peggiore indecenza ipocrita di chi combatte per i propri diritti purché annullino di sana pianta quelli altrui. Siamo tutti Charlie col culo degli altri, al contrario. Il rispetto è reciproco o non è. Il genderismo da barricata colpisce ancora. Mentre ancora si cerca di distinguere nitidamente il confine etico che deve separare il termine “omofobia” da un utilizzo speculativo ridicolo, arriva fulminante la reazione. “Destre” e ala cattolica PD di Bologna unite. “Stop alle iniziative blasfeme e offensive della dignità dei cristiani […]Tutti devono sapere: queste offese sono finanziate dal Comune di Bologna. I soldi pubblici devono sostenere asili, anziani, minori, politiche della sicurezza, ecc. Se proprio il Cassero vuole offendere, lo faccia con i propri soldi. Non con i nostri”. Così su Facebook il consigliere comunale di Forza Italia Michele Facci.

L’azzurro amministratore, però, va oltre annunciando: “un’interpellanza per chiedere all’amministrazione se sia opportuno continuare a finanziare certe iniziative come quelle di Cassero Lgbt”. Sì, perché lo spazio – termine carissimo al gergo battagliero centrosocialino – in questione è del Comune di Bologna o meglio è stato affidato in gestione proprio dall’amministrazione della città degli Asinelli. Dall’altra sponda, quella PD, la consigliera Santi Casali: “Non trovo una sola ragione per cui questa roba debba avere luogo in una sede del Comune e finanziata coi soldi di tutti”. Insomma, il pietoso radicalismo chic azzera moralità e quel senso di ribellione dei “poveri giusti” al caviale trasmette perdurante ed incessante il significato: il rispetto per loro passa dalla sconfitta della condizione e convinzione altrui, ma quando così non è, c’è solo una parola per identificare il male: FASCISTI! Lo ha gridato Gabbana a Sir Elthon John, lo strillano oggi i membri del direttivo del “Cassero” – in tutti i sensi – assistendo ai commenti alle immagini : “Quei commenti manifestano un rigurgito omofobo e fascista di una violenza impressionante. Sorprende che, invece, su questo non nasca nessuno scandalo. Perché omofobia e fascismo preesistono a quelle foto e non fanno altro che esprimersi in quei commenti”, come preesiste la cecità culturale nell’associare forzatamente fino al vomito, cacca ed accendini, aggiungiamo noi. Per i paladini del peggior progressismo che giocano a fare la rivoluzione di costume col portafogli degli altri – in puro stile sessantottino – “rigurgito” e “fascismo”, evidentemente, sono la massima aspirazione dialettica possibile nell’insalata rancida del politicamente corretto ben più amato, ormai, del Libretto rosso di Mao. A seguire rispetto, solidarietà, equità, bonghi.

Cosa ci si può aspettare, del resto, quando la propensione ad una sana apertura mentale è più bassa della probabilità che tali signori conoscano i veri significati di integrazione culturale e di valori universali?

Ma dopo le cocentissime polemiche delle ultime ore, al circolo Arcigay bolognese, è ora di ricominciare i lavori. Alle ore 20.00 per la serie “Liberamente 2.0” va in onda il convegno: “Religione e mondo LGBT – Omosessualità e religione, incontro con gli/le esperte”

Bel paradosso del Ca…ssero!

Commenta con il tuo account social

34 Comments

  • Mario Franda Reply

    18 marzo 2015 at 5:02 pm

    Non voglio commentare per non incazzarmi perchè rispetto troppo il giornale che permette di commentare.Mi riservo comunque sicuramente di far sapere a chi di dovere dell’accaduto perchè cose del genere non sono assolutamente ammissibili!!! Grazie a questo giornale. E poi vogliono essere pareggiati agli altri? No cari, quando i vostri cari partiti politici che vi appoggiano vi spigheranno i limiti che sono imposti dall’educazione, dal rispetto delle altre persone, dal rispetto delle altre idee…Bene sarete trattati diversamente. Ma sino a quel momento non avrete mai nulla di tutto questo. Però forse…si puo’ insegnare qualcosa quando per primi la si conosce…anche questo è vero, non ci pensavo.

  • angelo Reply

    18 marzo 2015 at 9:57 pm

    Tanta gente dice che un certo Benito non avrebbe permesso tale liberta’ di offendere la Religione Cristiana

  • Vestiti da Gesù mimano sesso con la croce. Al circolo Arcigay bolognese festa blasfema | aggregator Reply

    18 marzo 2015 at 11:15 pm

    […] Vestiti da Gesù mimano sesso con la croce. Al circolo Arcigay bolognese festa blasfema […]

  • Francesca Reply

    19 marzo 2015 at 9:45 am

    Sono una giornalista, una vecchia giornalista che non si è mai distinta per bigottismo e cose del genere…tuttavia e per mia fortuna, riesco ancora a scandalizzarmi degli eccessi, di tutti gli eccessi e della volgarità grassa con cui si pretende di fare spettacolo o addirittura cultura. Probabilmente si dovrebbero ignorare certe sozzure per non correre il rischio di contaminarsi con tanta…libertà di espressione…

  • attilio Reply

    19 marzo 2015 at 11:03 am

    io non credo alle religioni,quindi neanche alla religione cristiana,ma questi meriterebbero di essere impalati come facevano nell’antichita’;sono questi stupidi ed aberranti personaggi che fanno chiamari i gay finocchi ed invertirti.

  • Paolo Reply

    19 marzo 2015 at 2:24 pm

    Aggiungiamo che, da altra fonte, avevo letto che recentemente il comune di Bologna, per riuscire a far quadrare il bilancio era arrivato a tassare le vetrine dei negozianti, imponendo aliquote persino sui cartellini dell’ orario di apertura e di chiusura. Si ammazza di tasse chi lavora, per poi buttare quegli stessi soldi nel cesso, a ‘sta maniera. I Liberi esercenti di Bologna dovrebbero unirsi alla protesta e far rilevare tutto questo.
    Al di là di tutto, mi si conceda il sarcasmo, l’ iniziativa de “il cassero” (volutamente in minuscolo) può essere letta in chiave simbolica : l’ oscenità dell’ esibizione (finanziata coi soldi degli altri) è un chiaro riferimento a come vogliano mettercelo a tutti in c… 🙁 🙁 🙁

  • Alberto Reply

    19 marzo 2015 at 4:55 pm

    Irriverenti e blasfemi perchè non fate in Iran a fare le vostre squallide manifestazioni .
    Al sindaco e alla giunta spetta il ridimensionare queste manifestazioni che offendono tutti i cittadini!!

  • carlomioli Reply

    19 marzo 2015 at 5:45 pm

    Se questa imbecillità emersa in questo video , dovesse rappresentare la filosofia di vita della comunità gay, riuscireste ad avermi contro, sperando che la società vi renda emarginati come eravate; ve lo dice un vecchio musicista che da sempre ha amici e colleghi gay coi quali mi sono sempre schierato a favore

    • patrizia Reply

      19 marzo 2015 at 6:43 pm

      che schifo! uno è libero di credere o no ma il rispetto per gli altri è sacro! ho sempre sostenuto i gay in tante cose, so che nella storia c’erano grandi personaggi omosessuali ma,ognuno deve essere quello che si sente senza offendere nessuno, senza pagliacciate senza gusto e senza senso! mi fate schifo e anche pena perchè in voi non c’è niente! Un consiglio allargate anche ad altre religioni la vostra arte e portatela in certi paesi! Successo assicurato

  • robi Reply

    19 marzo 2015 at 7:33 pm

    perchè chiarlie hebdo lo può fare e l’arcigay no?

    • Riccardo Ghezzi

      Riccardo Ghezzi Reply

      19 marzo 2015 at 8:02 pm

      L’Arcigay è liberissimo di farlo e chi non è d’accordo, come l’autore dell’articolo, deve essere liberissimo di criticare senza censure.
      Nessuno vuole impedire all’Arcigay di farlo né di esistere e soprattutto nessuno spara all’Arcigay.
      Per il Charlie Hebdo stessa cosa: se non ci piacciono le vignette le critichiamo, liberamente. Ma non invochiamo censure e non spariamo.
      Capito la differenza?

      • attilio Reply

        20 marzo 2015 at 8:53 am

        Si ricordi che questi soggetti non sono normali e per farsi notare fanno anche i gay pride come se fosse il carnevale di RIO.

    • Paolo Reply

      19 marzo 2015 at 9:20 pm

      Perchè i Cattolici NON hanno l’ abitudine di assaltare le sedi di arcigay, sparando con i mitra e freddando chi ha osato offendere la loro religione.

      • Paolo Reply

        19 marzo 2015 at 9:23 pm

        E poi ancora : se proprio vogliono farlo, lo facciano; ma NON con i soldi estorti tramite le tasse alla gente che lavora, e che dopotutto, potrebbe non essere d’ accordo con loro. Lei sarebbe d’ accordo se una manifestazione che va contro il suo pensiero, venisse finanziata con soldi provenienti da tasse che anche lei (tra i tanti) ha contribuito a pagare? E che magari le sono stati letteralmente strappati di mano, tolti di bocca a lei ed alla sua famiglia?

  • Sandy Reply

    20 marzo 2015 at 8:50 am

    Perché tanto scompiglio se La più grande bugia planetaria viene derisa in questo modo?! Gente informatevi e smetterla di credere ancora in qualcosa che non è mai esistito! L’unica vera blasfemia siete voi che ancora seguite tutto lo schifo che contribute! Maori te gli occhi! L’unico
    Vero ‘diO’ sta dentro di voi

    • Sandy Reply

      20 marzo 2015 at 8:53 am

      Aprite* non maori *

    • Daniele Chiari Reply

      20 marzo 2015 at 9:09 am

      Sì Sandy, il dirigibile marrone senza elica e timone… ( o era etica e timone? non ricordo)

    • Paolo Reply

      20 marzo 2015 at 1:14 pm

      1) In base a quale scientifico concetto, puoi dimostrare che la Religione Cattolica (e solo quella) sia la più grande bugia planetaria, come dici tu? Se tu, come tanti altri, avete questo livore antireligioso che vi rode, perchè non andate invece a manifestare, ed a fare pagliacciate, contro quelle religioni che – a differenza del cattolicesimo – reagiscono violentemente alle derisioni? Paura di essere inchiodati a qualche muro, vero? E’ facile, facilissimo prendersela con chi tollera e – proprio per questa sua tolleranza – rende possibile l’ esistenza del vostro (pur superficiale) dissenso?
      Andate – se avete il coraggio – a mettere in scena una pagliacciata come quella de “il cassero” sulla piazza della Mecca; poi riderò anche io.

      2) Se proprio volete metterla in scena, questa pagliacciata, fatelo; ma coi VOSTRI SOLDI, non con quelli pubblici. E’ chiaro questo discorso?

  • Frank Reply

    20 marzo 2015 at 10:09 am

    Nessuna giustificazione. Ia libertà di ciascuno finisce la dove diventa offesa e prevaricazione nei confronti degli altri.
    Non faccio distinzioni: è offensiva e indecente l’immagine del gay che si fa sodomizzare dalla croce, così come lo sono le vignette contro l’Islam degli pesudo-intellettuali di Charlie Hebdo.
    Sono agnostico, ma comprendo la sofferenza dei veri credenti quando i loro sentimenti religiosi vengono così vigliaccamente offesi.
    E vero, non tutti i gay sono schifezze come quelli di cui si parla nell’articolo. Tra loro c’é gente per bene, con profonde sensibilità ed elevati valori etici.
    Sfidando l’impopolarità, devo però confessare che, pur non essendo un omofobo, sono profondamente disturbato dall’dea di due uomini che fanno sesso insieme. Sono troppo retrogrado? Forse, ma non posso farci niente. E’ la mia natura che si ribella a quello scenario.

    • Isacco Reply

      20 marzo 2015 at 10:54 am

      Non si può scherzare con un pezzo di legno a forma di croce? Patetico irrazionale (cretinetto).

      • Paolo Reply

        20 marzo 2015 at 1:17 pm

        Prova ad andare in qualche capitale mussulmana, a fingere di pulirti le chiappe con le pagine di un determinato libro. Poi così, ti veniamo a raccogliere a pezzetti e briciole. Di patetico ed irrazionale, c’è solo questa codardia di fare gli spacconi con chi è tollerante e non dice niente, e di stare ben ben zitti a chi invece reagisce subito e vi rompe il grugno.

      • Medeus Reply

        24 marzo 2015 at 1:19 pm

        Poi però quando ti toccano i “froci” in generale son dolori, eh?
        Perchè siamo sempre noi a dover subire per forza senza doverci lamentare, vero?

        Non mi sforzo più neppure, a cercare di farvi notare la vostra solita, nauseante ipocrisia…

        • Paolo Reply

          24 marzo 2015 at 4:44 pm

          Ma subire che cosa???!!! Ma che cosa è che state subendo???!!! Me lo vuoi spiegare???!!! Siete equiparati, potete esprimere il vostro modo di essere come meglio vi aggrada, nessuno si sogna di discriminarvi! Cosa volete ancora, eh? Dove sarebbe la nostra nauseante ipocrisia? Solo perchè chiediamo che un simbolo a noi caro, sia rispettato? Che cosa è? Parliamo di rispetto solo a senso unico, cioè che voi avete tutti i diritti e noi tutti i doveri? Che cosa diavolo volete ancora?

    • Paolo Reply

      20 marzo 2015 at 1:21 pm

      Sono concorde con lei, nell’ idea che si possa benissimo fare satira (e con essa, esprimere le proprie idee ed il proprio dissenso) senza però scadere nella provocazione volgare, e non tanto irriverente quanto – appunto – volgare e di cattivo gusto. E’ proprio questo che anche io critico, non certo la libertà di espressione, che è uno degli elementi più preziosi della nostra cultura di occidentali, e come tale è sacra ed inviolabile. Tuttavia, come si sa, anche nel fare Humour, si può benissimo essere più fini ed eleganti o meno, a seconda dei gusti, delle scelte, e della sensibilità. Il Buon Gusto non è un’ optional.

    • caiopeo Reply

      22 marzo 2015 at 5:35 pm

      Grazie Frank. C’è bisogno di persone di buon senso come te, che pur in posizioni diverse da quelle dei cristiani (in questo caso) o di chiunque altro, sa riconoscere la vigliaccheria di chi ha come obiettivo solo la distruzione della libertà altrui, l’offesa e l’affermazione prevaricatrice della propria prepotenza, che si chiami ISIS, Charlie Ebdo o Il Cassero non cambia nulla. Hai la mia stima

      • Frank Reply

        22 marzo 2015 at 7:30 pm

        Grazie a te Caiopeo e insieme a te grazie anche a Paolo e a tutti gli altri che, dimostrando buon gusto e senso della misura, hanno preso posizione nei confronti di questo squallidissimo episodio. Che gli imbecilli e gli iconoclasti, almeno tra questi post, siano in minoranza è un fatto certamente confortante. Chi crede che solo attraverso la volgarità, l’insulto e la dissacrazione di simboli da altri venerati, possa affermare il proprio carisma è solo un insignificante ometto afflitto da gravi crisi d’identità.

  • Frank Reply

    20 marzo 2015 at 3:44 pm

    “Non si può scherzare con un pezzo di legno a forma di croce?”, Chiede Isacco.
    Certo, se il tuo senso del buon gusto e quello, fallo pure, a patto però che, come suggerisce Paolo, tu sia pronto a farlo a Jeddah con qualche simbolo islamico oppure anche in Italia magari usando come strumento di “gioco” la foto di tua moglie o di tua figlia o di tua madre.
    Il tuo post non è atro che la classica smargiassata di chi si sente alla page solo quando crede di fare il coraggioso dissacrando simboli in cui altri credono.
    Non so a chi volevi riferirti con il “cretinetto”, ma se vale come firma alle scemenze che hai scritto, non poteva essere più appropriato.

    • 174VAM Reply

      21 marzo 2015 at 12:46 pm

      ” ………a patto però che, come suggerisce Paolo, tu sia pronto a farlo a Jeddah con qualche simbolo islamico ……..”

      pensi che il “sig.isacco” sia così scemo?
      loro sono “anticonformisti” e “alternativi” , mica scemi
      forse anche un …………… “pelino vigliacchi”?

  • Martino Reply

    21 marzo 2015 at 1:50 pm

    La società che da ragione a tutti per non dire “hai torto” è destinata a soccombere alla follia di coloro che odiano.
    La società che punisce il poliziotto o il carabiniere che fa il proprio dovere è destinata a perire nell’ingiustizia degli ingiusti.
    Solo chi ama è giusto.

    • Paolo Reply

      22 marzo 2015 at 1:17 pm

      Sa quale è il cuore del problema? Se si ama veramente, ci si può trovare nella condizione di calzare l’ elmo, ed impugnare la spada, ed essere pronti a battersi, proprio per difendere ciò che si ama. Quando giunge tale momento, non ci sono ne se e ne ma, bisogna farsi trovare pronti, e basta. Ciò che la mentalità di oggi – viziata dal troppo benessere e da un modo alterato di pensare – si rifiuta di riconoscere, è proprio questo; si vuole “la botte piena e la moglie ubriaca”, si vuole il benessere e non dover essere costretti a fare nulla per difenderlo 🙁

      • caiopeo Reply

        22 marzo 2015 at 5:40 pm

        Voglia Dio che non sia necessario quello che scrivi, anche se temo davvero che stia finendo il tempo in cui essere dalla parte della Verità è costato tutto sommato molto poco

        • Martino Reply

          23 marzo 2015 at 5:14 pm

          Infatti poiché l’Amore è ordine prima o poi spada ed elmo saranno necessari.

  • Davide Reply

    25 marzo 2015 at 2:34 pm

    E li pagano pure con soldi pubblici per queste schifezze (oltre a chiamarli ad “educare” i nostri figli nei licei cittadini! E’ una vergogna!

    • Carlo Grassini Reply

      26 marzo 2015 at 8:06 am

      Il sonno della ragione genera mostri

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it