Evasione fiscale, l’eurodeputato Pd Soru si difende:”Un errore non voluto”

soru_renatoLa vita è così. C’è chi può e chi no. A destra, ad esempio, non si può. La legge vale sempre e deve applicarsi alla lettera. A sinistra, invece, si può e la legge a volte può essere interpretata a seconda di chi ci si trova davanti. Ieri al Tribunale di Cagliari, davanti al giudice Sandra Lepore, nel processo che lo vede coinvolto per evasione fiscale, si è presentato l’europarlamentare Pd Renato Soru.

L’ex governatore della Sardegna è finita a processo per una presunta evasione di oltre 4 milioni di euro tra il 2005 e il 2005. L’esponente dem ha spiegato il suo punta di vista sull’inchiesta, fornendo alcune spiegazioni relativamente alla “Andalas Ltd”, la società di diritto privato creata nel 1998 a Londra che però, secondo la Finanza, non aveva mai svolto attività in Inghilterra.

I mancati versamenti secondo Soru sono dovuti a un semplice sbaglio. “C’è stato un errore, non lo nego”, ha affermato. Tuttavia “nego di averlo voluto”. Adesso Soru rischia di capitolare, perché ad Equitalia deve circa 10 milioni di euro e rischia la condanna in sede penale.

Redazione

Redazione1910 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

1 Comment

  • Fantapolitik Reply

    30 gennaio 2016 at 8:47 pm

    Ma che scherziamo?Soru,in quanto comunista,è persona seria e che se ha rubato e perché si era distratto un momento dalla onesta di sempre.Quindi il giudice lo assolverà perché non voleva rubare e se lo ha fatto e perché era caduto in depressione.Preso atto,il magistrato se non potrà assolverlo ,porterà il processo a prescrizione!Fantapolitica?

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it