Il Pd vuole cacciare il conduttore di Ballarò:”Ha parlato male della Boschi”

BallaroGianniniMa non era Berlusconi il dittatore feroce che aveva imposto un regime mediatico in Italia? Perché a ben guardare le ultime dichiarazioni del renzianissimo Michele Anzaldi, deputato Pd e componente della Vigilanza Rai, pare proprio di no.

Ecco alcuni passaggi dell’intervista che ha rilasciato stamattina al quotidiano La Stampa

«Il licenziamento di Azzalini? L’ho trovato esagerato. In Rai si vedono cose ben peggiori [tipo] quello che è successo ieri sera a Ballarò […] Il conduttore Massimo Giannini ha affermato che sul caso Boschi-Banca Etruria c’è un “rapporto incestuoso”. È un’affermazione vergognosa, che avrà risvolti giuridici pesanti. Mi auguro che Boschi lo quereli […] è calunnia. E qualcuno ora deve rispondere».

Chi, Anzaldi, lo dice subito: «Giannini stesso, ma anche Maggioni (presidente Rai, ndr.), Verdelli (direttore editoriale Rai) e Vianello (direttore di Raitre). Qualcuno mi spieghi perché i super dirigenti Rai che guadagnano quattro volte più del premier non intervengono […] Hanno mandato a casa Azzalini per molto meno… C’è stato un cambio di rotta, ora si vada fino in fondo. Serve la stessa determinazione. Ballarò non è più una trasmissione di qualità e anche gli ascolti lo dimostrano. Prendiamo la trasmissione di ieri (martedì 26, ndr.): il servizio pubblico dovrebbe tranquillizzare chi ha perso i propri risparmi, non fomentare».

 

Redazione

Redazione1909 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

4 Comments

  • Giovanni Bravin Reply

    28 gennaio 2016 at 4:10 pm

    Michele Anzaldi ha dimenticato una cosa importantissima.
    Monica Maggioni è al Televideo RAI nel 2013.
    Invotata al Bilderberg nel 2014.
    Presidente RAI nel 2015.
    Anzaldi tragga le opportune conclusioni….

  • Rosengarten

    Rosengarten Reply

    28 gennaio 2016 at 6:09 pm

    Salve. Anche il conduttore di Ballarò vuole cacciare il PD e la Boschi dal governo, ma mica per conflitto di interessi, ma piuttosto per CONCORSO di INTERESSI. Rosengarten

  • rob Reply

    31 gennaio 2016 at 10:44 am

    Affermazione gravissima, il servizio pubblico non deve tranquillizzare, non è la camomilla dei media, deve correttamente informare. Anzaldi non lo sa? Per questo si paga il canone!

  • FRANCESCO Reply

    1 febbraio 2016 at 9:51 pm

    poi non vengano a dirmi ,che questo non è regime. Chi vuole fare del giornalismo serio ed informativo viene immediatamente messo a tacere con querele e licenziamento, maledetti, massa di ignoranti e teste di asino. Mi sorge il dubbio, che l’asino è più intelligente di tanti esperti politicucci da strapazzo…..BOH !!!!!

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it