Mendicante romeno picchia la ragazza che si rifiuta di fargli l’elemosina

Di Redazione, il - # - 5 commenti

poliziaBrutta esperienza per una ragazza di Udine. L’altro giorno, di fronte alla stazione ferroviaria, è stata picchiata da un mendicante di nazionalità romena per essersi rifiutata di fargli l’elemosina. Come racconta Il Messaggero Veneto:

Mentre si trovava con alcuni amici davanti al Mc Donald’s, di fronte alla stazione ferroviaria, una ventenne udinese si è rifiutata di fare l’elemosina a un mendicante. Quest’ultimo, invece di passare oltre e chiedere la carità a un’altra persona, se l’è presa con lei. Le ha sputato addosso più e più volte. E, non appena lei si è girata, le ha tirato un pugno, colpendola all’altezza della nuca. La giovane è anche rimasta ferita – in modo non grave – a un dito della mano destra (molto probabilmente a farle male è stato un anello che portava il mendicante) mentre cercava di difendersi.

L’episodio è accaduto nel tardo pomeriggio di giovedì, all’angolo tra viale Europa Unita e via Roma. Erano da poco passate le 18, quando alla centrale operativa del 113 è arrivata una richiesta di soccorso. È stata la stessa ragazza a chiamare la polizia subito dopo essere stata aggredita. Nonostante il dolore alla testa causato dal pugno, la ventenne, sostenuta da alcuni conoscenti, non ha perso di vista il suo assalitore.

Una pattuglia della Squadra volante è arrivata in stazione poco dopo. Alcuni giovani che si trovavano in viale Leopardi, all’ingresso dell’autostazione, si sono messi ad agitare le braccia per richiamare l’attenzione degli agenti.

I poliziotti hanno poi rintracciato la persona descritta dalla vittima dell’aggressione e hanno scoperto che si trattava di un individuo che già conoscevano. Un trentunenne romeno senza fissa dimora che la questura, già tempo fa, aveva allontanato da Udine per tre anni. L’uomo – che era finito nei guai anche per alcuni furti avvenuti tra il 2014 e lo scorso anno – è stato quindi denunciato a piede libero sia per le lesioni alla ragazza, sia per la violazione del foglio di via.

Riproduzione riservata - ©2016 Qelsi Quotidiano
  • Giovanni Bravin

    Rimandare il romeno in Romania. Senza fissa dimora, ignora le nostre leggi e foglio di via. Che ci fa qui? Oppure ha già guai con la giustizia romena e non ci vuole tornare perché altrimenti avrebbe ulteriori guai giudiziari!

  • 174VAM

    ” è stato quindi denunciato a piede libero ”
    che tradotto significa che è ancorta tranquillamente in giro a far quello che gli pare.
    Corbezzoli che punizione esemplare, starà ancora piangendo il rumeno ………..

  • 174VAM

    Però una cosa mi chiedo:
    ma gli amici della ragazza, che erano con lei, perchè non lo hanno croccato di botte?

    • Frank

      Me lo chiedo anch’io, ma evidentemente il coraggio non è una caratteristica dei nostri tempi. E poi mi disgusta questo sistema del “denunciare a piede libero” un mendicante senza fissa dimora. In molte altre parti del mondo (vedi ad esempio i civilissimi Stati Uniti e la Gran Bretagna) la polizia l’avrebbe subito messo in catene e sbattuto in galera.

      • Giovanni Bravin

        Gli USA e GB hanno la giustizia basata sul rito anglosassone.
        In Italia, abbiamo la giustizia applicata “Ad mentula canis!”
        Per lo stesso motivo, la Ligresti, a conoscenza del cellulare della Cancellieri, tramutò il proprio regime carcerario in arresti domiciliari…




Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti: