Poi dici che il gentismo prolifera: Pisapia e i 400 euro a chi accoglie immigrati

Screenshot_2016-01-04-16-02-34-1Sul mio tablet ho installato una ottima app che mi dà in tempo reale le notizie e le ultim’ora, si chiama NewsRepublic. La reputo una app davvero ben fatta, peccato che a volte mi mandi notizie che mi fanno leggermente incavolare. Oggi è una di quelle volte.

Mi arriva una notifica, la apro e leggo questa notizia, tratta da Internazionale: il comune di Milano ha indetto un bando , pubblicato lo scorso 30 dicembre, in cui questo fa sapere di voler destinare 400 euro mensili a chi intende accogliere immigrati in casa propria.

So già che Matteo Salvini e soci sono pronti a specularci sopra, come so già quali saranno le reazioni di pancia del commentatore medio, però c’è un però: provvedimenti del genere hanno l’effetto di far sentire, a torto o ragione, il cittadino indigente o un qualunque clochard come non prioritario rispetto all’immigrato, come se chi dorme in stazione o in macchina non vivesse, spaesamento a parte, un dramma simile e non meritasse la stessa tutela.

Il Comune di Milano avrebbe potuto emanare un altro tipo di bando: 400 euro a chiunque intenda aiutare a risolvere qualunque situazione di questo genere. Un dramma è un dramma, a prescindere dalla provenienza, e chi dorme in macchina o non può sfamare i figli è meritevole di tutela tanto quanto chi arriva qui e non ha nulla, o sbaglio?

Evidentemente, per i radical-chic no e quando i radical-chic alla Pisapia discriminano in questo modo non si lamentino poi se i Salvini o chiunque speculi su queste tematiche hanno tanto successo: basterebbe trattare il barbone che dorme in macchina allo stesso modo dell’immigrato appena sbarcato invece di distinguere e di dare la priorità a qualcuno piuttosto che a un altro.

Commenta con il tuo account social

2 Comments

  • riudecols Reply

    5 gennaio 2016 at 4:28 pm

    Pisapia prendi l’aereo e vola via,non puoi restare in italia ragionando in questi termini.

  • Carlo Lauletta Reply

    8 gennaio 2016 at 12:47 am

    Concordo parzialmente. Pisapia, come ogni xenomane, è razzista, giacché sotto la sua amministrazione gli stranieri,
    segnatamente quelli di etnia non caucasica, ricevono beneficî negati agli autoctoni. Dissento invece dall’articolista là
    dove egli sembra accontentarsi di un trattamento paritario. Sarebbe un progresso, ma a me non basterebbe. Io, invero, mi privo di una parte del mio reddito affinché gli ospedali funzionino e, all’occorrenza, possano curare me, i miei familiari, amici, concittadini, connazionali. Gli sconosciuti mi interessano meno. Se ci sarà la possibilità di aiutare anche loro,
    sia; ma senza pregiudizio delle persone a me care.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it