Raccoglie rami secchi al parco: consigliere Cinque Stelle lo fa denunciare per furto

anziano-solo400-2Il signor Alberto Mandro, 79 anni, incensurato, racconta alla Nuova Venezia ancora stupefatto come sono andate le cose.

Una vicenda che ha del paradossale. A Mira, in provincia di Venezia, un anziano era andato a raccogliere rami caduti e legna sparsa a terra nel parco pubblico di Villa dei Leoni, per utilizzarla come legna da ardere e per il giardino. La Nuova Venezia racconta cosa è successo. L’uomo è stato denunciato per furto, su segnalazione del consigliere comunale di maggioranza Riccardo Barberini (Movimento 5 Stelle).

Il signor Alberto Mandro, 79 anni, incensurato, racconta ancora stupefatto come sono andate le cose: “Lunedì sono andato al parco perché avevo notato nei giorni precedenti un sacco di grosse ramaglie cadute sui sentieri. Ho visto che quei grossi rami abbandonati avrebbero potuto creare problemi alle persone, e soprattutto ho pensato che fossero più utile usarle come legna da ardere e anche per il mio giardino visto che ne avevo necessità. Stavo segando un vecchio ramo per mettere la legna in macchina quando mi si è avvicinato, qualificandosi imperiosamente come consigliere comunale, un ragazzo, Riccardo Barberini, che mi ha accusato di rubare il patrimonio pubblico del Comune».

A nulla sono valse le spiegazioni dell’anziano, il consigliere Cinque Stelle ha chiamato i vigili. che spiegano: “Non abbiamo riscontrato alcun danneggiamento, ma effettivamente abbiamo dovuto procedere con la denuncia per furto in quanto l’uomo stava portando via dal parco di Villa dei Leoni quello che tecnicamente è “patrimonio pubblico”. È scattata così la denuncia d’ufficio per furto. Non potevamo fare altro”.

Alberto Mandro si dovrà così difendere in un processo penale per furto. Altri anziani miresi impauriti dopo quello che è successo al settantanovenne hanno paura delle conseguenze delle loro azioni visto lo zelo dei consiglieri comunali. «Io», racconta un altro anziano, «passavo i pomeriggi d’autunno cercando i funghi che crescono a lato degli alberi. Se qualcuno mi ha visto sarà processato per furto?».

 

 
Redazione

Redazione1910 Posts

Qelsi.it è un quotidiano on line di opinione che analizza retroscena della politica, del variegato mondo dei partiti italiani, della cronaca giudiziaria. È un quotidiano indipendente, tra i pochi in rete a porre sistematicamente in risalto, spesso con ironia, le contraddizioni della sinistra italiana in tutte le sue forme. Fornisce una chiave di lettura dei principali avvenimenti nazionali, con uno sguardo anche al resto del mondo. Un’offerta in netto contrasto alla viralità, alla disinformazione e alle notizie infondate divulgate attraverso la rete, smascherate nei limiti del possibile anche da noi. Qelsi guarda a destra, si colloca in area moderata di centro-destra, ma non è organo di alcuna forza politica. Il quotidiano è nato a luglio 2013, la fan page su Facebook che ne è diretta espressione è "Magazine Qelsi".

Commenta con il tuo account social

20 Comments

  • Giovanni Bravin Reply

    20 gennaio 2016 at 11:55 am

    Dura lex sed lex.
    Il Sig. Mandro ha sbagliato, perché con una sega non si può potare un albero di proprietà pubblica, né tantomeno raccogliere rami secchi senza consenso. Tuttavia auspicherei nel Consigliere Barberini, una maggiore flessibilità ed una visione a 360°.
    Perché un parco pubblico non è tenuto pulito adeguatamente?
    Debole coi forti, e forte coi deboli???
    P.s.: Non sono politicamente etichettabile….

    • Paolo Reply

      20 gennaio 2016 at 4:55 pm

      Siamo d’ accordo. Ma bastava una specie di “cazziatone”, bastava dirgli che non lo poteva fare e basta. Che bisogno c’ era di denunciarlo?

      • Giovanni Bravin Reply

        20 gennaio 2016 at 5:39 pm

        Per Paolo.
        Mi quoto: “Debole coi forti, e forte coi deboli”
        Prendersela con un singolo cittadino di 79 anni, non comporta “inimicizie” con l’assessorato Lavori Pubblici, Polizia Locale, Sindaco etc.

        • Paolo Reply

          21 gennaio 2016 at 3:47 pm

          Ovviamente, sono d’ accordo con lei. La mia domanda era assolutamente ironica.

    • Corrado Massa Reply

      20 gennaio 2016 at 9:31 pm

      I Vigili non hanno riscontrato alcun danneggiamento, quindi non c’è stata potatura. Evidentemente segava un ramo già staccato dall’albero e troppo lungo per essere messo in macchina. Inoltre i rami creavano intralcio ai passanti, quindi in torto non è il signore anziano, che anzi dovrebbe essere elogiato, ma il Comune che non provvede alla doverosa pulizia dei luoghi pubblici e soprattutto è in torto il piccolo odioso Robespierre che maltrattando i deboli si sente importante mentre è solo un povero omiciattolo.

      • Giovanni Bravin Reply

        21 gennaio 2016 at 9:50 am

        Concordo in parte. Si tratta di verde pubblico, perché non era stato regolarmente mantenuto?
        Mi sa che Barberini non ha preso in considerazione il fatto di avere davanti una persona di 79 anni, ma solo il fatto di procurarsi un po’ di pubblicità.
        Mi ripeto: “Debole coi forti, e forte coi deboli!”

    • antonio Reply

      23 gennaio 2016 at 1:38 pm

      Io vorrei avere tra le mani questo “PIRLA” di un consigliere per aprigli un conto dal mio dentista,d’altronde è risaputo che il 70/80%dei >PARASSITI> del M5S provvengono dai “CENTRI SOCIALI”

      • giuseppe Reply

        26 gennaio 2016 at 1:42 am

        Il basso dei grillini é composto da molti appartenenti ai centri sociali. Po abbiamo il caso dei vari Di Battista (padre MSI, ma lui preferiva andare in giro con magliette falce e martello, ineggiare a Chavez, Che Guevara, Castro, e….Mahmud Ahmadinejad, il criminale ex dittatore islamico iraniano), Di Maio (ex appartenente a De Magistris e arancioni, estremisti di sinistra anche lui con padre MSI), Fico (ex Rifondazione Comunista), Nogarin (con un passato dentro Democrazia Proletaria di Capanna e i Verdi), Manlio Di Stefano (estremista di sinistra ammiratore come Di Battista, di criminali comunisti e…Ahmadinejad), Carlo Sibilia (estremista di sinistra che ha proposto in Parlamento una legge per il matrimono tra uomini e animali e la poligamia per accontentare i suoi elettori…musulmani)
        Ma i vertici fanno parte dei mondialisti, immigrazionisti e filo islamici: G.R.Casaleggio con figlio e Antonio Sassoon (cuginio dei Rothschid).

  • riudecols Reply

    20 gennaio 2016 at 4:00 pm

    Il 5 stelle ha dimostrato di quali elementi,in alcuni casi,e’ formato questo partito.

    • Paolo Reply

      20 gennaio 2016 at 4:55 pm

      D’ accordissimo, secondo me vivono veramente su un’ altro pianeta.

  • 174VAM Reply

    20 gennaio 2016 at 4:45 pm

    Ha fatto bene “l’illustrissimo consigliere Riccardo Barberini”: con questa sua “valorosa azione” connotata da abnegazione e sprezzo del pericolo, ha risollevato le sorti dell’economia del paese, se non del mondo

  • Guido Reply

    20 gennaio 2016 at 6:38 pm

    Quando una persona e’ così attenta al “bene” comune, vuol dire che qualcosa da nascondere ce l’ha!

    • Giovanni Bravin Reply

      21 gennaio 2016 at 9:34 am

      Fin troppo facile additare una persona di 79 anni. Perché le autorità, pagate coi soldi pubblici, hanno trascurato la manutenzione di un parco comunale? Rami secchi a terra, non erano appena caduti!!

    • giuseppe Reply

      21 gennaio 2016 at 11:56 am

      Concordo, il grillino qualche cosa da nascondere lo deve avere: L’incapacità di discernere le cose importanti, bastava un rimprovero. Evidentemente il grillino non avrà problemi economici e abiterà in una bella casa riscaldata

  • vincenzo amoruso Reply

    20 gennaio 2016 at 8:10 pm

    Tutto lascia pensare che probabilmente il ramo lo ha segato da vicino all’albero…

  • giuseppe Reply

    21 gennaio 2016 at 2:49 am

    Un povero vecchietto mio conterraneo di 79 anni, vittima della furia dei centri sociali ora passati ai grillini. Sono arrivati al potere e già si sentono degli Dei. Poveri di sprito ricchi di onnipotenza.

    • Paolo Reply

      21 gennaio 2016 at 4:11 pm

      Pienamente d’ accordo, mi piacerebbe infatti sapere come si sarebbe comportato, l’ esimio sig. barberini, se al posto del vecchietto ci fosse stato un’ immigrato, magari islamico (di quelli che, non pochi del suo movimento, difendono apertamente).

      • giuseppe Reply

        22 gennaio 2016 at 11:10 am

        XPaolo:
        Gente come i grillini islamofili e xenofili , come i parlamentari grillini e non solo ( basta leggere i commenti di Zeriali su Qelsi caso Burqa), avrebbero giustificato il clandestino o l’invasore islamico, sostenendo che ci vuole il reddito di cittadinanza esteso al mondo intero, naturalmente pagato dagli italiani.

        • Paolo Reply

          23 gennaio 2016 at 12:22 am

          Lo so bene, Sig. Giuseppe, anche in questo caso la mia domanda voleva avere un senso di provocazione ironica.

          • giuseppe

            26 gennaio 2016 at 12:36 am

            buonasera, lo avevo capito :-)))

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti:

Realizzato da You-Com.it