Renzi occupa pure il Cipe: pronta la nomina del suo amico Simone Tani

Di Eugenio Cipolla, il - # - Replica

tani“Matteo Renzi sa come ricompensare i suoi amici per essere ricompensato”, aveva scritto la scorsa settimana il quotidiano francesco Le Monde, attaccando il premier italiano. Non che chi scrive sia un appassionato esterofilo, per carità, anzi sicuramente il contrario. Ma è difficile in questi giorni di passione dare torto all’autore di quell’articolo. Perché dopo aver occupato tutto il possibile immaginabile, Renzi sta andando oltre. La scorsa settimana si parlava di Marco Carrai come consulente per la Cyber Security. Nomina per il momento non ufficializzata, ma tenuta in fresco, proprio come lo champagne, per essere piazzato al momento giusto (magari a Pasqua o durante qualche ponte festivo?), non appena gli italiani abbasseranno la guardia.

Nel frattempo c’è un altro amico dell’ex sindaco di Firenze che si sta scaldando, un vecchio amico dei tempi della Margherita. Si chiama Simone Tani ed è il responsabile del piano strategico della città metropolitana di Firenze. Nei corridoi di palazzo si dice che per lui è pronta una nomina importante, un incarco al Cipe, il comitato interministeriale per la programmazione economica.

Dopo Lotti, Boschi, Manzione, con Carrai e Tani il cerchio sarebbe completo. Il curriculum di Tani non depone proprio a suo favore. Ex assessore alle aziende partecipate e strategie di sviluppo nella giunta comunale di Domenici (2000-2004), fu confermato anche da Matteo Renzi, per poi essere promosso con un ufficio, prima inesistente, creato apposta per lui: quello per “l’Attuazione del programma di mandato”. Quando avvenne vi furono molte proteste, perché diversi consiglieri dell’opposizione contestarono a Renzi di aver assunto l’ennesima persona a chiamata diretta, aggirando le norme che prevedevano concorsi.  Quello della chiamata diretta si è ripetuto anche con Dario Nardella. Il successore di Renzi gli ha creato ad personam l’incarico di responsabile del piano strategico della Città metropolitana. Ma al Cipe sarà tutta un’altra storia. Lì i miliardi girano davvero.

@eugcipolla

 

Riproduzione riservata - ©2016 Qelsi Quotidiano



Seguici

Ogni nuovo post ti verrà inviato alla tua Email

Unisciti agli altri iscritti: