Alemanno: “Il Governo faccia quadrato a difesa del piano Savona”

Il ministro degli Affari europei Paolo Savona dice l’ovvio e si scatena il pandemonio. Come riportato, l’audizione del ministro ha messo in guardia l’Italia e l’Europa: prepararsi ad ogni evenienza per far sì che l’economia e la sovranità siano messe al riparo da brutte sorprese è il minimo che un buon governante dovrebbe fare. Ma siccome ciò significa anche mettere in discussione i dogmi dell’austerità, apriti cielo!

Ma su Savona e sulla sua linea si gioca anche la credibilità della maggioranza di governo, avverte Gianni Alemanno, segretario del Movimento nazionale per la sovranità (Mns): “Gli attacchi contro il Ministro Savona si stanno sempre più dimostrando di natura ideologica e strumentale. Ieri nella sulla audizione alle Camere il Ministro ha mostrato tutta la sua natura di “moderata” e istituzionale, favorevole alla riforma e al rafforzamento politico delle istituzioni europee. Nonostante questo, gli attacchi si sono concentrati su una precisazione marginale che Savona ha fatto sul rischio – di cui tutti gli economisti sono consapevoli – di un collasso strutturale, non provocato dall’Italia, del sistema Euro. Questo dimostra la strumentalità di questi attacchi e la fragilità del sistema economico che abbiamo ereditato dai precedenti governi, come peraltro sottolineato dallo stesso Governatore Visco. Savona, invece, ha messo l’accento sull’unica scelta di politica economica che può aiutare l’Italia ad uscire dalla crisi: quella di rilanciare gli investimenti pubblici, negoziando con Bruxelles il superamento dei vincoli recessivi finora imposti dalla Commissione europea. È un obiettivo che tutti a parole condividono, ma che poi la solita retorica dell’austerità ha sempre impedito di trasformare in progetti concreti. Ci auguriamo che tutto il Governo faccia quadrato per sostenere la strategia di Savona che è l’unica vera speranza di rimettere in moto lo sviluppo dell’economia italiana”, conclude Alemanno

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi