Autisti aggrediti, ecco i provvedimenti sui “rifugiati” annunciati da Salvini

La vicenda degli autisti di bus aggrediti da cittadini stranieri a Como ha avuto una ferma reazione da parte di Matteo Salvini. Il ministro degli Interni si è recato infatti nel capoluogo lariano, per poi annunciare una serie di provvedimenti. “Ho anticipato il mio rientro da Roma e sono venuto a Como per mostrare ai cittadini che lo Stato c’è e che intendo il mio ruolo di ministro come tutore della sicurezza. I delinquenti autori dell’aggressione, per il cui arresto sono grato ai nostri poliziotti, erano tutti richiedenti asilo! Uno dei quattro soggetti sarà espulso. A un altro è stata revocata l’accoglienza. Al terzo, con precedenti penali per droga non possiamo togliere la possibilità di fare ricorso, ma chiamerò personalmente il Tribunale di Genova, perché lì da un anno pende la sua domanda. Ai comaschi garantisco che queste persone non saliranno più sui pullman in città. Ma sto studiando e lavorando per chiudere i rubinetti a monte: porte aperte per chi scappa veramente dalla guerra, porte sbarrate per tutti gli altri”.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi