Crolla un ponte in Sardegna, allerta meteo a Genova

Dopo la Calabria, la Sardegna. E se il maltempo si sta facendo sentire in giro per il mondo, dalla Florida alle Baleari, è sull’Italia che sta insistendo.

Vicino Cagliari crollato completamente il ponte sul rio Santa Lucia lungo la statale 195 che collega il capoluogo al comune di Capoterra. Un tratto di strada, qualche chilometro prima, era già ceduto provocando una voragine che ha costretto la Polizia municipale a chiudere la statale all’altezza del ponte della Scafa. La forza dell’acqua, a seguito dell’esondazione del rio avvenuta questa mattina, ha inghiottito in queste ore quello che rimaneva della strada già parzialmente sommersa dopo la rottura degli argini del rio Santa Lucia.

Ma il maltempo è in estensione anche su Genova, dove è scattato subito il potenziamento del presidio territoriale nella zona del crollo del ponte Morandi di Genova. Il Centro operativo comunale ha previsto in Valpolcevera una pattuglia di volontari per il monitoraggio rivi e sette pattuglie straordinarie della Polizia municipale per tutta la durata dell’allerta (l’intera giornata di giovedì). Sono inoltre sospese le operazioni di rimozione delle macerie dal greto del torrente.

«Il Polcevera – spiega l’assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone – resta osservato speciale. Nell’alveo ci sono, al momento, circa 700 metri cubi di detriti che sono peraltro grandemente viziati dal fatto che quella zona è sotto sequestro e, quindi, possiamo operare in maniera limitata. Monitoreremo il livello di sicurezza». Sul resto del territorio comunale saranno attive otto pattuglie di volontari della Protezione Civile per il monitoraggio rivi.

A Genova le scuole resteranno aperte, così come la metropolitana sull’intera tratta Brin-Brignole. Le direzioni del Comune, i municipi e le aziende hanno già attivato i piani di emergenza.

L’allerta è “rossa” nel Ponente ligure e “arancione” sul resto della regione per «piogge diffuse e temporali» fino alle 20 di giovedì. Da Imperia a La Spezia sono molti i sindaci che hanno deciso di chiudere le scuole, ma anche gli impianti sportivi, i mercati, i parchi e i cimiteri. Sono previsti anche venti forti e mare fino ad agitato.

Qelsi Quotidiano

Giornale Online registrato presso il Tribunale di Roma al n. 178/2013 del 10 luglio.
Direttore Editoriale: Silvia Cirocchi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per maggiori info, leggi la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy.

Chiudi